Grano Saragolla e Senatore Cappelli: due alternative italiane al Kamut®

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ormai quasi tutti sanno che il Kamut® non è una varietà di grano ma un marchio registrato su un cereale che viene venduto in tutto il mondo a prezzi elevati (l’azienda giustifica il costo con il fatto che si tratta di un prodotto di alta qualità bio, mai geneticamente modificato, e che il prezzo garantisce tra l’altro il giusto salario ai coltivatori). Meglio non entrare in certe logiche di mercato, tra l’altro non c’è affatto bisogno di mangiare Kamut® dato che abbiamo valide alternative italiane tra cui il grano Saragolla.

Questa varietà di grano Khorasan, della stessa famiglia di quello a marchio Kamut® (quest’ultimo botanicamente corrisponde al Triticum Turgidum Turanicum) si coltiva da molti anni in alcune zone del nostro paese, soprattutto in Abruzzo. Quello conosciuto appunto come grano Saragolla, è invece il Triticum Turgidum Durum, un cereale antico che si può considerare tra i capostipiti dei più moderni grani duri.

Dato che si produce in Italia, e dunque il “costo” per il trasporto in termini di emissioni e di denaro rispetto a quello del Kamut® che proviene invece da Canada e Stati Uniti è minore, scegliere questo cereale è più conveniente, senza contare poi che acquistandolo si aiuta l’agricoltura del nostro paese. Si tratta di un cereale ricco di proteine vegetali e con poco glutine dunque più digeribile rispetto al più comune grano tenero.

Un’altra valida alternativa tutta italiana è il Senatore Cappelli, antica e ottima varietà di grano duro. Perfetta la sua farina per realizzare dell’ottimo pane a lievitazione naturale utilizzando la pasta madre.

L’unico vero problema è che potrebbe non essere semplicissimo trovare questi cereali. Potete cercare dei mulini nella vostra zona che producono grani antichi e relative farine oppure chiedere nei negozi bio più vicini a casa vostra. Se non avete altra scelta, potete acquistarle su internet. Se poi pensate che possa essere una spesa utile, acquistate un piccolo mulino da tenere in casa, procuratevi i cereali in chicchi e macinate le farine sul momento!

L’ideale sarebbe infatti avere le farine di Saragolla e Senatore Cappelli sempre fresche in modo tale che le proprietà rimangano inalterate. Per chi abita a Roma o dintorni vi segnalo l’azienda agricola Poggi che produce Semola di Grano duro Senatore Cappelli e Semola di Grano del Faraone (Saragolla).

Cerchiamo con i nostri consumi nel nostro piccolo di scegliere bene…

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania !

Twitter: NaturoManiaBlog

Guardate questo video che vi insegna come preparare il pane con pasta madre e farina di grano duro Senatore Cappelli!!!

Leggi anche:

– Le farine di grano 00, 0, 1, 2 e integrale: facciamo chiarezza

Alimentazione naturale: attenti alla farina integrale!

Kamut®: benefici, usi e miti da sfatare

 

10 farine alternative alla farina 00

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook