La borsa porta pc

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un ben ritrovati a tutti! Oggi vi voglio spiegare come ho riutilizzato un ombrello rotto.

Il materiale che ho utilizzato per questo progetto è, oltre l’ombrello:

– 2 cerniere;

– Un vecchio maglione;

– Macchina da cucire.

b2ap3_thumbnail_maglione.jpgb2ap3_thumbnail_macchina-da-cucire.jpg

Innanzitutto ho ricavato dalla stoffa dell’ombrello un rettangolo di 35 cm x 60 cm. Ho fatto la stessa cosa da un vecchio maglione che ho cucito dietro alla stoffa dello stesso, così da ottenere una sorta di imbottitura.

b2ap3_thumbnail_ombrello-1.jpg

Ho ripiegato su se stesso per il verso della larghezza la stoffa, in modo da ottenere un rettangolo per il mio net-book di 33cm x 28cm. Prima ancora ho realizzato una tasca a partire dalla stoffa di un altro ombrello da 23 cm x 28 cm, ho sempre ripiegato la stoffa per il senso della larghezza così da ottener le misure 20x 13. Ho inserito la zip e applicato la tasca sul davanti della borsa, ma con apertura all’interno. In questa tasca ripongo il caricatore del pc.

Per applicare la zip principale mi è servita dell’altra stoffa di ombrello e precisamente due rettangoli con queste dimensioni: 35 cm x 10 cm. Infine con della rimanenza di stoffa ho cucito la tracolla che poi ho applicato alla borsa. Che ve ne pare? Vi posso assicurare che la borsa è resistente e impermeabile! Al prossimo post!

b2ap3_thumbnail_pc2.jpgb2ap3_thumbnail_pc3.jpg

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook