Colori e umore: la scienza ci conferma che…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

 

Dall’inizio dei tempi, fino ad ora, i colori hanno rivestito ruoli molto importanti. La Cromoterapia dunque non è come si potrebbe pensare un’invenzione moderna ma ha radici profonde nella storia della civiltà umana. Già gli antichi Egizi, circa seimila anni fa utilizzavano diverse pratiche per impiegare il colore a scopo terapeutico, nei loro templi ad esempio, la luce del sole che entrava, veniva scomposta nei sette colori dell’iride in modo da consentire ad ogni suddito di immergersi nel colore che in quel momento era più indicato al suo stato di salute psico-fisico.

Al giorno d’oggi, i ritmi frenetici che dobbiamo sostenere, sono una fonte non indifferente di stress che sempre più spesso degenera in malattie mentali e fisiche. E dunque perché non ricorrere a dei rimedi naturali per riequilibrare la mente, il corpo e lo spirito? Riprendere l’uso del colore, a scopo terapeutico può essere un valido supporto per affrontare meglio le sfide della vita quotidiana.

A conferma di ciò, uno studio di alcuni scienziati impegnati in un campo relativamente nuovo: la psicologia del colore. Tale studio, ha posto proprio in evidenza il colore e l’impatto che è in grado di esercitare sul nostro umore, sul nostro modo di pensare e addirittura sul nostro appetito!

In sostanza, benessere psicofisico e colore sono strettamente connessi da un processo scientificamente dimostrato: la nostra pelle è in grado di filtrare i raggi solari e dunque è sensibile anche alle diverse radiazioni emesse dai vari colori; il nostro organismo perciò, percepisce queste radiazioni e le trasforma in energia chimica modificando le proprie funzioni.

Alcuni colori, hanno un effetto rilassante, altri energizzante, altri ancora stimolante e tale effetto, non influenza solo la nostra mente ma anche il nostro corpo reagisce di conseguenza. Ecco spiegato il perché spesso ci sentiamo più in forma a contatto con un colore piuttosto che un altro.

E allora, dopo le vacanze appena trascorse, vediamo quali sono i colori di cui dovete circondarvi per calmare la mente e riprendere il ritmo senza stress.

b2ap3_thumbnail_blunew.jpg

 

Blu

E’ il colore associato al cielo, all’acqua e che si identifica con le cose positive. L’effetto che si ottiene, circondandosi di questo colore è di calma e di benessere. Il Blu può avere un effetto sedativo, calma la mente e può effettivamente ridurre la pressione sanguigna e la temperatura corporea.

Negli ambienti di lavoro, il Blu facilita la concentrazione e consente di cogliere meglio i dettagli.

Nell’affrontare un colloquio di lavoro, presentarsi vestiti di Blu trasmette affidabilità, maturità e fiducia.

Negli ambienti domestici, il colore Blu è da prediligere nella stanza da bagno per moltiplicare gli effetti di un bagno rilassante e in cucina se si vuole ottenere un effetto calmante sul nostro appetito. Questo secondo gli scienziati sarebbe imputabile al fatto che il cibo blu, ad eccezione di pochi frutti, è del tutto raro e dunque immersi in un ambiente Blu, il nostro appetito potrebbe risentirne.

b2ap3_thumbnail_purplenew.jpg

Viola

E’ uno dei colori più “artificiali” in quanto è raro ritrovarlo negli ambienti naturali. Proprio per questo motivo, malgrado il suo effetto calmante mentale, in tutte le sue tonalità, va usato a piccole dosi.

Il Viola è un colore capace di ristabilire l’equilibrio ed il benessere mentale specie nelle persone affette da disturbi nervosi. Ma c’è di più, i risultati di una ricerca condotta nel Regno Unito, su coppie di lunga data, ha evidenziato che questo colore è in grado di aumentare il desiderio e quindi l’attività sessuale.

b2ap3_thumbnail_greenew.jpg

Verde

E’ il colore della Natura per eccellenza. Si trova ovunque, nell’erba, nelle piante, negli alberi. La sensazione che trasmette è quella tipica che si prova quando ci si immerge nella Natura: calma, tranquillità, equilibrio. Fissare a lungo il colore Verde, non affatica gli occhi e regala un senso di pace.

Studi condotti in ambiti aziendali e scolastici, hanno evidenziato che i lavoratori a contatto con il colore Verde, sono più felici e produttivi; d’altro canto, l’inserimento di una pagina verde trasparente sopra a del materiale di lettura destinato a studenti, ne ha accelerato l’apprendimento.

Negli ambienti domestici, la scelta del Verde trova sempre di comune accordo entrambi i sessi.

Sottoporsi ad una seduta di Cromoterapia vale veramente la pena per ricominciare al meglio. Ma come si pratica la Cromoterapia? Non è una tecnica invasiva, si pratica proiettando fasci di luce sul corpo oppure fissando e visualizzando mentalmente i colori. E’ possibile poi esercitare una forma di Cromoterapia “ecologica” semplicemente immergendosi e contemplando scenari naturali: prati, cielo, tramonti.

Da provare! J

Alla prossima!

Seguitemi anche su Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook