Octopus-Therapy, Polpo-Terapia per curare i Bambini prematuri

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nel Poole Hospital di Dorset in Inghilterra, ad alcuni bambini prematuri, curati nel reparto di terapia intensiva prenatale, sono stati donati dei morbidi e dolcissimi polpi realizzati all’uncinetto per farli sentire al sicuro e fargli compagnia durante la degenza.

Questi adorabili polpi sono stati donati proprio perché è stato dimostrato che i soffici tentacoli di maglia, ricordano ai piccoli pazienti, il cordone ombelicale dal quale sono stati separati, purtroppo per necessità, e che li legava alla loro madre. Sono proprio i tentacoli di questi animaletti che li aiutano a sentirsi al sicuro.

Una delle infermiere del Poole Hospital ha rilasciato un’intervista al giornale locale il Bournemouth Echo, riferendo appunto che i bambini amano questi dolcissimi polpi e stringono forte i loro tentacoli tutta la notte. I piccoli prematuri infatti avrebbero dovuto stare nel grembo materno e normalmente avrebbero giocato con il cordone ombelicale. I tentacoli in qualche modo ricordano e sostituiscono il cordone facendo sentire i bambini protetti.

immagine

L’idea è nata in Danimarca nell’ospedale universitario Aarhus, dove il personale medico ha notato che i polpi giocattoli riescono a calmare i bambini, e che comprimendo i loro tentacoli non solo riescono a respirare meglio, ma i loro battiti cardiaci diventano più regolari e aumenta il livello di ossigeno nel sangue. Inoltre tenendo stretti i tentacoli i piccoli con molta meno probabilità tirano i tubi e i cavi dei monitor delle incubatrici.

Al momento ci sono all’incirca una dozzina di unità di cura in tutta Europa che partecipano al progetto octopus-therapy e in Danimarca è già dal 2013 che vengono donati in alcuni di questi ospedali dei colorati e morbidi polpi all’uncinetto ai piccoli pazienti.

L’ospedale di Dorset, che ha aderito all’iniziativa, spera di ricevere abbastanza polpi in modo che ogni bambino nell’unità possa coccolarne uno.

immagine

Dunque per chi ha una buona abilità con l’uncinetto e voglia contribuire a far stare meglio questi bimbetti, può realizzare dei simpatici polpetti di qualsiasi dimensione e colore, l’unica raccomandazione dell’ospedale è che per questioni di sicurezza, ogni polpo donato dovrebbe essere realizzato in cotone 100% per potere essere sterilizzato a elevate temperature.

Inoltre, i tentacoli non devono superare gli 8,6 pollici all’incirca 21-22cm.

Tutti i polpi verranno sterilizzati prima di essere donati ai bambini.

Potete trovare qui il modello, ovviamente da tradurre.

Potete partecipare alla raccolta di polpi per gli altri ospedali che partecipano al progetto seguendo le istruzioni, collegandovi al sito https://www.spruttegruppen.dk/#gir-du-en-sprutte.

MADRE NaturaLe è anche su facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook