La soluzione all’antibiotico resistenza è nel latte materno?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

LATTE MATERNO – Trovare una soluzione al problema della resistenza agli antibiotici è una delle grandi sfide della moderna medicina. Come vi abbiamo detto più volte, nel corso di questi anni alcuni batteri sono diventati resistenti alle terapie farmacologiche e urge trovare rapidamente una soluzione che garantisca la salute pubblica.

Una ricerca britannica sostiene che una possibile soluzione alla resistenza agli antibiotici si trovi in una proteina presente nel latte materno che sarebbe in grado di uccidere la maggior parte dei batteri resistenti e avrebbe mostrato efficacia anche contro virus e funghi.

Alla nascita i neonati sono molto vulnerabili agli agenti patogeni, ma grazie all’allattamento al seno ricevono protezione verso numerosi virus e batteri. Gli anticorpi passano dalla madre al figlio ma non solo, sembra che i bambini che per i primi sei mesi di vita abbiano assunto latte materno vedano ridurre anche il rischio di asma e allergie.

Ma torniamo alla notizia. Un team di ricerca del National Physical Laboratory e dell’University College di Londra, ha incentrato i propri studi intorno ad una particolare proteina del latte materno chiamata lattoferrina. Questa proteina funziona in una maniera molto particolare, sembra infatti che sia in grado di perforare le membrane cellulari dei batteri provocandone così la morte. Lo stesso riesce a fare con molti tipi di virus e funghi grazie a un minuscolo frammento (meno di un nanometro di larghezza) individuato dai ricercatori come responsabile appunto delle proprietà anti-microbiche di questa proteina.

La grande novità consiste nel fatto che la lattoferrina si è mostrata attiva anche nei confronti di quei ceppi batterici resistenti agli antibiotici. Gli attacchi di questa sostanza sono così rapidi e precisi che gli scienziati ritengono sia difficile per gli agenti patogeni riuscire a costruire una resistenza in così poco tempo.

Questa scoperta apre le porte a una versione ingegnerizzata che riproduce il metodo di attacco di questa proteina utile al fine di sviluppare cure per quei patogeni divenuti ormai resistenti ai tradizionali farmaci.

Il latte materno è davvero una preziosa risorsa e fonte di sempre nuove sorprese! Potrà davvero essere l’arma del futuro contro i batteri?

Francesca Biagioli

Leggi anche:

RESISTENZA AGLI ANTIBIOTICI: NEL 2050 ALCUNI BATTERI FARANNO PIÙ MORTI DEL CANCRO

LATTE MATERNO: CONTIENE OLTRE 700 TIPI DI BATTERI

LATTE MATERNO FONTE PREZIOSA: CONTIENE ANCHE CELLULE STAMINALI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook