Expo 2015: usare lo smartphone a tavola aumenta il rischio di disturbi alimentari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Disturbi alimentari e utilizzo smodato di smartphone e telefonini, c’è correlazione? Sembrerebbe proprio di sì. A dirlo gli esperti che hanno partecipato ad un workshop organizzato dal Ministero della Salute in occasione dell’Expo 2015 di Milano.

Ormai si parla di una vera e propria dipendenza da internet che colpisce tanti adolescenti in Italia (dalle ultime stime 1 su 3) e che li rende schiavi del proprio dispositivo mobile al tal punto che, nemmeno quando si sta a tavola e si dovrebbe essere concentrati sulle relazioni sociali e soprattutto su ciò che si mangia, riescono davvero a staccarsi. Una cattiva abitudine che potrebbe avere conseguenze molto gravi sia sul rapporto col cibo che sul rapporto e dialogo con i genitori e gli amici.

Durante il workshop, Guido Orsi dell’ordine degli psicologi del Lazio, ha sottolineato che:

“Portando lo smartphone a tavola incorriamo in tre tipi di rischi: uno nutritivo, ovvero mangiamo in modo inconsapevole, favorendo l’obesità o altri problemi come una cattiva digestione o gonfiore; uno sociale, per cui ci isoliamo laddove invece il pasto dovrebbe essere un momento di dialogo, di relazione e condivisione; uno comportamentale perché aumentiamo le possibilita’ di una dipendenza da internet”.

I dispositivi portatili infatti, come ha spiegato Orsi, “inducono un abbassamento della consapevolezza di cosa e quanto si mangia” a tal punto che a volte si finisce per dimenticare cosa c’è nel piatto o peggio ancora si diventa dipendenti da Junk food. In questo modo, a lungo andare, il rischio di incorrere in disturbi alimentari è davvero dietro l’angolo.

Che possiamo fare allora? Tenere a debita distanza le tentazioni quando si mangia e insegnare ai propri figli a fare altrettanto! Via dalla tavola quindi telefonini, smartphone o iPad. Secondo gli esperti per ogni mezz’ora passata dai giovani su internet bisognerebbe compensare con almeno due ore di studio, sport o divertimento “reale” con gli amici, quelli in carne e ossa!

Consigli che nell’era di internet sono tutt’altro che scontati ma che possono essere essenziali per migliorare il rendimento scolastico, le relazioni sociali e soprattutto per fare in modo che i giovani si mantengano in salute.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

SMARTPHONE: COSI’ I GENITORI DIMENTICANO I FIGLI

OBESITY DAY: COME COMBATTERE L’OBESITÀ OGNI GIORNO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook