Dall’ombrello… allo zainetto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un ben ritrovati a tutti! Vi voglio proporre un’idea che ho realizzato qualche tempo fa, prima ancora di aprire il blog.

Stavo spargendo la voce fra parenti, amici e conoscenti per raccogliere gli ombrelli rotti, così mia zia me ne diede uno di mio cugino di 4 anni. Osservando l’ombrello, con disegni che riproducevano dei cartoni animati, mi è venuto in mente di fare un piccolo zainetto sempre per mio cugino.

E’ stato molto semplice realizzarlo: dopo averlo smontato, ho ricavato un rettangolo di circa 35 cm x 60 cm. Ho tappato il buco nel centro della stoffa (dove prima si trovava la punta dell’ombrello) con altra stoffa dello stesso ombrello. Ho poi ripiegato su se stesso il rettangolo ottenuto per il verso della larghezza. Con la rimanenza della stoffa ho realizzato due spallacci che ho poi cucito dietro. Ho poi trovato fra i miei numerosi scampoli e rimasugli di sarta un cordoncino di tessuto di un colore simile all’ombrello, che ho applicato nell’estremità superiore per chiudere lo zainetto tirandolo dai due lati esterni. Mio cugino è rimasto sorpreso quando glielo ho portato, oltretutto pieno di giocattolini!

b2ap3_thumbnail_Foto-0128.jpg

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook