La mia marmellata di albicocche… rivisitata!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’estate è un periodo decisamente prezioso per la frutta e la verdura di stagione che riempiono di colore e sapore la nostra tavola e ci permettono di realizzare gustose ricette. Ma è anche il momento giusto per dedicarsi alle conserve che ci permetteranno di gustare, anche in inverno, un pezzettino d’estate.

Quella che sto per proporvi oggi è una marmellata, o meglio confettura di albicocche che ho deciso di profumare con dei fiori di lavanda. Ne ho prodotta in quantità visto che quest’anno, l’albero di albicocche di mia zia era stracarico e dunque, non potevo mica buttarle via! A dir la verità, ne ho profumata un po’ con la cannella, un po’ con il cardamomo e con la menta ma, a parte il fatto che adoro la lavanda, credo che l’abbinamento con quest’ultima sia il migliore.

b2ap3_thumbnail_apricot2.jpg

Confettura di albicocche e lavanda

Ingredienti:

1,200 kg di albicocche mature (snocciolate)

450 g di zucchero di canna

la scorza e il succo di un limone

fiori di lavanda q.b.

b2ap3_thumbnail_apricot3.jpg

Procedimento

Lavate e snocciolate le albicocche.

In una casseruola mettete le albicocche, lo zucchero e il succo e la scorza del limone e lasciate macerare almeno 4 ore in frigorifero.

Trascorse le quattro ore, fate bollire il tutto a fuoco vivo fino a quando non prenderà la consistenza desiderata. Io preferisco una consistenza corposa più che liquida, ma questo è secondo i vostri gusti. Se volete renderla più omogenea potete frullarla ma io in genere non lo ritengo necessario. Intanto, sterilizzate i barattoli e versatevi la confettura ancora bollente avendo cura di pulire il bordo con un panno. A questo punto, aggiungete i fiori di lavanda, consiglio tre o quattro ma, anche questo è soggettivo. Vi consiglio comunque di non esagerare, altrimenti, vi sembrerà di mangiare una saponetta! Chiudete con i coperchi e capovolgete i barattoli. Copriteli con un panno e lasciateli raffreddare fino al giorno successivo.

Potete gustare questa profumatissima confettura spalmata sul pane per una sana colazione oppure la potete utilizzare per farcire una crostata! Provate!

Seguitemi anche su Facebook!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook