Natur...Animali

La medicina naturale può essere di aiuto anche nelle otiti di cani e gatti

b2ap3_thumbnail_otiti-300x203.jpg

Spesso noi proprietari vediamo i nostri cani e gatti scuotere la testa, grattarsi le orecchie, li sentiamo guaire/miagolare o sottrarsi alla nostra mano se queste vengono toccate, tengono la testa piegata verso il lato dell'orecchio interessato; tutti questi possono essere indizio di otite, processo infiammatorio a carico del cavo uditivo.

Le cause possono essere diverse, e di conseguenza anche la terapia verrà adeguata alla situazione.

Le otiti possono essere dovute ad un accumulo di umidità all'interno del condotto uditivo (ad esempio a seguito di un bagno), soprattutto nei cani con le orecchie lunghe e pendule, ad una allergia (ad esempio alimentare), alla presenza di un corpo estraneo (come succede spesso con i così detti forasacchi, anche pericolosi perchè tendono a migrare sempre più in profondità), ad una infezione batterica o alla presenza di parassiti (acari) e lieviti (malassezia; questa è normalmente presente, ma in determinate condizioni, ad esempio se è già presente un'allergia sottostante, si moltiplica considerevolmente).

Per quanto riguarda i sintomi, oltre agli atteggiamenti dell'animale citati prima e dovuti al fastidio e dolore +/- intenso provati, le orecchie si possono presentare arrossate, maleodoranti, possono secernere materiale untuoso e scuro.

Importante è la pulizia del condotto uditivo (tale abitudine dovrebbe essere comunque mantenuta durante tutta la vita dell'animale, per eliminare quel cerume in eccesso che può rappresentare terreno di coltura per batteri: pulirle una volta alla settimana, ma naturalmente la frequenza dipende anche dalla predisposizione del soggetto). Nei negozi per animali esistono diversi prodotti per la pulizia del condotto uditivo esterno di cani e gatti, ma se si preferisce optare per rimedi più naturali, si può utilizzare una garzina imbevuta in due cucchiai di olio d'oliva o di mandorle nel quale sono state disciolte una goccia di tm di calendula e una di propoli (che funge anche da antiparassitario). Evitare l'utilizzo del cotton fioc. Anche l'olio di melaleuca può essere utile. In commercio esiste anche la lozione orecchie protection della Orme Naturali a base di olio di neem (per la semplice pulizia e della stessa linea c'è la lozione orecchie care).

A volte la situazione migliora semplicemente modificando la dieta, scegliendo prodotti ipoallergenici oppure alimenti a base di pesce anziché di carne, reperibili tranquillamente in tutti i negozi per animali.

Rimuovere anche i peli in eccesso presenti nel condotto uditivo, i quali favoriscono il ristagno di umidità.

Se il problema permane o il cane continua ad avvertire dolore, una visita dal veterinario è sempre consigliabile: provvederà ad una visita clinica con l'osservazione del condotto uditivo mediante l'utilizzo di un otoscopio ed eventualmente ad effettuare un tampone auricolare per esaminare poi il materiale prelevato al microscopio. Nel caso ci sia il sospetto della presenza di una spiga è importante intervenire subito per rimuoverla mediante l'utilizzo di una pinza apposita, proprio per evitare che possa migrare in profondità.

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

Cani e gatti obesi?
Stipsi anche nel nostri animali: quali i rimedi na...
 

Commenti 5

Ospite - tiziana il 07 01 2014
otite???

a volte queste otiti sono di origine allergica, ma nn sempre si risolvono....le ho provate di tutte.Niente da fare. Il mio cane, un pastore tedesco un po' meticcio è allergico a qualcosa, ma nn so a cosa. Da quando è piccolissimo presentava delle ulcerazioni della pelle del colle e dei testicoli con una notevole infiammazione. La situazione è migliorata quando gli ho dato carne bollita e pasta. Poi quando ha avuto circa 8 anni ha avuto una pericardite emorragica che per fortuna è stata trattata all'università di Perugia con successo. Il veterinaio della mia zona lo avrebbe lasciato morire. Poi dopo quel trattamento è riuscita fuori l'otite e di nuovo le ulcerazioni della pelle a seguito del prurito che ha su tutto il corpo. Ho provato di tutto, su consiglio dei veterinari dell'università ho provato le crocchette per animali allergici, di nuovo gli ho tolto tutti gli alimenti e glieli ho reintrodotti uno ad uno...nn c'è stata soluzione. Continua a star male. Ora mi sono rassegnata. Ho ripreso a comperargli carne di tacchino a volte di manzo o polle e a dargliela assieme alla pasta. Sono passati 3 anni ormai e nn so più a che santo votarmi...qualcuno sa darmi un suggerimento???

0
a volte queste otiti sono di origine allergica, ma nn sempre si risolvono....le ho provate di tutte.Niente da fare. Il mio cane, un pastore tedesco un po' meticcio è allergico a qualcosa, ma nn so a cosa. Da quando è piccolissimo presentava delle ulcerazioni della pelle del colle e dei testicoli con una notevole infiammazione. La situazione è migliorata quando gli ho dato carne bollita e pasta. Poi quando ha avuto circa 8 anni ha avuto una pericardite emorragica che per fortuna è stata trattata all'università di Perugia con successo. Il veterinaio della mia zona lo avrebbe lasciato morire. Poi dopo quel trattamento è riuscita fuori l'otite e di nuovo le ulcerazioni della pelle a seguito del prurito che ha su tutto il corpo. Ho provato di tutto, su consiglio dei veterinari dell'università ho provato le crocchette per animali allergici, di nuovo gli ho tolto tutti gli alimenti e glieli ho reintrodotti uno ad uno...nn c'è stata soluzione. Continua a star male. Ora mi sono rassegnata. Ho ripreso a comperargli carne di tacchino a volte di manzo o polle e a dargliela assieme alla pasta. Sono passati 3 anni ormai e nn so più a che santo votarmi...qualcuno sa darmi un suggerimento???
Ospite - Usama il 16 02 2014
Prova a dargli piu verdura, magari cruda con riso integrale.

Le verdure crude e anche frutta possono essere risolutive! Prova per 3 settimane ad eliminare carne e cibi raffinati. Il cane è un animale che può diventare felicemente vegan!
Per la mia micia purtroppo non è cosi...

0
Le verdure crude e anche frutta possono essere risolutive! Prova per 3 settimane ad eliminare carne e cibi raffinati. Il cane è un animale che può diventare felicemente vegan! Per la mia micia purtroppo non è cosi...
Ospite - Anouk il 16 02 2015

prova a dargli il riso al posto della pasta. Il mio cane se mangia un po' di pasta o pane con lievito sta male con diarrea e dermatite. Prova anche con i fermenti lattici per i cani per riequilibrare la flora batterica e evita di dargli solanacee tipo patate e pomodoro. L'olio di Neem per la dermatite è miracoloso. Evita di applicare al cane antiparassitari chimici o mettergli collari antipulci. In fondo le allergie e la maggior parte delle malattie sono dovute ad intossicazione. Sopratutto le anestesie sono molto dannose e infatti i sintomi si sono ripresentati dopo l'operazione.

0
prova a dargli il riso al posto della pasta. Il mio cane se mangia un po' di pasta o pane con lievito sta male con diarrea e dermatite. Prova anche con i fermenti lattici per i cani per riequilibrare la flora batterica e evita di dargli solanacee tipo patate e pomodoro. L'olio di Neem per la dermatite è miracoloso. Evita di applicare al cane antiparassitari chimici o mettergli collari antipulci. In fondo le allergie e la maggior parte delle malattie sono dovute ad intossicazione. Sopratutto le anestesie sono molto dannose e infatti i sintomi si sono ripresentati dopo l'operazione.
Ospite - viola il 08 04 2015

Ciao, hai mai provato a non dare carboidrati? Molto spesso sono la causa di allergie..oltre che appesantire il pancreas e aumentare l'indice glicemico..i cani non hanno l'enzima che scinde l'amido, l'amilasi, quindi non lo digeriscono e utilizzare alimenti che lo contengono ha un valore nutritivo pari a zero..se non quello di riempire il pancino.. Inutile quindi soppesare la scelta su riso o pasta, anche se è convinzione comune che tali alimenti debbano esserci nelle ciotole dei nostri cani. Prediligi crocchette di alta qualità "grain free" ..ancora meglio se riuscissi a fare tu i pasti con carne scelta da te cruda o scottata (dieta barf o casalinga)..le verdure ok, ma attenzione che non tutte sono adatte e van date tritate finemente, sempre x una questione di digeribilità delle fibre.. Il cane ha un suo apparato digerente con il suo corredo di enzimi caratteristico della sua natura di animale..rispettarlo è un grande gesto di rispetto e di amore x loro. Spero di esserti stata utile. Ciao!

0
Ciao, hai mai provato a non dare carboidrati? Molto spesso sono la causa di allergie..oltre che appesantire il pancreas e aumentare l'indice glicemico..i cani non hanno l'enzima che scinde l'amido, l'amilasi, quindi non lo digeriscono e utilizzare alimenti che lo contengono ha un valore nutritivo pari a zero..se non quello di riempire il pancino.. Inutile quindi soppesare la scelta su riso o pasta, anche se è convinzione comune che tali alimenti debbano esserci nelle ciotole dei nostri cani. Prediligi crocchette di alta qualità "grain free" ..ancora meglio se riuscissi a fare tu i pasti con carne scelta da te cruda o scottata (dieta barf o casalinga)..le verdure ok, ma attenzione che non tutte sono adatte e van date tritate finemente, sempre x una questione di digeribilità delle fibre.. Il cane ha un suo apparato digerente con il suo corredo di enzimi caratteristico della sua natura di animale..rispettarlo è un grande gesto di rispetto e di amore x loro. Spero di esserti stata utile. Ciao!
Ospite - Mafy il 07 10 2016
Cura naturale per l'otite.

Salve,
il mio cane ha un anno è mezzo, è un meticcio tra pastore belga e pastore mallorquin ( così chiamato a Mallorca). Il mio cane è nato con il problema della pelle atopica, la lavo ogni settimana con uno shampoo naturale adatto alla sua pelle, all'inizio è stato molto difficile capire come trattare la sua pelle senza imbottirla di farmaci ( come la maggior parte dei veterinari mi aveva consigliato). Utilizzo molto aloe vera quando vedo che nella sua pelle iniziano a formarsi degli arrossamenti, ha una dieta senza croccantini. Ogni giorno gli do riso integrale ben cotto, verdure bollite ed alterno carne rossa, bianca e pesce. Da quando è nata ha il problema dell'otite, molti veterinari mi davano antibiotici e pastiglie per fare in modo che non si grattasse e si curasse. Ovviamente le cose miglioravano quando usavo l'antibiotico ma ogni anno l'otite ritorna, vivo vicino al mare e la porto spesso in spiaggia, l'asciugo bene dopo averla lavata ma forse vivendo vicino al mare l'orecchio è più sensibile e così gli si forma più spesso l'otite. Queste sono solo supposizioni, ho letto che potrei provare a mescolere le gocce di teatree con l'olio di cocco e mettergliele fino a guarimento e che forse questa cura fa in modo da non ricadere in altre otiti future. Volevo chiedere se mentre curo l'orecchio con il teatree, pulire le orecchie anhe con l'olio di calendula o questi due oli insieme non vanno bene mescolarli? e quale prodotto naturale potrei dargli per fare in modo che non si gratti?
Grazie spero mi sappia dare una risposta

0
Salve, il mio cane ha un anno è mezzo, è un meticcio tra pastore belga e pastore mallorquin ( così chiamato a Mallorca). Il mio cane è nato con il problema della pelle atopica, la lavo ogni settimana con uno shampoo naturale adatto alla sua pelle, all'inizio è stato molto difficile capire come trattare la sua pelle senza imbottirla di farmaci ( come la maggior parte dei veterinari mi aveva consigliato). Utilizzo molto aloe vera quando vedo che nella sua pelle iniziano a formarsi degli arrossamenti, ha una dieta senza croccantini. Ogni giorno gli do riso integrale ben cotto, verdure bollite ed alterno carne rossa, bianca e pesce. Da quando è nata ha il problema dell'otite, molti veterinari mi davano antibiotici e pastiglie per fare in modo che non si grattasse e si curasse. Ovviamente le cose miglioravano quando usavo l'antibiotico ma ogni anno l'otite ritorna, vivo vicino al mare e la porto spesso in spiaggia, l'asciugo bene dopo averla lavata ma forse vivendo vicino al mare l'orecchio è più sensibile e così gli si forma più spesso l'otite. Queste sono solo supposizioni, ho letto che potrei provare a mescolere le gocce di teatree con l'olio di cocco e mettergliele fino a guarimento e che forse questa cura fa in modo da non ricadere in altre otiti future. Volevo chiedere se mentre curo l'orecchio con il teatree, pulire le orecchie anhe con l'olio di calendula o questi due oli insieme non vanno bene mescolarli? e quale prodotto naturale potrei dargli per fare in modo che non si gratti? Grazie spero mi sappia dare una risposta
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 25 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram