Naturomania

Semi di lino: come utilizzarli

semi lino

I semi di lino sono sempre più conosciuti e utilizzati... è ormai risaputo che fanno benissimo e hanno grandi proprietà, utili in particolare a regolarizzare le funzioni intestinali e a fornire preziosi Omega 3. Non a caso Gandhi diceva: "Ovunque i semi di lino divengano un cibo comune tra la gente, lì ci sarà una salute migliore". Dei tanti benefici dei semi di lino ne abbiamo già parlato nell'articolo sui semi della salute ma visto che c'è un po' di generale perplessità riguardo al loro utilizzo, ho pensato di scrivere questo post per fare un po' di chiarezza...

Semi di lino triturati

Innanzitutto una cosa essenziale da sapere è che mangiare i semi di lino così interi, ad esempio nell'insalata, non ha molto senso. L'involucro di questi semi è molto resistente e il nostro sistema digerente non è in grado di scalfirlo, di conseguenza le proprietà che sono interne a questi piccoli semini non possono essere utilizzate dal nostro organismo. Risultato? I semi di lino passano nel nostro intestino ed escono pari pari come sono entrati ... capite bene l'inutilità. Ecco perché è importante invece triturare prima dell'utilizzo questi piccoli semini in modo tale da poter approfittare di tutte le loro proprietà. Si possono triturare con un minipimer o, se avete tempo, con il metodo tradizionale del mortaio che richiede maggiore pazienza ma è migliore. Sarebbe sempre consigliabile farlo al momento: li trito e li utilizzo! Perché i semi di lino tendono ad irrancidire facilmente e quindi a perdere le proprietà. Se proprio volete avvantaggiarvi il lavoro potete tenerli triturati e chiusi in un barattolino di vetro in frigorifero per un paio di giorni. Lo stesso vale per l'olio: deve stare sempre in frigorifero, diffidate da quegli oli di lino che nei supermercati trovate fuori a temperatura ambiente.

Semi di lino in acqua per una notte

C'è però un caso in cui è buona cosa utilizzare i semi di lino interi, ed è per favorire un riequilibro delle funzioni intestinali in caso di stipsi. Se avete questo problema prendete una manciatina di semi di lino e lasciateli in ammollo per una notte intera coperti. Il giorno dopo noterete che l'acqua è diventata gelatinosa (i semi di lino infatti sono ricchi di mucillagini) a questo punto bevete il composto o, se preferite, filtrate prima i semini e poi bevete solo l'acqua residua. In questo caso non è tanto importante sfruttare le capacità nutrienti dei semi di lino ma piuttosto la loro capacità di creare massa all'interno dell'intestino favorendo l'evacuazione.

Come alternativa all'uovo

Se siete vegani o intolleranti a questo alimento potete utilizzare i semi di lino per le vostre preparazioni culinarie al posto delle uova, basta triturarli e unirli a un po' d'acqua. I piccoli semini riusciranno infatti a mantenere compatto il composto che state preparando.

Su greenMe si è parlato anche del gel ai semi di lino, ottimo ricostituente per i capelli: leggete la ricetta qui.

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania!

Twitter: NaturoManiaBlog

LEGGI ANCHE:

- I semi della salute: sesamo, lino, girasole e zucca
- Alimentazione naturale: attenti alla farina integrale!
- Olio di mandorle dolci: un alleato per pelle e intestino

kipli materassi

KIPLI

Il materasso KIPLI fatto al 100% di lattice naturale. Provalo per 100 giorni!

tuvali 320 a

TuVali

+ di 100 corsi su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

L'elettricità viaggia... su due ruote!
La cometa Panstarrs rincorre la Luna: le immagini
 

Commenti 65

semi di lino

utilizzare sempre acqua piovana o, acqua oligominerale o, al peggio acqua di acquedotto, la quale va posta in contenitore di argilla cotta , non smaltata, ed per 1lt, mescolare argilla verde ventilata, 5-10g, e, per minimo una settimana, lasciarla esposta al sole, per rionizzarla e rivitalizzarla, che tende ad essere di sapore oligominerale e più vicina all'acqua piovana. Quando si mettono in ammollo, i semi di lino, con acqua a temperatura forno di 35°-40°, dopo mezz'ora, si fa il cambio acqua, a pari temperatura!, e dopo 12 ore circa si beve l'acqua mucillaginosa ed i semi o si masticano al max o, triturati con olio di oliva + succo di limone, anche con funzione antiossidante per gli oli polinsaturi, al 70% omega3, si trasforma in pappa , come per i bambini ....il semolino e, si utilizza subito, per evitare irrancidimento. Ottimi , germogliati, in insalata verde, con pezzetti di Cladodi Opuntia , Portulaca , prezzemolo, sedano, cavoli, sempre con olio di oliva giallo oro denso al frantoio, biodinamico. Cambio acqua ammollo, perché i semi cereali legumi, hanno una patina esterna che non permette di assorbire in toto, tutte le loro proprietà !, non a caso, se non messi in ammollo , provocano fastidiosi disturbi intestinali.

0
utilizzare sempre acqua piovana o, acqua oligominerale o, al peggio acqua di acquedotto, la quale va posta in contenitore di argilla cotta , non smaltata, ed per 1lt, mescolare argilla verde ventilata, 5-10g, e, per minimo una settimana, lasciarla esposta al sole, per rionizzarla e rivitalizzarla, che tende ad essere di sapore oligominerale e più vicina all'acqua piovana. Quando si mettono in ammollo, i semi di lino, con acqua a temperatura forno di 35°-40°, dopo mezz'ora, si fa il cambio acqua, a pari temperatura!, e dopo 12 ore circa si beve l'acqua mucillaginosa ed i semi o si masticano al max o, triturati con olio di oliva + succo di limone, anche con funzione antiossidante per gli oli polinsaturi, al 70% omega3, si trasforma in pappa , come per i bambini ....il semolino e, si utilizza subito, per evitare irrancidimento. Ottimi , germogliati, in insalata verde, con pezzetti di Cladodi Opuntia , Portulaca , prezzemolo, sedano, cavoli, sempre con olio di oliva giallo oro denso al frantoio, biodinamico. Cambio acqua ammollo, perché i semi cereali legumi, hanno una patina esterna che non permette di assorbire in toto, tutte le loro proprietà !, non a caso, se non messi in ammollo , provocano fastidiosi disturbi intestinali.
Ospite - Francesca il 18 09 2013
Scie chimiche

....viste le scie chimiche che stanno infestando i nostri cieli...non consiglierei così spensieratamente utilizzo di acqua piovana...almeno non così spesso...

0
....viste le scie chimiche che stanno infestando i nostri cieli...non consiglierei così spensieratamente utilizzo di acqua piovana...almeno non così spesso...:(
Ospite - Giorgia il 24 03 2013

l'acqua piovana oggi giorno non mi sembra una buona idea.

0
l'acqua piovana oggi giorno non mi sembra una buona idea.
l'acqua piovana oggi giorno non mi sembra una buona idea.

perché, .....per quale tua pseudo convinzione o errata idea?

0
perché, .....per quale tua pseudo convinzione o errata idea?
Ospite - Francesca il 18 09 2013

Ricerca da te e informati...potresti scoprire che le pseudo convinzioni o errate idee siano solo tue....

0
Ricerca da te e informati...potresti scoprire che le pseudo convinzioni o errate idee siano solo tue....
Ospite - F.M. il 18 03 2013

Avete qualche consiglio riguardo all'utilizzo dei semi di lino da applicare sulla pelle come rimedio ad infiammazioni da acne/cisti sebacee ?
Un dermatologo mi ha parlato di questa proprietà ma non si trova molto in rete.
Un saluto!

0
Avete qualche consiglio riguardo all'utilizzo dei semi di lino da applicare sulla pelle come rimedio ad infiammazioni da acne/cisti sebacee ? Un dermatologo mi ha parlato di questa proprietà ma non si trova molto in rete. Un saluto!
NaturoMania il 19 03 2013

Sinceramente non ho mai saputo che si potessero utilizzare i semi di lino in questo modo.... Ma ci sono altri rimedi naturali che potrebbero fare al caso tuo, leggi questo articolo: http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/3586-rimedi-naturali-contro-lacne.
Ciao

0
Sinceramente non ho mai saputo che si potessero utilizzare i semi di lino in questo modo.... Ma ci sono altri rimedi naturali che potrebbero fare al caso tuo, leggi questo articolo: http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/3586-rimedi-naturali-contro-lacne. Ciao :)
Ospite - Simonetta il 23 03 2013
olio di semi di lino

....quindi il "Biolio - Olio di Lino da agricoltura biologica" che trovo sugli scaffali dell'Esselunga (non nei frigo) ......non vale nulla?

0
....quindi il "Biolio - Olio di Lino da agricoltura biologica" che trovo sugli scaffali dell'Esselunga (non nei frigo) ......non vale nulla?
NaturoMania il 24 03 2013

BHè io personalmente non lo comprerei mai...l'olio di semi di lino è molto molto delicato e irrancidisce con grande facilità. Deve essere sempre al fresco per poter mantenere intatte le proprietà e quelli che tengono fuori dal frigo (potenzialmente) potrebbero anche aver preso il sole al momento del trasporto nel supermercato.

0
BHè io personalmente non lo comprerei mai...l'olio di semi di lino è molto molto delicato e irrancidisce con grande facilità. Deve essere sempre al fresco per poter mantenere intatte le proprietà e quelli che tengono fuori dal frigo (potenzialmente) potrebbero anche aver preso il sole al momento del trasporto nel supermercato.
olio di semi di lino, da sfatare un pò

Premesso che tutti gli oli di semi, anche se spremuti a freddo, ma in pratica, per la sua estrazione di oli polinsaturi, omega3 al 70%, quindi molto sensibili, a aria luce e calore, inevitabili, durante l'estrazione, dovrebbe essere subito conservato in frigo, trasportato e venduto in frigo. Nell'etichetta degli olio di semi, ma molto spesso, anche in quello monoinsaturo di oliva, Omega9 o acido oleico, non viene mai riportato l'alto numero dei Perossidi, formatisi nell'estrazione olio che diminuiscono l'effetto terapeutico, oltre a relativa scadenza MA, le cose importanti sono i Costi Elevati Commerciali, la mancanza di sinergia seme, che nell'olio, sono assenti in toto, oltre che i semi, rispetto all'olio, sono a costo zero !, con zero perossidi, per masticazione degli stessi e, concludendo, con altissimo effetto_rendimento_terapeutico.

0
Premesso che tutti gli oli di semi, anche se spremuti a freddo, ma in pratica, per la sua estrazione di oli polinsaturi, omega3 al 70%, quindi molto sensibili, a aria luce e calore, inevitabili, durante l'estrazione, dovrebbe essere subito conservato in frigo, trasportato e venduto in frigo. Nell'etichetta degli olio di semi, ma molto spesso, anche in quello monoinsaturo di oliva, Omega9 o acido oleico, non viene mai riportato l'alto numero dei Perossidi, formatisi nell'estrazione olio che diminuiscono l'effetto terapeutico, oltre a relativa scadenza MA, le cose importanti sono i Costi Elevati Commerciali, la mancanza di sinergia seme, che nell'olio, sono assenti in toto, oltre che i semi, rispetto all'olio, sono a costo zero !, con zero perossidi, per masticazione degli stessi e, concludendo, con altissimo effetto_rendimento_terapeutico.
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 20 Gennaio 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
banner calendario
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram