Kimchi, un pieno di benessere. Cos’è, proprietà e come prepararlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Kimchi è una pietanza tipica della cucina coreana che si prepara attraverso la fermentazione del cavolo cinese o di altri ortaggi come il cavolo verza e il daikon, la ricetta poi (pare che ce ne siano circa 200!) può subire variazioni in relazione alla zona della Corea dove viene preparato. Oltre a questi ortaggi, prevede l’uso di peperoncino rosso, aglio, zenzero e cipollotti freschi.

Ogni ingrediente del Kimchi è ricco di vitamine e minerali, ma quello che rende questo piatto una sorta di “supercibo” è la ricchezza in lattobacilli, ben noti e conosciuti perché presenti anche nello yogurt, nel miso e nei crauti. I cibi fermentati in generale, ricchi di lattobacilli, come detto più volte, possono apportare grandi benefici non solo all’intestino ma a tutto l’apparato digerente ed è proprio per questa sua funzione che al Kimchi sono state attribuite proprietà antitumorali.

b2ap3_thumbnail_cavolo-cinese.jpg

Tra gli altri ingredienti, l’aglio abbassa il colesterolo “cattivo” e favorisce il benessere di tutto l’apparato cardiovascolare, il peperoncino è ricco di vitamine A, B e C ed è un potente antiossidante, le fibre infine, di cui questo piatto è ricco mantengono in salute non solo l’intestino ma assorbono zuccheri e colesterolo in eccesso…tutto in pochissime calorie! Ecco la ricetta.

b2ap3_thumbnail_aglio-e-zenzero.jpg

Il Kimchi

Ingredienti

1 cavolo cinese

3 cipollotti

5 ravanelli

1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato

1 spicchio d’aglio tritato

1 cucchiaio di peperoncino rosso tritato

Sale q.b.

Preparazione

Tagliate in quattro parti il cavolo e poi ancora fino ad ottenere pezzi di 3 cm circa. Sistematelo in una ciotola con acqua fredda e sale e lasciatelo riposare per un’ora circa. Intanto affettate i ravanelli, i cipollotti e insaporite il tutto con il peperoncino, l’aglio e lo zenzero. Trascorsa un’ora, sciacquate il cavolo in abbondante acqua fredda per eliminare il sale e unitelo al condimento preparato, mescolate e regolate di sale. Mettetelo in un barattolo a chiusura ermetica che avrete precedentemente sterilizzato, aggiungete acqua fino a coprire il tutto e lasciate fermentare per circa 5 – 6 giorni e fino a che non iniziate a notare la presenza di bolle, segno che la fermentazione è avvenuta con successo.Se non trovate il cavolo cinese, potete sostituirlo con il cavolo verza, il risultato non cambia.

Ma come utilizzare il Kimchi? È una preparazione estremamente versatile, ottima per guarnire panini, involtini, pietanze cotte come stufati, patate,uova, pasta o cereali in chicchi. È perfetto poi per arricchire tutte le pietanze tipiche della cucina fusion asiatica…insomma, potete davvero sbizzarrirvi!

Ultima cosa, ma non meno importante: ricordate che per preservare i suoi benefici probiotici, è bene aggiungerlo solo a fine cottura.

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook