Panzanella a confronto: La Versione Originale e quella “A Modo Mio”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La panzanella è una preparazione che fa parte della cucina italiana, in particolare toscana che come sapete è caratterizzata da innumerevoli piatti 100% vegetali tipici della tradizione popolare contadina che non era solita consumare molta carne.

E’ un piatto salutare, economico, ideale per “smaltire” gli avanzi di pane raffermo e soprattutto che torna comodo in questo periodo dell’anno quando il caldo ci toglie la voglia di metterci ai fornelli. E’ anche pratica poiché può essere preparata in anticipo, così, gustata più tardi acquisterà ancora più sapore! Ebbene, come per tutte le ricette tradizionali, ne esistono diverse versioni, io vi suggerisco sia quella originale toscana che una mia interpretazione.

b2ap3_thumbnail_panza-toscana.jpg

Panzanella Toscana

Prevede pane raffermo rigorosamente toscano, pomodori non troppo rossi, sedano e basilico. Il pane viene messo in ammollo per circa mezz’ora in acqua acidulata, lo stesso vale per la cipolla rossa, affettata finemente. Il pane poi viene strizzato e “sfrangiato” per mescolarsi ai pomodori mondati e tagliati a cubetti, il basilico e l’olio evo. Dopo circa mezz’ora di frigorifero, o anche di più è pronta per essere gustata.

b2ap3_thumbnail_panza-mia2.jpg

Panzanella “A Modo Mio”

Ingredienti per 2 persone:

200g di pane raffermo integrale (io ho usato un avanzo di pane fatto in casa con la pasta madre)

Un cetriolo

2 pomodori maturi

Una decina di olive nere snocciolate

Basilico

Mezza cipolla rossa

Fagioli bianchi di Spagna o cannellini q.b. (in genere metto 2 cucchiai colmi)

3 cucchiai di aceto di mele

Olio evo

Sale

Pepe (se piace)

Procedimento

Tagliate il pane a fette ed immergetelo in una terrina con dell’acqua fredda acidulata. Lasciate riposare finché la crosta non avrà assunto una consistenza morbida. Strizzatelo e sbriciolatelo grossolanamente in un’ampia ciotola. Aggiungete il cetriolo sbucciato e il pomodoro tagliato a cubetti, i fagioli, le olive, la cipolla affettata finemente e il basilico spezzettato a mano. Condite il tutto con olio evo, sale e pepe. Mescolate, sigillate il contenitore con la pellicola e lasciate riposare in frigorifero almeno un paio d’ore o ancora meglio, tutta la notte. Servite freddo.

Potete conferire al piatto una bella nota cromatica aggiungendo del radicchio rosso tagliato finemente.

E voi come preparate questo piatto tipico? Seguite la ricetta originale o avete una vostra versione con altri ingredienti?

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook