Il bullismo scolastico riflesso negli occhi innocenti dei ragazzi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Benoit Paillé ha realizzato un opera in cui cattura gli occhi scintillanti e riflessivi dei ragazzi che, in una stanza, guardano i propri disegni sul bullismo appesi al muro.

Il fotografo Benoit Paillé ha realizzato un opera in cui cattura gli occhi scintillanti e riflessivi dei ragazzi che, in una stanza, guardano i propri disegni sul bullismo appesi al muro.

Ogni volto mostra l’innocenza e, al tempo stesso , il tormento per gli incessanti giochi intimidatori a cui sono costretti dai loro coetanei.

Questo progetto, che nasce dalla passione del fotografo per i ritratti, è stato originariamente concepito come un’installazione per una mostra sul tema del bullismo scolastico.

Disposte su una superficie di 7 metri di larghezza queste enormi fotografie mettono in evidenza sguardi attenti, che riflettono strisce di luce (i loro disegni, sul tema del bullismo, appesi al muro) nei loro occhi, come graffi sottili dentro la pupilla: le cicatrici visive di chi è stato vittima di bullismo.

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying2.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying3.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying4.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying5.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying6.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying7.jpg

b2ap3_thumbnail_benoitpailleschoolbullying8.jpg

 

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook