Colori e oli essenziali: scaccia via l’insonnia con il cuscino fai da te!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In passato, vi ho già parlato di come si possono sfruttare le proprietà degli oli essenziali in sinergia con la Cromoterapia. Ebbene, oggi voglio riprendere l’argomento e suggerirvi una bella idea per creare con le vostre mani dei cuscini per riposare bene. Vediamo subito cosa vi occorre per realizzarli:

Tessuto naturale di un colore adatto a favorire il riposo, tipo azzurro, verde, rosa, viola chiaro non necessariamente tinta unita ma anche a fantasia (magari floreale e comunque in colori tenui) preferibilmente in cotone, lino, ecc…

Miscela di piante secche che serviranno da imbottitura del cuscinetto: lavanda, luppolo, cedrina, valeriana, melissa…giusto per citarne alcune, scegliete quelle che più vi piacciono purché abbiano un’azione calmante.

b2ap3_thumbnail_miscela-erbe.jpg

A questo punto, mettetevi all’opera e con l’aiuto di una macchina da cucire, realizzate una piccola fodera all’interno della quale metterete la miscela di piante secche a cui avrete aggiunto qualche goccia di olio essenziale.

Ma quale olio essenziale? Bene, qui si riapre il discorso che avevo iniziato in un mio post precedente….l’olio essenziale è strettamente legato al colore della fodera del cuscinetto, poiché per una sorta di risonanza energetica, dovrà esaltarne le proprietà terapeutiche. E allora, vediamo in breve degli abbinamenti Olio/Colore:

b2ap3_thumbnail_colori-tenui.jpg

Alloro/Azzurro per favorire i sogni premonitori

Lavanda/Verde-Rosa per un sonno ristoratore, calmante, ottimo per le donne e i bambini specie se si trovano di fronte a paure immotivate.

Melissa/Rosa-Verde per favorire il riequilibrio energetico e per metterci in contatto con la nostra parte inconscia.

Sandalo/Azzurro utile per allontanare sogni ricorrenti che disturbano il sonno

Legno di Rosa/Rosa per migliorare la sfera affettiva.

Salvia Sclarea/Viola chiaro per ricordare i sogni, renderli chiari al nostro sé.

Cosa importante: perché il cuscinetto preparato sia efficace e permettere alle informazioni energetiche di raggiungerci, dovrà essere sistemato appena sotto il guanciale con cui dormiamo di solito oppure sotto la sua fodera che dovrà essere di colore chiaro, tipo bianco o crema.

b2ap3_thumbnail_cuscino.jpg

Pensate che l’uso costante e prolungato di questo cuscinetto non solo favorirà il riposo ma contribuirà alla rimozione dei blocchi energetici (attraverso un miglioramento del dialogo interiore) che nello stato di veglia condizionano il nostro agire quotidiano.

Provare per credere!

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

Â

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook