mozzarella fatta in casa: a qualcuno piace caglio

Sapete che con pochissimo sforzo, un briciolo di pazienza e un po’ di manualità, potete autoprodurre in casa la vostra mozzarella ? E’ facile, molto divertente e da una grandissima soddisfazione: portare in tavola il vostro formaggio e vederlo filare sopra una pizza fumante vi ripagerà del tempo impiegato creando con le vostre mani questo prodotto unico.

La mozzarella non è difficile da autoprodurre, bastano pochi utensili che avete già in casa e qualche accortezza. Se non possedete un microonde potete sostiutirlo con dei passaggi in forno, ma il tempo di lavorazione si allunga moltissimo. Vi consiglio di fare come me: andate da un amico che ha un microonde e organizzate insieme l’autoproduzione, sarà ancora più divertente. Potete organizzare un mozzarella party !!

In questo procedimento ho utilizzato del caglio animale. Lo trovate in farmacia molto facilmente, potete ordinarlo se non lo hanno al momento e va conservato in frigo. Ogni caglio ha le sue dosi, quindi leggete bene le istruzioni presenti nella confezione e le percentuali per litro di latte, potrebbero essere diverse da quelle indicate nella ricetta. Se volete potete utilizzare 500 ml di siero di Kefir ed avere lo stesso risultato.

Per quanto riguarda l’acido citrico va utilizzato quello per uso alimentare. Se lo avete in casa e lo impiegate come ammorbidente o per fare le bombe frizzanti da bagno, non va bene, quello è per uso industriale e nella confezione è indicato. Potete acquistare anche questo in farmacia, si trova solitamente anche sfuso e potete richiederne anche solo alcuni grammi.

Infine, se la vostra mozzarella è dura, verrà più morbida la prossima volta, quando avrete sviluppato un po’ di manualità e confidenza; lo stesso se risulterà un po’ troppo globosa: sperimentate e create, vedrete che sarà un successo !

Con queste dosi verrà una mozzarella di circa 500 gr e quasi 3 litri di siero: mi raccomando non buttatelo: è altamente proteico. Potete mantecarci risotti, aggiungerlo alle zuppe, usarlo per arricchire frullati di frutta, utilizzarlo per preparazioni cosmetiche o anche usarlo come fertilizzante naturale per le vostre piante.

ingredienti:

4 litri di latte vaccino intero fresco

7,5 gr di acido citrico

2 gr di caglio in 250 ml di acqua

10 gr di sale

1. spolverizzate il fondo della pentola con l’acido citrico, versatevi sopra 60 ml di acqua e girate fino a che non si sia dissolto

2. versate il latte e continuate a girare fino a che i due composti non si combinano perfettamente

3.portate il latte a 33ºC, potete utilizzare il termometro di casa poichè in tutto il procedimento il latte non supererà mai i 40ºC. Se il composto comincerà a cagliare sarà un buon segno.

4.quando saranno raggiunti i 33ºC toglite il latte dal fuoco e versatevi il caglio sciolto nell’acqua

5. girate la mistura con un movimento circolare dal basso verso l’alto per circa 30 secondi, dopo fermate il movimento rotatorio del latte con un cucchiaio o una spatola.

6. coprite la pentola con un coperchio e lasciatela per esattamente 5 minuti, senza toccarla.

7. trascorsi i 5 minuti dovrebbe essersi formata una specie di crosta molle. Con una spatola lunga abbastanza da arrivare in fondo alla pentola tagliate il caglio in uno schema di linee orizzontali e verticali distanti all’incirca 2 cm in tutte le direzioni

8. rimettete la pentola sul fuoco e girate gentilmente fino a che la temperatura non arriva a 40ºC

9. usate la schiumaiola per trasferire il caglio in uno scolapasta posto sopra un’insalatiera, così da poter recuperare il siero in eccesso.

10. lentamente girate lo scolapasta per far uscire il liquido

11. prendete la mozzarella tra le mani e strizzatela gentilmente per far uscire il siero.

12. trasferite il tutto in una ciotola e poi nel microonde e impostatelo al massimo per 1 minuto.

13. rimuovete dal microonde e lavoratela ancora. Adesso comincerà a filare e sarà bellissima da vedere!

14. ripetete il passaggio del forno a microonde per un paio di volte, ma per 35 secondi.

15. mettete il sale o le spezie che desiderate e lavoratela nella forma che più vi soddisfa: potete fare una mozzarella classica, oppure dei nodini o, se siete bravi, una treccia.

17. mettete il tutto dentro l’acqua ghiacciata e lasciatela raffreddare completamente.

18. prelevatela dall’acqua e servitela !

Si mantiene nel suo liquido per due o tre giorni, ma di solito finisce subito !!!

se volete delle istruzioni per fare una pizza perfetta o un bel pane da accompagnare alla vostra mozzarella, consultate il sito della pasta madre, troverete moltissime ispirazioni.

seguitemi anche su facebook !

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook