Vitamina D: 6 buoni motivi per farne scorta e come

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La vitamina D, è una vitamina liposolubile, cioè si scioglie nei grassi e nel nostro organismo svolge una serie di funzioni molto importanti. Viene introdotta solo in parte con la dieta, mentre la fetta maggiore è prodotta in seguito all’esposizione al sole. E’ una vitamina ma può essere considerata un vero e proprio ormone che può agire su diversi organi e apparati. Gli studi più recenti infatti confermano che questa vitamina, non è essenziale solo per il benessere delle ossa, ma è fondamentale anche per la prevenzione di molte malattie: dai disturbi neurovegetativi ai tumori, alle infezioni…

Ecco allora 6 buoni motivi per non farsela mancare:

Aumenta le difese immunitarie

Recenti studi hanno evidenziato che a bassi livelli di vitamina D c’è una maggiore incidenza di malattie autoimmuni (artrite reumatoide, Lupus, diabete di tipo 1…). Questa vitamina infatti sarebbe in grado di legarsi ad alcune cellule di difesa dell’organismo, come i linfociti T e dunque una sua carenza potrebbe pregiudicare appunto il funzionamento del sistema immunitario.

Previene le infezioni

La vitamina D è anche utile per la prevenzione dalle infezioni. Al sole la pelle sviluppa questa vitamina in grado di stimolare poi la pelle a produrre antibiotici naturali in grado di contrastare virus e batteri.

Previene i tumori

Nelle persone colpite da tumore al colon, alla prostata o alla mammella, sono stati riscontrati bassi livelli di vitamina D e dunque anche in questo caso, una sua carenza potrebbe aumentarne la predisposizione. Le ragioni tuttavia, in questo caso non sono ancora evidenziate da basi scientifiche

Previene e contrasta l’Alzheimer

La degenerazione delle cellule del sistema nervoso, favorisce l’insorgenza di malattie come il Parkinson e l’Alzheimer. In ogni caso, i soggetti carenti di questa vitamina nel sangue hanno sviluppato queste malattie degenerative e dunque secondo gli studiosi ci sarebbe una stretta correlazione.

Rinforza le ossa

Come è noto da sempre, la vitamina D permette in primis l’assorbimento del calcio a livello intestinale e dunque è fondamentale per prevenire e curare l’osteoporosi, specie nelle donne in menopausa e negli anziani in generale soggetti a un maggior rischio di fratture ossee.

Tonifica i muscoli

I muscoli possono lavorare al meglio solo in presenza di calcio. La vitamina D non è importante solo per la salute dell’apparato osteoarticolare ma anche per i muscoli che possono lavorare al meglio solo con un’adeguata concentrazione di vitamina D nel sangue. Ecco che è ancora più essenziale soprattutto negli anziani, scongiurare le carenze poiché muscoli forti e tonici evitano eventuali cadute.

Ma come evitarne le carenze?

Innanzi tutto, è bene sottoporsi saltuariamente ad un esame specifico al fine di valutarne la concentrazione nel sangue. In presenza di eventuali carenze, è bene non assumere di testa propria un integratore, ma affidarsi ad un medico competente. Essendo una vitamina liposolubile, non si elimina con le urine e di contro si potrebbero verificare pericolosi accumuli.

E’ importante curare l’alimentazione e non farsi mai mancare alimenti come pesce,uova ma anche germe di grano, nella giusta moderazione. Quella che invece non bisogna proprio trascurare è l’esposizione al sole: tutti i giorni, per almeno 10 – 15 minuti in estate e 20 – 30 minuti in inverno regolando comunque l’esposizione in base al proprio fototipo. Ci sono poi dei fattori che inibiscono l’assorbimento della vitamina D al sole:

– L’indice di massa corporea o Bmi (nelle persone obese la vitamina D tende ad essere “catturata” dal tessuto adiposo)

– L’età (a parità di esposizione solare il soggetto anziano produce circa il 30% in meno di vitamina D)

– L’uso di creme protettive (già un fattore di protezione 15, potrebbe ridurre del 99% la produzione di vitamina D)

– Il fototipo cutaneo

– Indumenti protettivi

– I vetri (chi trascorre le giornate dietro ad un vetro della finestra, non riuscirà comunque a sintetizzare questa vitamina poiché il vetro assorbe tutte le radiazioni UVB)

– L’inquinamento atmosferico (alcuni componenti dell’inquinamento atmosferico possono assorbire la radiazione ultravioletta)

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook