Naturomania

Depurarsi con l’argilla ventilata

immagine

Molti di voi conosceranno l’argilla come rimedio naturale per il benessere della pelle di viso e corpo… ma le potenzialità dell’argilla sono più grandi di quanto solitamente si immagina. Abbiamo parlato della depurazione e la re-mineralizzazione attraverso il succo di limone sciolto in acqua calda, dei benefici disintossicanti della dieta dell’uva… oggi parliamo invece di come depurarsi con l’argilla ventilata!

Già dai tempi antichi l’argilla era utilizzata come portentoso rimedio: si applicavano localmente impacchi per risolvere situazioni di acne, dermatiti, scottature ma anche problemi articolari, ossei e muscolari come distorsioni, contusioni, fratture e dolori reumatici. Le vere e più profonde potenzialità dell’argilla sono però quelle che si evidenziano nel caso si scelga di farne un uso interno. L'argilla è infatti ricca di oligoelementi e minerali come silice, ferro, calcio, magnesio e potassio, ha quindi un forte potere rimineralizzante oltre che antisettico, assorbente, battericida e cicatrizzante. Contribuisce inoltre a de-acidificare il corpo dato il suo PH leggermente alcalino.

La ricetta classica se volete assumere argilla per via interna è questa (ne esistono però alcune varianti da valutare a seconda delle esigenze):

Sciogliere mezzo cucchiaino da caffè di argilla ventilata in mezzo bicchiere d’acqua. Mescolare il tutto con un cucchiaio di legno o un bastoncino (è importante che non sia qualcosa di metallo) e lasciare riposare il composto coperto da una garza o un panno di cotone per una notte in modo che l’argilla si depositi sul fondo. Bere la mattina seguente a digiuno solo l’acqua, eliminando ciò che è rimasto sul fondo.

Il cosiddetto gel d’argilla, ovvero l’acqua con l’argilla depositata sul fondo, va bevuta per un mese tutte le mattine a digiuno! Il trattamento si dovrebbe ripetere con una pausa di 10 giorni anche il mese successivo. In questo modo si ottengono diversi benefici: depurazione di sangue e pelle, disintossicazione dell’apparato digerente e stimolazione delle naturali funzioni di fegato, bile e reni. Inoltre questa 'terapia naturale' è in grado di fornirci uno sprint in più dato che l’argilla riesce a cedere all'organismo piccole quantità di energia elettromagnetica.

Grazie alle sue potenzialità assorbenti, l'argilla ventilata è anche un potente chelante, ovvero è utile a tutte le persone che vogliono disintossicarsi dai metalli pesanti o altre sostanze tossiche presenti nell'organismo.

AVVERTENZE IMPORTANTI:

  • Tenete presente che l’assunzione di argilla può dare problemi di stitichezza. Se dovesse accadere questo potete arginare la situazione utilizzando semi di lino, prugne, fichi secchi, kiwi o altri rimedi naturali.
  • Nel caso vogliate provare ad assumere per via interna l’argilla ricordate di non utilizzare nessun contenitore o mestolo di metallo!!!!! L’argilla è molto assorbente…
  • Per uso interno, l’argilla va sciolta in acqua pura possibilmente di fonte, non clorata o, a limite, minerale naturale.
  • Una volta iniziata la cura d'argilla sarebbe meglio non interromperla per almeno un mese dato che si innescano processi profondi di purificazione ed eliminazione di tossine. Naturalmente nel caso accusiate qualche sintomo di allergia o fastidio prolungato interrompete immediatamente!!!! A questo proposito, se non l’avete mai utilizzata neppure come impacco esterno provate prima l’utilizzo topico in modo da vedere la reazione del vostro corpo.
  • Comprate l'argilla ventilata in erboristeria specificando l'uso che volete farne...
  • Evitate l'uso interno di argilla se assumete farmaci, potrebbe interferire!

Altri utilizzi dell’argilla:

  • Anticellulite: applicata sulle zone in cui sono presenti i ‘cuscinetti’ è in grado di assorbire liquidi in eccesso e cedere in cambio sali minerali.
  • Antinfiammatorio: applicata nelle zone in cui sentiamo dolore è in grado di assorbire tossine e acidi in eccesso con effetto rigenerante per i tessuti.
  • Antiforfora e rimedio per i capelli grassi: è possibile provare degli impacchi a base di argilla sulla cute.
  • Per infiammazioni vaginali: tante persone utilizzano con successo delle lavande a base di argilla.
  • In caso di reumatismi o artriti: sono consigliati i bagni di argilla
  • Antinfiammatorio del cavo orale: si possono fare più volte al giorno gargarismi a base di argilla.

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania!

Twitter: NaturoManiaBlog

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

Vietato vendere animali per favorire le adozioni: ...
Ci sono "problemi" e problemi: la campagna di Wate...
 

Commenti 43

Ospite - Silvia il 11 10 2012

Tutto molto interessante.. Peccato che da me tutti questi materiali siano introvabili e prenderli sul web spesso costa parecchio.. -_-"

0
Tutto molto interessante.. Peccato che da me tutti questi materiali siano introvabili e prenderli sul web spesso costa parecchio.. -_-"
Ospite - Angela Bettini il 12 10 2012

Ciao, grazie per gli utili consigli! Volevo chiederti una specificazione: se io volessi fare gli impacchi di argilla su articolazioni infiammate devo fare solo un cataplasma caldo? E per le lavande vaginali, come regolarsi per le quantità?
Grazie ancora Angela

0
Ciao, grazie per gli utili consigli! Volevo chiederti una specificazione: se io volessi fare gli impacchi di argilla su articolazioni infiammate devo fare solo un cataplasma caldo? E per le lavande vaginali, come regolarsi per le quantità? Grazie ancora Angela

Li puoi fare sia a temperatura ambiente che caldi (nel caso sciogliendo il tutto a bagno maria)...vedi come ti senti tu, se preferisci applicare qualcosa di caldo o meno sulla parte interessata! per la lavanda vaginale di solito si usa 1 cucchiaio di argilla in un litro di acqua! cmq personalmente questa lavanda non l'ho mai provata...a breve pubblicherò un post con dei consigli utili per l'igiene intima, all'interno ci sarà una ricetta di una lavanda ottima!! sperimentata con successo per diversi disturbi! ;-)

0
Li puoi fare sia a temperatura ambiente che caldi (nel caso sciogliendo il tutto a bagno maria)...vedi come ti senti tu, se preferisci applicare qualcosa di caldo o meno sulla parte interessata! per la lavanda vaginale di solito si usa 1 cucchiaio di argilla in un litro di acqua! cmq personalmente questa lavanda non l'ho mai provata...a breve pubblicherò un post con dei consigli utili per l'igiene intima, all'interno ci sarà una ricetta di una lavanda ottima!! sperimentata con successo per diversi disturbi! ;-)
Ospite - rox il 17 01 2015

Provata come lavaggio interno per la fastidiosissima candida, scomparsa immediatamente. Più che soddisfatta

1
Provata come lavaggio interno per la fastidiosissima candida, scomparsa immediatamente. Più che soddisfatta

L'argilla ventilata si trova in tutte le erboristerie e, a volte, anche nelle farmacie ben fornite! costa pochissimo e oltre tutto se ne usa una quantità abbastanza limitata... il vero problema per me è l'acqua. trovarne una di fonte in città è un po' difficile. poi cos'altro serve???

0
L'argilla ventilata si trova in tutte le erboristerie e, a volte, anche nelle farmacie ben fornite! costa pochissimo e oltre tutto se ne usa una quantità abbastanza limitata... il vero problema per me è l'acqua. trovarne una di fonte in città è un po' difficile. poi cos'altro serve???
Ospite - Angela il 14 10 2012

Grazie 1000!!!
Proverò immediatamente gli impacchi alle spalle doloranti!!! Angela

0
Grazie 1000!!! Proverò immediatamente gli impacchi alle spalle doloranti!!! Angela

Angela tu ormai sei la mia cavia ufficiale, ormai :-)

0
Angela tu ormai sei la mia cavia ufficiale, ormai :-)
Ospite - Martina il 09 12 2012

Per le infiammazioni di solito la uso con l'acqua fredda (es: tendiniti).
Invece per il mal di testa soprattutto se da sinusite, con acqua calda (ma poi bisogna 'sentire' cosa fa meglio x sè in quel momento).
Per uso intimo, la uso e suggerisco molto in caso di candida, anche come "talco" da mettere dopo l'igiene intima.
La uso anche in bocca x le afte! Siccome ho sempre la mia tazza x l'argilla, ne prendo un pezzetto di quella che si è seccata e la applico sull'afta e si scioglie piano piano

0
Per le infiammazioni di solito la uso con l'acqua fredda (es: tendiniti). Invece per il mal di testa soprattutto se da sinusite, con acqua calda (ma poi bisogna 'sentire' cosa fa meglio x sè in quel momento). Per uso intimo, la uso e suggerisco molto in caso di candida, anche come "talco" da mettere dopo l'igiene intima. La uso anche in bocca x le afte! Siccome ho sempre la mia tazza x l'argilla, ne prendo un pezzetto di quella che si è seccata e la applico sull'afta e si scioglie piano piano

Grazie per averci raccontato come usi l'argilla Martina! E complimenti per il tuo lavoro...ho dato un'occhiata al sito! ;-)

0
Grazie per averci raccontato come usi l'argilla Martina! E complimenti per il tuo lavoro...ho dato un'occhiata al sito! ;-)
Ospite - Giacomo il 02 10 2013
Argilla e farmaci

Ciao martina! Volevo chiederti se posso usare l argilla ventilata facendo uso di antidepressivi

0
Ciao martina! Volevo chiederti se posso usare l argilla ventilata facendo uso di antidepressivi
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 25 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram