Rimedi naturali cistite: Cranberry, il mirtillo rosso americano

cranberry

Durante la stagione estiva aumentano i casi di cistite e le recidive di questo fastidiosissimo disturbo, ciò spesso è dovuto ad un abbassamento delle difese immunitarie, un po' fisiologico soprattutto se si sta per staccare la spina dopo un anno particolarmente stressante e faticoso. Inoltre c'è da dire che le cistiti ritornano all'attacco più facilmente quando fa caldo, se si cambia alimentazione, si ha problemi ad andare in bagno e in tutte le situazioni in cui si è più a contatto con i batteri che la provocano (tra cui il più comune è l'Escherichia coli).


Tra i rimedi naturali più efficaci c'è senza dubbio il Cranberry (Vaccinium macrocarpon), mirtillo rosso di origine americana già utilizzato dalle antiche popolazioni locali per le infezioni delle vie urinarie ma anche come antibatterico per disinfettare le ferite. Questo piccolo frutto, le cui proprietà sono state confermate ormai anche dalla ricerca scientifica, contiene infatti molte sostanze (tra cui flavonoidi, antocianosidi, acido citrico e acido malico) in grado di svolgere un'azione antibatterica e di regolare il pH dell'urina. 

Si è visto infatti come il succo di mirtillo rosso sia in grado di rendere la mucosa delle vie urinarie antiaderente ai batteri patogeni, impedendo in questo modo che essi si riproducano.
Ottimi risultati si hanno soprattutto utilizzando il cranberry a scopo preventivo ma questo rimedio viene consigliato in associazione ad altri sempre di origine naturale (e in alcuni casi agli antibiotici) anche per curare cistiti sporadiche o ricorrenti.

Il mirtillo rosso si può assumere sia in succo che in capsule, il primo è ottimo in fase preventiva, l'estratto secco invece è consigliato in caso la cistite si sia già manifestata. Le dosi di Cranberry da assumere, considerate del tutto sicure dagli ultimi studi, sono di 500 mg o 1000 mg al giorno,  A seconda del prodotto che si acquista corrispondono a 2-3 compresse (da assumere lontano dai pasti). Dato però che esistono diverse marche in commercio, è sempre meglio rivolgersi ad un professionista per farsi consigliare il prodotto migliore per le proprie esigenze. Trovate facilmente il Cranberry in qualsiasi erboristeria o farmacia.

Per una terapia contro la cistite più efficace è buona cosa associare al mirtillo rosso anche l'assunzione di probiotici.

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania !
Twitter: NaturoManiaBlog

LEGGI ANCHE:

- Mirtilli rossi per prevenire le infezioni urinarie

- Cistite: 10 rimedi naturali

Vota:
Alaska senza nubi. Altro che bella foto, e' colpa ...
Rimedi naturali per prendersi cura dei #capelli
 

Commenti 6

Ospite - cistite.info il 6 Agosto, 2013
Mirtillo?

Ciò che del mirtillo è efficace sono le PAC (ProAntoCianidine), cioè sostanze che si attaccano alle zampe dei batteri impedendogli di attaccarsi alla vescica e provocare cistite. Tuttavia nella quasi totalità dei prodotti a base di mirtillo le PAC contenute equivalgono a meno del 10% quando va bene. Spesso si aggirano attorno all'1%. Rarissime sono le titolazioni (le concentrazioni appunto) di PAC al 30%.
Negli altri prodotti (poniamo titolati al 10%) le PAC sono appunto 10 ed il restante 90 NON SI SA!! Probabilmente succo del frutto (e quindi roba acida), ma nessuno può saperlo.
A questo punto è di gran lunga migliore il d-mannosio, che ha la stessa azione delle PAC, ma che equivale ad un 100% di titolazione, quindi minor prodotto per un'efficacia maggiore oltre ad un costo inferiore.
Nel nostro forum quello che consigliamo è il mannosio italiano (per ovvi motivi), in particolare l' ausilium, che si è dimostrato il più efficace, poichè contiene anche noni (antidolorifico e antinfiammatorio).

0
Ciò che del mirtillo è efficace sono le PAC (ProAntoCianidine), cioè sostanze che si attaccano alle zampe dei batteri impedendogli di attaccarsi alla vescica e provocare cistite. Tuttavia nella quasi totalità dei prodotti a base di mirtillo le PAC contenute equivalgono a meno del 10% quando va bene. Spesso si aggirano attorno all'1%. Rarissime sono le titolazioni (le concentrazioni appunto) di PAC al 30%. Negli altri prodotti (poniamo titolati al 10%) le PAC sono appunto 10 ed il restante 90 NON SI SA!! Probabilmente succo del frutto (e quindi roba acida), ma nessuno può saperlo. A questo punto è di gran lunga migliore il d-mannosio, che ha la stessa azione delle PAC, ma che equivale ad un 100% di titolazione, quindi minor prodotto per un'efficacia maggiore oltre ad un costo inferiore. Nel nostro forum quello che consigliamo è il mannosio italiano (per ovvi motivi), in particolare l' ausilium, che si è dimostrato il più efficace, poichè contiene anche noni (antidolorifico e antinfiammatorio).
NaturoMania il 7 Agosto, 2013

Concordo sul problema delle titolazioni che riguardano non solo il mirtillo ma tutti i prodotti fitoterapici, purtroppo. Bisogna saper scegliere quelli con le più alte concentrazioni. PharmaLife ad esempio produce il Cranberry al 30%.. so che spesso viene consigliato proprio insieme al d-mannosio per un'azione combinata. Forse l'associazione tra i due potrebbe essere una strategia vincente! anche se poi è fondamentale lavorare anche sull'intestino...

0
Concordo sul problema delle titolazioni che riguardano non solo il mirtillo ma tutti i prodotti fitoterapici, purtroppo. Bisogna saper scegliere quelli con le più alte concentrazioni. PharmaLife ad esempio produce il Cranberry al 30%.. so che spesso viene consigliato proprio insieme al d-mannosio per un'azione combinata. Forse l'associazione tra i due potrebbe essere una strategia vincente! anche se poi è fondamentale lavorare anche sull'intestino...
Ospite - lucio paoli il 23 Maggio, 2014
MIRTILLO CONTRO LA DIARREA

è ormai noto da diversi anni che le proprietà curative e antisettiche del mirtillo rosso anche chiamato brodus smegmae siano particolarmente efficaci nei casi di disturbo intestinale e areofagia. L'assunzione di questo piccolo frutto dalle grandi capacità curative aiuta altresì gli uomini affetti da disfunzione erettile e affievolisce i sintomi di alitosi anche detta udurus malus. Spero di esservi stato di aiuto.

0
è ormai noto da diversi anni che le proprietà curative e antisettiche del mirtillo rosso anche chiamato brodus smegmae siano particolarmente efficaci nei casi di disturbo intestinale e areofagia. L'assunzione di questo piccolo frutto dalle grandi capacità curative aiuta altresì gli uomini affetti da disfunzione erettile e affievolisce i sintomi di alitosi anche detta udurus malus. Spero di esservi stato di aiuto.
NaturoMania il 26 Maggio, 2014

Grazie per il tuo commento che contiene utili precisazioni!

0
Grazie per il tuo commento che contiene utili precisazioni!
Ospite - Renato il 25 Agosto, 2014
funziona anche contro la miopia?

Mi consigliano il mirtillo rosso americano anche come aiuto contro l'insorgenza della miopia, qualcuno ha notizie in merito?

0
Mi consigliano il mirtillo rosso americano anche come aiuto contro l'insorgenza della miopia, qualcuno ha notizie in merito?
NaturoMania il 29 Agosto, 2014

Ciao Renato, sì un po' come il mirtillo nero anche il mirtillo rosso viene usato per aiutare gli occhi (anche in caso di miopia) ma non è miracoloso!

0
Ciao Renato, sì un po' come il mirtillo nero anche il mirtillo rosso viene usato per aiutare gli occhi (anche in caso di miopia) ma non è miracoloso!
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 23 Febbraio 2018
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog