Naturomania

Bagni derivativi: un metodo naturale per disintossicare l'organismo

Quella dei bagni derivativi è una pratica semplice ed economica che si può utilizzare per disintossicare l’organismo da tutte quelle sostanze e scorie accumulate che, a lungo andare, provocano la comparsa di disturbi e patologie.

Cosa serve per fare un bagno derivativo? Una spugna e tanta acqua fresca (non gelata)! Il procedimento è molto semplice, bisogna rinfrescare per almeno 10 minuti la zona inguinale (entrambi i lati) con leggere frizioni da effettuare a partire dall’inguine e verso l’ano, quindi dall’alto verso il basso.

Cose molto importanti da considerare durante questa pratica sono: tenere il resto del corpo caldo (in particolare i piedi) ed effettuare i bagni derivativi lontano dai pasti. Per il resto non ci sono grosse avvertenze tranne quella di non utilizzare questo metodo disintossicante in caso si abbia poca energia vitale, ad esempio in caso di gravi malattie, interventi chirurgici recenti o se si è eccessivamente sottopeso/sovrappeso.

Grazie alla frizione e al conseguente raffreddamento delle zone intime si contribuisce a riattivare circolazione, sistema linfatico e digestivo, aiutando così il fisico ad eliminare le tossine. Per avere un effetto duraturo ed ottimale è necessario dedicare un po’ di tempo ai bagni derivativi ogni giorno, aumentando gradualmente la durata del trattamento (che comunque dipende da età e peso della persona che lo effettua), evitare di fare doccia o bagno subito dopo, facendo attenzione invece a mantenere la propria temperatura corporea sufficientemente calda creando così contrasto con la zona frizionata.

I bagni derivativi sono rimedi naturali utilizzati soprattutto in caso di:

  1. Insonnia
  2. Allergie
  3. Acne
  4. Asma
  5. Dolori alla schiena, al collo e ai denti
  6. Cellulite
  7. Emorroidi
  8. Herpes
  9. Mestruazioni dolorose
  10. Stitichezza
  11. Mal di testa
  12. Dipendenza da droghe o nervini
  13. Regolazione del peso
  14. Perdita dei capelli

Tante persone hanno sperimentato questo metodo con successo, provate anche voi

Ps: per saperne di più potete leggere “Il Nuovo Libro dei Bagni Derivativi” - France Guillain – Edizioni Età dell’Acquario

LEGGI ANCHE: Bagni derivativi: strumenti utili e come praticarli

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Come e quando raccogliere gli ortaggi estivi
Felicità, buonismo e irresponsabilità
 

Commenti 18

Ciao Ornella! come ti trovi con le frizioni fredde? che benefici hai riscontrato? io ho iniziato con i bagni derivativi da un paio di giorni....a presto Francesca

0
Ciao Ornella! come ti trovi con le frizioni fredde? che benefici hai riscontrato? io ho iniziato con i bagni derivativi da un paio di giorni....a presto Francesca

Ciao Francesca.....io faccio le frizioni fredde in tutto il corpo la mattina e altre pratiche di idroterapia che ho imparato alla scuola di naturopatia che frequento, che in questa materia oltre all'iridologia e dietetica è la più competente in materia...a presto Ornella Bellettato

0
Ciao Francesca.....io faccio le frizioni fredde in tutto il corpo la mattina e altre pratiche di idroterapia che ho imparato alla scuola di naturopatia che frequento, che in questa materia oltre all'iridologia e dietetica è la più competente in materia...a presto Ornella Bellettato

Ciao francesca
Mi trovo bene con le frizioni...ma le faccio a periodi sarebbe giusto farle ogni mattina appena alzata (la doccia la sera) come prima cosa. A volte se ho problemi di raffreddore o sinusite faccio getti dai piedi al ginocchio caldi e freddi ( c'è un metodo particolare) e questo serve per tutti i problemi che coinvolgono la testa quindi mal di testa insonnia etc...buona serata

0
Ciao francesca Mi trovo bene con le frizioni...ma le faccio a periodi sarebbe giusto farle ogni mattina appena alzata (la doccia la sera) come prima cosa. A volte se ho problemi di raffreddore o sinusite faccio getti dai piedi al ginocchio caldi e freddi ( c'è un metodo particolare) e questo serve per tutti i problemi che coinvolgono la testa quindi mal di testa insonnia etc...buona serata

interessantissimo grazie!!! buona serata a te

0
interessantissimo grazie!!! buona serata a te

[...] un precedente post vi ho parlato dei bagni derivativi descritti da France Guillain nei suoi libri, un metodo semplice ed economico per disintossicarsi e [...]

0
[...] un precedente post vi ho parlato dei bagni derivativi descritti da France Guillain nei suoi libri, un metodo semplice ed economico per disintossicarsi e [...]
Ospite - Francesca Banti il 09 12 2012

Io li ho fatti per un periodo, sicuramente provavo una sensazione di benessere, ma mi è anche venuta la cistite due volte subito dopo.
Credo il motivo sia che non sono particolarmente indicati per le persone che hanno una costituzione di base fredda, mentre sono molto indicati per chi ha una costituzione calda.

0
Io li ho fatti per un periodo, sicuramente provavo una sensazione di benessere, ma mi è anche venuta la cistite due volte subito dopo. Credo il motivo sia che non sono particolarmente indicati per le persone che hanno una costituzione di base fredda, mentre sono molto indicati per chi ha una costituzione calda.
giuseppe

be io penso siccome è un procedimento disintossicante bisogna anche bere molta acqua per aiutare le tossine a uscire dall'organismo forse dico forse per questo motivo ti è venuta la cistite nn bevevi i 3 litri consigliati giornalmente di acqua

0
be io penso siccome è un procedimento disintossicante bisogna anche bere molta acqua per aiutare le tossine a uscire dall'organismo forse dico forse per questo motivo ti è venuta la cistite nn bevevi i 3 litri consigliati giornalmente di acqua
NaturoMania il 15 04 2013

ottima osservazione! bere molto, SEMPRE! anche se non si praticano i bagni derivativi

0
ottima osservazione! bere molto, SEMPRE! anche se non si praticano i bagni derivativi :D

Cara Fra, l'interpretazione che hai dato alla cosa è esattamente il contrario di quella che dovevi dare! ;-) All'inizio come spesso avviene in omeopatia c'è un peggioramento dei sintomi, e si possono manifestare di nuovo veccchi disturbi sopiti. Ad esempio io quando li praticavo ho avuto dei dolori mestruali fortissimi come non avevo da anni... E' segno di disintossicazione in corso e bisognerebbe non scoraggiarsi ma continuare. D'inverno col freddo però non ce la faccio proprio...magari riprenderò in primavera! ciao ciao

0
Cara Fra, l'interpretazione che hai dato alla cosa è esattamente il contrario di quella che dovevi dare! ;-) All'inizio come spesso avviene in omeopatia c'è un peggioramento dei sintomi, e si possono manifestare di nuovo veccchi disturbi sopiti. Ad esempio io quando li praticavo ho avuto dei dolori mestruali fortissimi come non avevo da anni... E' segno di disintossicazione in corso e bisognerebbe non scoraggiarsi ma continuare. D'inverno col freddo però non ce la faccio proprio...magari riprenderò in primavera! ciao ciao
Ospite - daniela il 07 07 2013

Concordo. Quando il corpo inizia a disintossicarsi è ovvio che "butti fuori" .... la sporcizia che ha dentro. E' normale, come in altre pratiche, che si abbiano dei peggioramenti. Io conosco questi bagni e confermo che a me danno beneficio. Però integrati con una alimentazione disintossicante sono ancora meglio.

0
Concordo. Quando il corpo inizia a disintossicarsi è ovvio che "butti fuori" .... la sporcizia che ha dentro. E' normale, come in altre pratiche, che si abbiano dei peggioramenti. Io conosco questi bagni e confermo che a me danno beneficio. Però integrati con una alimentazione disintossicante sono ancora meglio.
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 21 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook