Natur...Animali

Gita fuori porta col proprio cane

Gita fuori porta col proprio cane

Ormai è definitivo: il caldo estivo ha bussato alla porta. Tanti quindi hanno cominciato ad approfittare del week-end per una gita fuori porta, e perché non portandosi dietro Fido?

Pur di non trattandosi di una vera e propria vacanza, ci sono degli elementi che devono essere tenuti in considerazione:

1) Il nostro amico a quattro zampe soffre la macchina? Questo aspetto non è per nulla indifferente, anzi, un viaggio in auto può essere una fonte di stress per un cane, soprattutto se non è stato abituato fin da cucciolo (potete leggere a riguardo Tutti al mare... e senza stress...). In ogni caso sarebbe consigliato non effettuare lunghi viaggi dove su 2-3 giorni la maggior parte del tempo verrebbe trascorso in macchina: cercate delle mete carine il più possibili vicine a casa. Importanti sono le soste per permettere al cane di distrarsi un attimo, bere dell'acqua (poca per evitare che vomiti una volta ripartiti) ed espletare i propri bisogni. Evitate anche di dargli da mangiare se non diverse ore prima di cominciare il viaggio.

2) Tra i preparativi per la gita fuori porta naturalmente dovete pensare anche a ciò di cui Fido potrebbe avere bisogno; un promemoria potrebbe essere molto utile. Ecco cosa non bisognerebbe dimenticarsi a casa, soprattutto per evitare di dover andare in giro per negozi di animali una volta arrivati a destinazione togliendo tempo alla mini-vacanza:

- ciotole, una per l'acqua e una per il cibo

- pappa sufficiente per i giorni che decidiamo di trascorrere lontano da casa: nel luogo di villeggiatura potreste avere dei problemi nel trovare un negozio di animali, oltretutto aperto durante il week-end; inoltre non sempre si trovano le stesse marche, e questo potrebbe creare stress nell'animale o causare disturbi gastrointestinali.

- una borraccia e una ciotolina per l'acqua per dissetare Fido mentre si è in spiaggia o durante una passeggiata

- guinzaglio e museruola

- paletta e sacchettini per la raccolta delle feci

- libretto sanitario

- kit di pronto soccorso: si potrebbe verificare sempre un'emergenza, ma siccome capisco che molti proprietari potrebbero farsi prendere dal panico e impressionarsi alla vita di tagli/sangue ecc ecc, consiglio di informarsi prima su dove poter trovare un ambulatorio o pronto soccorso veterinario, il più possibile vicino al luogo di villeggiatura (facendo naturalmente i dovuti scongiuri). In ogni caso memorizzate sul vostro cellulare anche il numero di telefono del vostro veterinario, potrebbe essere utile anche un suo eventuale consiglio o parere

- eventuali farmaci se il vostro cane è in terapia per qualche patologia specifica (non sospendetela nemmeno per quei 2-3 giorni di vacanza, se non dietro consenso del vostro medico veterinario)

- la cuccia e l'eventuale copertina alla quale Fido è abituato. Ricordiamoci che se per noi quella gita rappresenta una pura e semplice boccata di ossigeno, un toccasana per staccare la spina dalla routine quotidiana, per molti cani un repentino cambio di abitudini potrebbe essere fonte di stress, soprattutto se sono anziani; è importante quindi garantire loro almeno quelle certezze che a noi possono sembrare banali, ma per loro rappresentano una sicurezza. Per lo stesso motivo non dimenticatevi di mettere in valigia anche qualche suo giochino. Per alleviare un po' lo stress e abituarlo alla nuova situazione, potete ricorrere ai rimedi naturali e optare per i fiori di Bach, la cui somministrazione deve essere cominciata almeno una settimana prima (per quanto riguarda la floriterapia potete leggere anche L'utilizzo dei fiori di Bach sugli animali)

E adesso non mi basta che augurarvi BUONA GITA!!!!!!!!!!!!!

LEGGI ANCHE:

Benefici di una passeggiata all'aperto per il nostro cane

Primavera: giornate all'aperto con il proprio cane

In vacanza con i nostri cani e gatti?

Vacanze in arrivo: portare i nostri cani e gatti con noi? O come sistemarli?

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Da bruco a farfalla
Colpo di calore: come evitarlo e come intervenire ...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 22 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook