L’erba del vicino è sempre più verde, la carta no

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per deformazione professionale sono portato a controllare la differenziata del vicino. Se poi il bidondocino che raccoglie la carta è sotto la buca delle lettere, l’occhio del netturbino non può farne a meno.

Se “l’erba del vicino è sempre più verde” non si può dire lo stesso della carta: riviste ancora incellophanate, cartoni della pizza unti, fogli pinzati tra loro… Per avere un buon riciclo, non basta separare tanto, occorre una raccolta differenziata di qualità, che significa: senza errori. Ripensando alla carta del vicino mi viene in mente il Decalogo di Comieco, “dieci comandamenti” del Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica per differenziare correttamente carta e cartone:

  1. Il sacchetto di plastica usato per portare la carta al cassonetto apposito non va poi buttato insieme alla carta.
  2. Gli imballaggi con residui di cibo o terra non vanno nella raccolta differenziata perché generano cattivi odori, problemi igienici e contaminano la carta riciclabile.
  3. I fazzoletti di carta, una volta usati, non vanno nella differenziata. Sono quasi sempre “anti-spappolo” e, quindi, difficili da riciclare.
  4. Gli scontrini, le ricevute delle carte di credito non vanno gettati con la carta perché sono fatti con carte speciali – termiche – i cui componenti reagiscono al calore, creando problemi di riciclo.
  5. La carta oleata (per esempio quella che contiene focacce, affettati, formaggi) non è riciclabile.
  6. La carta sporca di sostanze velenose, come vernice o solventi, non va mai nella raccolta differenziata perché contamina i materiali di riciclo.
  7. Il materiale va selezionato correttamente togliendo punti metallici, nastri adesivi e altri materiali non cellulosici, come il cellophane che avvolge le riviste.
  8. Le scatole vanno appiattite, gli scatoloni compressi e gli imballaggi più grandi vanno fatti in pezzi per facilitare il lavoro degli operatori della raccolta.
  9. Carta e cartone da riciclare vanno depositati all’interno degli appositi contenitori e non lasciati fuori.
  10. Ogni Comune stabilisce le sue regole: informarsi su quelle in vigore è un dovere di ogni cittadino
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook