QUESTO SONO IO. Colorare la sagoma del proprio corpo per raccontare di se’

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se vi trovate a lavorare con un gruppo di bambini che non si conoscono, e che non conoscete, un’efficace e divertente attività per rompere il ghiaccio è disegnare e colorare la sagoma del proprio corpo.

Il procedimento è molto semplice, ma non per questo meno azzeccato allo scopo. Si parte facendo sdraiare i bambini su un foglio abbastanza grande e si contorna il loro corpo con un pennarello. Se i bambini sono piccoli è bene che siate voi a fare questa operazione, se invece sono più grandicelli possono disegnare tra di loro le sagome ai compagni.

immagine

A questo punto il nostro lavoro è finito…di già direte voi? Ebbene, si! E’ molto importante lasciare i bambini liberi di colorare la propria sagoma. E la parola chiave di tutto il lavoro è proprio la “loro” sagoma: i bambini, infatti, sono molto consapevoli che la figura disegnata sul foglio non è una figura qualsiasi, ma è il loro corpo, vedono le differenze tra i vari fogli, si riconoscono e la coloreranno rispecchiando il proprio modo do vestire e il colore dei capelli, ma aggiungendo anche quelle tonalità che li fanno stare bene, la decoreranno con i materiali che sentono vicini al loro stato d’animo, lavoreranno in base al proprio carattere e creeranno un’insieme colorato e unico che li rispecchi.

immagine

A questo proposito è molto utile avere a disposizione tanti materiali diversi, come tappi, cotone, carta vetrata, sassi, sabbie, fili e carte colorate, che i bambini potranno incollare sui fogli per rendere ancora più personali le loro sagome.

Unico consiglio che vi do: evitate pennarelli e matite colorate, con i quali sarebbe molto lungo colorare una sagoma intera, il lavoro diventerebbe faticoso e, nel caso non si riuscisse a finire, frustrante. Fate largo, invece, a tempere e pennelli!

Alla fine arriva il momento di appendere i disegni al muro per vederli tutti insieme e ogni bambino può raccontare qualcosa di sè. E’ molto importante cogliere e immagazzinare tutte le informazioni che ci arrivano da queste sagome colorate, dal racconto dei bimbi e dal loro modo di lavorare…ci descrivono chi sono e ci aiutano a conoscerli ogni giorno di più.

immagine

Se anche voi avete già provato questa attività o siete curiosi di sperimentarla lasciate il vostro commento qua sotto, sarò molto bello condividere insieme le nostre esperienze.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook