Un inceneritore può ridurre la produzione di rifiuti? A quanto pare sì…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“Ridurre la produzione di rifiuti, incentivare la raccolta differenziata, produrre energia dalla combustione del residuo. Questi i tre principi su cui si basa il nuovo termovalorizzatore di Bolzano Sud, una delle opere pubbliche più importanti realizzate negli ultimi decenni in Alto Adige”.

Quelle che ho riportato sono le parole utilizzate dalla Provincia Autonoma di Bolzano per annunciare l’avvio dell’attività del nuovo inceneritore (qui trovate il testo completo del comunicato). Che si possa produrre energia dalla combustione dei rifiuti posso capire. Che un inceneritore incentivi la raccolta differenziata avrei qualche obiezione. Ma che riduca la produzione di rifiuti mi sembra un po’ improbabile. Scrivo quasi sempre di “monnezza”: di come smaltirla, trattarla, riciclarla e ridurla. Da quattro anni partecipo all’organizzazione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. Ma in questo ambito non mi era mai capito di veder associata la costruzione di un termovalorizzatore alla riduzione dei rifiuti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook