La Soia Edamame, un concentrato di salute: cos’è, proprietà e come utilizzarla.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi voglio parlarvi della Soia Edamame, una varietà di soia poco conosciuta ma utilizzata da secoli in Cina e in Giappone, dove è molto gradita per il suo sapore particolare e le sue proprietà benefiche. Io ho avuto modo di scoprirla per caso nel reparto dei surgelati e ho deciso di provarla, convinta dal fatto che è rigorosamente made in Italy, non Ogm oltre che com’è noto, buona e salutare.

b2ap3_thumbnail_edamame2.jpg.jpg

Rispetto alle altre varietà di soia, presenta una fava allungata a mo’ di fagiolo di colore verde brillante dovuto al particolare grado di maturazione. Il sapore risulta molto delicato, fresco e con sentori di mandorla che la rende ottima anche gustata da sola al naturale, senza impiegarla in ricette laboriose. Comunque, in cucina, va utilizzata come si usa fare con i piselli e risulta molto versatile anche semplicemente per arricchire delle ricette: ottima lessata, spadellata, in insalata, nelle minestre o anche per preparare golosi dessert. Importante è non cuocerla troppo a lungo, giusto 4- 5 minuti non solo per non rovinare le sue proprietà nutritive ma anche per mantenerla così com’è, giustamente croccante. Io l’ho sperimentata alla maniera Giapponese, come snack appena lessata e salata.

b2ap3_thumbnail_edamame3.jpg.jpg

Ma quali sono le proprietà di questa varietà di soia? In generale, i legumi sono alimenti salutari che dovrebbero far parte del nostro regime alimentare almeno tre volte a settimana: sono un’ottima fonte di proteine che, abbinate ai cereali, permette di ottenere un pasto completo e bilanciato. La Soia Edamame è particolarmente ricca di vitamina C, E, magnesio, potassio e fosforo, proteine, folati necessari per la produzione di globuli rossi e per lo sviluppo del feto in gravidanza, aminoacidi, fibre di buona qualità e soprattutto lipidi insaturi nonché di ferro, spesso carente nella nostra alimentazione. Oltre tutto, la ricchezza di isoflavoni, ormoni vegetali, la rende un ottimo alleato della donna per risolvere le problematiche legate alla sindrome premestruale e la menopausa come vampate di calore e rischio osteoporosi. Insomma, io vi consiglio di provarla, non solo per le citate proprietà salutari ma anche perché, vista la provenienza rigorosamente italiana, priva di Ogm possiamo smettere di farci paranoie circa la produzione, i metodi di raccolta e il confezionamento.

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook