Naturomania

Dieta dei gruppi sanguigni: realtà o fantascienza?

dieta gruppi sanguigni

La dieta dei gruppi sanguigni è una teoria alimentare elaborata e diffusa dal naturopata americano Peter d’Adamo, autore di diversi libri tra cui “L’alimentazione su misura” in cui spiega nel dettaglio di cosa si tratta e come seguirla. Anche in Italia questo punto di vista viene attivamente portato avanti da diversi medici o naturopati, tra i quali il più famoso è senza dubbio il dottor Mozzi.

Ma in cosa consiste? Beh, la proposta di D’Adamo è decisamente originale e accattivante dato che considera il gruppo sanguigno come base e chiave per raggiungere la salute ottimale. Il gruppo sanguigno a cui apparteniamo sarebbe infatti l’impronta genetica che ci caratterizza e che dovremmo seguire il più fedelmente possibile. Nel sangue sarebbe scritto cosa possiamo o non possiamo mangiare (in base alle potenzialità del nostro sistema digerente), di quale attività fisica abbiamo bisogno e delle piante di cui ci possiamo servire (in base alle caratteristiche del nostro sistema immunitario).

Per elaborare questa teoria si parte da molto lontano… i gruppi sanguigni infatti sono nati in diverse epoche storiche ed è proprio tenendo conto di questo che d’Adamo stila un profilo per ogni gruppo comprensivo di un elenco di alimenti divisi in 3 categorie: benèfici (ovvero dei veri e propri farmaci-alimenti); indifferenti, cibi che servono a saziare e mantenere il giusto apporto calorico; e da evitare, ovvero gli alimenti nocivi per quel particolare gruppo sanguigno.
Ogni gruppo, dunque, ha una sua storia e determinate specificità, vediamole sinteticamente…

GRUPPO 0 – IL CACCIATORE/RACCOGLITORE
Secondo d’Adamo è il gruppo più antico, comparso in Africa circa 40mila anni fa quando gli uomini erano appunto cacciatori e si nutrivano oltre che di carne anche di semi e radici che raccoglievano. Il tipo 0 è dotato di un buon sistema immunitario e apparato digerente, punto debole invece è la tiroide che è tendenzialmente rallentata. Per quanto riguarda l’alimentazione consigliata D’Adamo scrive “le persone con gruppo sanguigno di tipo 0 stanno bene seguendo una dieta ricca di proteine animale e un programma di attività fisica intensa (…) Non tollerano bene i prodotti caseari e i cereali”. Via libera dunque a carni magre e pesce ma anche a frutta e verdura. Questo gruppo deve evitare la sedentarietà e praticare un’attività fisica regolare e intensa.

GRUPPO A – L’AGRICOLTORE
Secondo la teoria di D’Adamo “le persone di tipo A si sentono meglio seguendo una dieta vegetariana, eredità tramandata dai loro antenati che erano diventati stanziali, contadini e poco aggressivi…”. Si tratta quindi di un metabolismo esattamente opposto a quello del tipo 0, il gruppo A ha infatti un apparato digerente fragile e lo stesso vale per il suo sistema immunitario. Ottiene benefici praticando attività di tipo distensivo e rilassante, come lo yoga. Per quanto riguarda la dieta dovrebbe evitare carne, grano, latte e derivati favorendo invece un’alimentazione a base di legumi, verdure, frutta fresca e secca, semi oleosi e cereali.

GRUPPO B – IL PASTORE E IL NOMADE
La dieta del gruppo B è molto bilanciata ed include una grande varietà di alimenti”. Si tratta quindi di un soggetto a cui si addice una dieta onnivora a tutti gli effetti. L’alimentazione consigliata da D’Adamo a questo gruppo sanguigno comprende infatti molti cibi: carni magre (pollo escluso), pesce, verdure a foglia verde, frutta. Per quanto riguarda l’attività fisica, al gruppo B è consigliato uno sport moderato come nuoto, bicicletta o arti marziali.

GRUPPO AB – IL MODERNO O L’ENIGMATICO
Si tratta del gruppo sanguigno più giovane apparso circa 1000 anni fa e che possiede solo il 2-5% della popolazione. Alcune caratteristiche sono simili al gruppo A, altre al gruppo B, è chiamato da D’Adamo l’enigmatico proprio per la difficoltà di definirlo con precisione. Per quanto riguarda l’alimentazione questo gruppo dovrebbe limitare il consumo di carne rossa, insaccati e pasta prediligendo invece pesce, latticini, ortaggi, grassi vegetali, frutta e bevande come tè e caffè. Attività fisica consigliata: yoga, tai chi, bicicletta, tennis o nuoto.

Non voglio dare giudizi di valore (dato che non conosco approfonditamente l’argomento) anche se non nascondo che questo tipo di classificazione mi lascia un po’ perplessa. Resta il fatto però che molte persone seguendo questo tipo di dieta mostrano grande soddisfazione e buoni risultati (sarà che per quasi tutti i gruppi vengono esclusi glutine e latticini, le due grandi intolleranze dei nostri giorni?). Personalmente posso dirvi, sarà un caso, che faccio parte del gruppo A e da quando sono passata alla dieta vegetariana (per tutt’altri motivi!) ho visto scomparire parecchi piccoli disturbi. Di contro però non consiglierei a nessuno di avere un’alimentazione ricca di proteine animali come quella che dovrebbe seguire il gruppo 0.

Sarei curiosa di sapere le opinioni di chi ha seguito questo regime alimentare, se vi va raccontateci la vostra esperienza nella zona commenti!

Alla prossima
Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania !
Twitter: NaturoManiaBlog

tuvali 320 a

TuVali

+ di 130 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

donnapop

Segui DonnaPOP

Il magazine femminile che trascina nell'arena i trend del momento!

Come preparare il macerato di ortica per l’orto
Rifiuti spaziali: il satellite Goce a ottobre si s...
 

Commenti 97

Sono d'accordo, i tuoi dubbi sono anche i miei

Anch'io come te sono un po' dubbioso sulle diete legate ai gruppi sanguigni. Sono un gruppo A e casualmente (o meglio per scelte vere e proprie, maturate in anni di esperienza praticata su dume) il mio attuale profilo di consumi e attività corrisponde a quanto previsto nel gruppo A di D'Adamo; sono stato Vegetariano fino a 6 mesi fa, ora sono vegano. Sto benissimo ma se fossi un gruppo 0 non mangerei certamente ciò che prevede il metodo. La domanda che mi faccio è: significa davvero che chi appartiene al gruppo 0 non entra in acidosi sistemica pur mangiando carne e facenddo intensa attività fisica? Non conosco tutti i retroscena di questo metodo , ma quali e quanti altri alimenti alcalinizzanti dovrà mangiare il Gruppo 0 per non incorrere nell'acidosi e in tutti disturbi ad essi correlati?!

1
Anch'io come te sono un po' dubbioso sulle diete legate ai gruppi sanguigni. Sono un gruppo A e casualmente (o meglio per scelte vere e proprie, maturate in anni di esperienza praticata su dume) il mio attuale profilo di consumi e attività corrisponde a quanto previsto nel gruppo A di D'Adamo; sono stato Vegetariano fino a 6 mesi fa, ora sono vegano. Sto benissimo ma se fossi un gruppo 0 non mangerei certamente ciò che prevede il metodo. La domanda che mi faccio è: significa davvero che chi appartiene al gruppo 0 non entra in acidosi sistemica pur mangiando carne e facenddo intensa attività fisica? Non conosco tutti i retroscena di questo metodo , ma quali e quanti altri alimenti alcalinizzanti dovrà mangiare il Gruppo 0 per non incorrere nell'acidosi e in tutti disturbi ad essi correlati?!
Ospite - Gabrile il 02 10 2013
per rispondere a Massimo...

io sono gruppo '0' e sono anche vegetariano, ma vi assicuro che ho cominciato a stare bene da quando ho smesso di mangiare carne, quindi almeno per quanto riguarda la mia esperienza, direi che non ci "azzecca" ...
L tiroide credo sia ok, mentre invece il sistema digerente non è proprio il mio punto forte. Insomma il contrario di quanto asserisce il metodo ...

0
io sono gruppo '0' e sono anche vegetariano, ma vi assicuro che ho cominciato a stare bene da quando ho smesso di mangiare carne, quindi almeno per quanto riguarda la mia esperienza, direi che non ci "azzecca" ... :) L tiroide credo sia ok, mentre invece il sistema digerente non è proprio il mio punto forte. Insomma il contrario di quanto asserisce il metodo ...
Ospite - LauraIsideInes il 22 09 2013
dieta gruppi sanguigni

buongiorno.. la conosco ma.. temo molto i probabili facili entusiasmi della gente alle "campagne" cosiddette innovative in genere e tanto più quando si tratta di.. diete! in questa.. la cosa che trovo più improbabile è che si sconsiglino o consiglino alimenti sulla base di un riferimento (il gruppo sanguigno appunto) tanto "generico" .. se non sbaglio ne esistono solo quattro (gruppi) per l'intera umanità, giusto? ... insomma, son dell'idea che alla base di tutto ci sia la consapevolezza di se e poi.. senza dubbio l'affidarsi a qualcuno che con altrettanta consapevolezza e valida esperienza possa consigliarci adeguatamente perché ogi corpo, ogni mente, ogni persona ha proprie caratteristiche, esigenze e necessità che non possono in alcun caso esser generalizzate..
e in ultimo, per dirla tutta, il dr. mozzi mi pare non faccia altro che consigliare cose piuttosto ovvie a preacinder da gruppi sanguigni o chissà che altro..

1
buongiorno.. la conosco ma.. temo molto i probabili facili entusiasmi della gente alle "campagne" cosiddette innovative in genere e tanto più quando si tratta di.. diete! in questa.. la cosa che trovo più improbabile è che si sconsiglino o consiglino alimenti sulla base di un riferimento (il gruppo sanguigno appunto) tanto "generico" .. se non sbaglio ne esistono solo quattro (gruppi) per l'intera umanità, giusto? ... insomma, son dell'idea che alla base di tutto ci sia la consapevolezza di se e poi.. senza dubbio l'affidarsi a qualcuno che con altrettanta consapevolezza e valida esperienza possa consigliarci adeguatamente perché ogi corpo, ogni mente, ogni persona ha proprie caratteristiche, esigenze e necessità che non possono in alcun caso esser generalizzate.. e in ultimo, per dirla tutta, il dr. mozzi mi pare non faccia altro che consigliare cose piuttosto ovvie a preacinder da gruppi sanguigni o chissà che altro..
Ospite - franco il 23 09 2013

cara LAURA,ognuno giustamente la pensa come vuole ,ma nella vita quello che vale è l'esperienza io di anni ne ho 65 e penso di saper distinguere un ciarlatano ,il dott.MOZZI non lo è.Io personalmente ho avuto eperienza ,sono guarito dalla VITILIGINE con l'aloe vera (sono di gruppo A),mentre a dei miei conoscenti niente di niente.
La vitiligine a detta dai dott della chimica NON E' GUARIBILE
Il dott MOZZI l'ha specificato : l'aloe vera va bene per il gruppo A
un caro saluto

0
cara LAURA,ognuno giustamente la pensa come vuole ,ma nella vita quello che vale è l'esperienza io di anni ne ho 65 e penso di saper distinguere un ciarlatano ,il dott.MOZZI non lo è.Io personalmente ho avuto eperienza ,sono guarito dalla VITILIGINE con l'aloe vera (sono di gruppo A),mentre a dei miei conoscenti niente di niente. La vitiligine a detta dai dott della chimica NON E' GUARIBILE Il dott MOZZI l'ha specificato : l'aloe vera va bene per il gruppo A un caro saluto
Ospite - franco il 22 09 2013

Buongiorno,mi chiamo FRANCO e credo proprio che ci sia del vero .
Noi siamo vegani da circa quattro anni( prima eravamo onnivori) e siamo di gruppo A ,ci siamo inbattuti casualmente nel dott. PIERO MOZZI e avendo anche letto il libro di PETER d'ADAMO abbiamo messo in pratica quello che che dicono .Veramente a onor di cronaca ci ha convinti il dott. MOZZI .Abbiamo imparato ad ascoltare il nostro corpo e abbiamo notato quello che gradisce e casualmente è proprio quello che il dott MOZZI dice di mangiare.Le arance ad esempio che noi facevamo uso non capivamo perchè ci portavano acidità e non si digerivamo ,abbiamo eliminato anche altra frutta e verdura sempre per lo stesso motivo ASCOLTIAMO IL CORPO . Essendo vegani, l'unica l'ibertà che ci siamo presi è quella di non mangiare la carne di pollo, tacchino e salmone quello che il dott MOZZI dice di mangiare a tutti i gruppi di sangue .
Questa è la nostra esperienza ad oggi.
UN CARO SALUTO

0
Buongiorno,mi chiamo FRANCO e credo proprio che ci sia del vero . Noi siamo vegani da circa quattro anni( prima eravamo onnivori) e siamo di gruppo A ,ci siamo inbattuti casualmente nel dott. PIERO MOZZI e avendo anche letto il libro di PETER d'ADAMO abbiamo messo in pratica quello che che dicono .Veramente a onor di cronaca ci ha convinti il dott. MOZZI .Abbiamo imparato ad ascoltare il nostro corpo e abbiamo notato quello che gradisce e casualmente è proprio quello che il dott MOZZI dice di mangiare.Le arance ad esempio che noi facevamo uso non capivamo perchè ci portavano acidità e non si digerivamo ,abbiamo eliminato anche altra frutta e verdura sempre per lo stesso motivo ASCOLTIAMO IL CORPO . Essendo vegani, l'unica l'ibertà che ci siamo presi è quella di non mangiare la carne di pollo, tacchino e salmone quello che il dott MOZZI dice di mangiare a tutti i gruppi di sangue . Questa è la nostra esperienza ad oggi. UN CARO SALUTO
Ospite - Teo il 22 09 2013
Gruppo 0

Mah....per me è una bufaletta....Sono gruppo 0, vegetariano e sto benissimo

0
Mah....per me è una bufaletta....Sono gruppo 0, vegetariano e sto benissimo :)
Ospite - gabri il 26 12 2013
gruppo 0

io sono vegetaiana da 5 ani e in transito a vegana da circa un anno... posso solo dire che sto eliminando alcuni frutti ed alcuni cereali e legumi che mi danno fastidi intestinali.. ma sentendo il mio corpo sono piuttosto regolare in tuttoe mi sento bene... non condivido quindi questa strada... grazie

0
io sono vegetaiana da 5 ani e in transito a vegana da circa un anno... posso solo dire che sto eliminando alcuni frutti ed alcuni cereali e legumi che mi danno fastidi intestinali.. ma sentendo il mio corpo sono piuttosto regolare in tuttoe mi sento bene... non condivido quindi questa strada... grazie
Ospite - Marco il 27 09 2013

Anche io sono 0 e non sono vegetariano ma sto bene (anzi meglio da quando seguo Mozzi). Visto che il dr.Mozzi è sicuro che una persona di gruppo 0 non può star bene senza proteine animali (escluso maiale e latticini) mi piacerebbe trovare vegetariani che lo siano da almeno 20 anni senza aver avuto mai patologie di nessun genere. Sei uno di quelli?

0
Anche io sono 0 e non sono vegetariano ma sto bene (anzi meglio da quando seguo Mozzi). Visto che il dr.Mozzi è sicuro che una persona di gruppo 0 non può star bene senza proteine animali (escluso maiale e latticini) mi piacerebbe trovare vegetariani che lo siano da almeno 20 anni senza aver avuto mai patologie di nessun genere. Sei uno di quelli?
Ospite - Gabri il 07 01 2014
amico di un gruppo zero

ciao io ho un amico del grupo 0 che ha 52 anni , all'età di 20 anni è stato sul punto di morte con un epatite C che porta ancora con se ma bella traquila ed innoqua , ovviamente non ha più toccato alcol segue una dieta ayurvedica completamente vegetariana , ne carne e ne pesce , usa qualche integratore che il medico gli ha prescritto , e vive da 32 anni così e stà benissimo oggi ....adesso non vorrete mica dire che voi mozziani non avete mai nulla ??? siete diventati dei super uomini ??? avrete pure anche voi qualche volta le vostre beghettine di salute ????

0
ciao io ho un amico del grupo 0 che ha 52 anni , all'età di 20 anni è stato sul punto di morte con un epatite C che porta ancora con se ma bella traquila ed innoqua , ovviamente non ha più toccato alcol segue una dieta ayurvedica completamente vegetariana , ne carne e ne pesce , usa qualche integratore che il medico gli ha prescritto , e vive da 32 anni così e stà benissimo oggi ....adesso non vorrete mica dire che voi mozziani non avete mai nulla ??? siete diventati dei super uomini ??? avrete pure anche voi qualche volta le vostre beghettine di salute ????
Ospite - franco il 30 09 2013

Io no, ma mia nuora (quella che portò il verbo in casa )
è VEGANA dall'età di 18 anni adesso ne ha 42 .
Non ha mai sofferto di nessuna patologia e
a voler precisare neppure il giorno del ciclo tanto odiato dalle donne.
Un caro saluto

0
Io no, ma mia nuora (quella che portò il verbo in casa ) è VEGANA dall'età di 18 anni adesso ne ha 42 . Non ha mai sofferto di nessuna patologia e a voler precisare neppure il giorno del ciclo tanto odiato dalle donne. Un caro saluto
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 16 Febbraio 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram