Natur...Animali

Anche l'orso polare è a forte rischio estinzione a causa della mano dell'uomo

L'orso bianco (Ursus maritimus) è al vertice della catena alimentare dell'ambiente artico; questo grande predatori non teme rivali, ma il suo più grande nemico e pericolo è rappresentato dall'uomo.

A causa del surriscaldamento globale, i ghiacciai si stanno velocemente sciogliendo, andando così a distruggere l'habitat naturale di questo animale; naturalmente tutto questo si riflette negativamente su tutto l'ecosistema artico. Ma sull'orso bianco incombe un'altra minaccia: i Pop, ovvero i contaminanti organici persistenti; questi sono delle sostanze chimiche altamente tossiche e resistenti alla decomposizione che tendono a spostarsi verso le zone fredde ed accumularsi nei ghiacciai di montagna; sono inoltre capaci di persistere nell'ambiente anche per molti decenni. Non sono particolarmente nocive per le altre specie artiche come pesci e foche, ma lo sono fortemente per gli orsi, soprattutto i cuccioli che ancora si nutrono del latte materno (questo perchè tali sostanze sono liposolubili e quindi tendono a concentrarsi nei tessuti adiposi).

I Pop vanno ad agire sul sistema nervoso, endocrino, immunitario, riproduttivo; si è visto che non sono rari i casi di ermafroditismo, presenza cioè sia degli organi sessuali maschili che femminili nello stesso soggetto.

Negli orsi la concentrazione di Pop è 1000 volte superiore al grado di rischio per l'uomo. Ma anche per quest'ultimo tali sostanze sono fortemente tossiche; naturalmente le popolazioni più a rischio sono quelle native dell'Artico, anche se il loro stile di vita più globalizzato e occidentale verificatosi nel corso degli anni e il cambiamento delle abitudini alimentari, non più basate interamente su pesci e selvaggina locali, le ha “salvate”.

Negli anni '70 è nata la Convenzione di Stoccolma, alla quale hanno aderito quasi tutti gli Stati del mondo; tra cui non figurano Stati Uniti e Italia. Allora era stata stilata la lista dei Pop più pericolosi per il pianeta, definita “la sporca dozzina”, alla quale nel corso degli anni altri se ne sono aggiunti; ma mentre l'utilizzo di alcune di tali sostanze è stato bandito totalmente o limitato da decenni (vedi il Ddt e i Pcb), per altri “nuovi” inquinanti il controllo è ancora inadeguato.

Ieri, 27 febbraio, è stata la giornata internazionale dell'orso polare, con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo il forte rischio che corre questo animale: si stima che fra 35 anni il numero degli orsi polari possa ridursi di 1/3 e che possa estinguersi entro la fine del secolo.

LEGGI ANCHE:

Amore romantico tra i ghiacci...quello dei pinguini

Stop al bracconaggio! E sì al rispetto della natura

Panda gigante: carnivoro, onnivoro o vegetariano?

tuvali 320 a

TuVali

+ di 130 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

donnapop

Segui DonnaPOP

Il magazine femminile che trascina nell'arena i trend del momento!

Lana di cane: tessere un maglione con il sottopelo...
Trovare un animale selvatico solo o ferito: ecco c...
 

Commenti 1

grazie

Ciao Patrizia e grazie per questo articolo che vuole sensibilizzare la gente comune ignara di questa immensa tragedia. A pochi importa degli Orsi e questo è ancor più triste anche perchè molti pensano che possono far poco o nulla in merito alla loro salvaguardia. Invece non è così! Ognuno può cambiare il proprio stile di vita riducendo di molto l'impatto ambientale quindi il genocidio Animale. Il consumismo esasperato non produce nessun benessere a lungo termine, questa è la certezza sconosciuta ai più.

0
Ciao Patrizia e grazie per questo articolo che vuole sensibilizzare la gente comune ignara di questa immensa tragedia. A pochi importa degli Orsi e questo è ancor più triste anche perchè molti pensano che possono far poco o nulla in merito alla loro salvaguardia. Invece non è così! Ognuno può cambiare il proprio stile di vita riducendo di molto l'impatto ambientale quindi il genocidio Animale. Il consumismo esasperato non produce nessun benessere a lungo termine, questa è la certezza sconosciuta ai più.
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 17 Febbraio 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram