Giallo zafferano: 6 motivi per utilizzarlo e ricetta.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi voglio parlarvi di una spezia che può essere considerata un vero e proprio elisir di lunga vita: lo zafferano. Il fiore dello zafferano, presenta un bel colore che varia dal lilla chiaro al viola purpureo, sboccia nei campi in ottobre e si schiude al mattino con i primi raggi del sole. All’interno della sua corolla, si trovano tre fili di colore rosso vivo, detti stimmi e da cui si ricava la polvere gialla. Quest’ultima, racchiude una miniera di sostanze preziose per l’organismo perché contrasta l’invecchiamento, stimola il metabolismo e favorisce le funzioni digestive.


b2ap3_thumbnail_zafferano.jpg

Ma ora vediamo sei motivi per utilizzarlo:

1.Proprietà antiossidanti

Ci sono diversi studi scientifici che confermano che lo zafferano è il re degli antiossidanti. Ogni giorno, lo stress, il cibo che ingeriamo, l’inquinamento creano nel nostro organismo i temuti radicali liberi, molecole che danneggiamo le cellule favorendo il processo di invecchiamento. Ecco che lo zafferano, è in grado di neutralizzare queste sostanze nocive. Ci sono anche altri cibi ricchi di carotenoidi antiossidanti, come le carote ad esempio, ma lo zafferano presenta il pregio di dare grandi risultati con piccole quantità. Da solo infatti, è in grado di eliminare fino al 20% di sostanze tossiche!

2. Ottimo digestivo

Lo zafferano, grazie ai suoi aromi naturali, ai suoi pigmenti e ai numerosi principi attivi, è immediatamente biodisponibile infatti aumenta la secrezione della bile e dei succhi gastrici stimolando l’apparato digerente. Non a caso infatti, entra nella composizione di diversi liquori digestivi.

3. Favorisce il buonumore

Il colore dello zafferano, stimola il buonumore e il benessere psico – fisico. La cromoterapia infatti, utilizza il giallo per contrastare gli stati depressivi poiché attraverso le vibrazioni cromatiche arriva all’ipotalamo, sede delle emozioni, regalando benessere e felicità. Effetto che si ottiene anche introducendo nella dieta quotidiana alimenti di colore giallo.

4. Proprietà afrodisiache

Gli effetti stimolanti dello zafferano sono confermati da evidenze scientifiche: diversi studi infatti hanno dimostrato che questa spezia è in grado di agire sulle ghiandole surrenali, stimolando la produzione di ormoni quali adrenalina, cortisolo e ACTH che agiscono proprio sulla sfera sessuale.Già nella mitologia greca, il dio Ermes messaggero degli innamorati, impiegava lo zafferano come afrodisiaco per risvegliare il desiderio e l’energia sessuale.

5. Tanto gusto in pochissime calorie

Pur regalando bontà, sapore e colore ai piatti, lo zafferano ha il grande pregio di non aggiungere grassi e fornire poche calorie. L’apporto calorico di questa spezia infatti è praticamente nullo: una confezione da 0,15 g è pari a solo 0,4 kcal e a 0,0087 g di grassi! In genere, una bustina viene utilizzata per 3 – 4 persone e dunque ogni qualvolta gustate un piatto arricchito dallo zafferano, non assimilate un grammo di grasso in più. Ottimo dunque anche per coloro che devono seguire regimi ipocalorici.

6. Disintossicante naturale

La Medicina Tradizionale Cinese lo utilizza da sempre come depurativo del sangue e la nostra fitoterapia ha confermato le sue buone proprietà disintossicanti. I medici affermano che lo zafferano riattiva la circolazione del sangue, elimina le tossine e abbassa il colesterolo e i trigliceridi che vengono assorbiti con l’alimentazione. D’altronde, anche la medicina indiana sfrutta le proprietà digestive disintossicanti dello zafferano utilizzandolo per completare diversi piatti.

Ma come sfruttare queste proprietà benefiche? A tavola appunto, dove lo zafferano sa davvero farsi apprezzare! Può essere infatti un gustoso complemento di svariate ricette, dagli antipasti e stuzzichini ai primi e secondi piatti, ma anche nei dessert sa dare il meglio di sé.

E allora, eccovi una ricetta, ideale da servire fredda e ottima per completare un pasto con leggerezza ma anche buona per la colazione o la merenda.

b2ap3_thumbnail_dessert-zafferano.jpg

Dessert di banane allo zafferano

Ingredienti per 4 porzioni

2 banane medie

1 bustina di zafferano

400 g. yogurt magro compatto

2 cucchiai di miele

Coriandolo in polvere

2 cucchiai di gherigli di noce tritati

Preparazione

Frullate nel mixer la polpa di banana e lo yogurt magro fino ad ottenere una purea liscia e omogenea. Versatela in una casseruola, aggiungete lo zafferano, le noci tritate, il miele e la polvere di coriandolo. Mescolate bene il tutto e versate il composto ottenuto in 4 coppette. Lasciate raffreddare il frigo per circa un’ora prima di servire.

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook