Guarire con i colori

Za’atar: cos’è, proprietà e ricette per prepararlo e utilizzarlo

b2ap3_thumbnail_zaatar1.jpg

Lo zaatar (scritto za’atar) è una miscela di spezie medio – orientali utilizzata come condimento in svariate ricette. La ricetta base prevede timo, sesamo e sale poi come per tutte le ricette tradizionali ogni famiglia ha la propria e così possono essere impiegate anche erbe aromatiche come maggiorana, santoreggia, finocchio, cumino, sommacco (ricetta tipica libanese) e issopo.

b2ap3_thumbnail_zaatar2.jpg

Può essere conservato sotto sale, sott’olio o lasciandolo essiccare al sole. La storia di questo condimento è molto antica, infatti già nella tomba del faraone Tutankamon ne furono trovate delle tracce. Nella tradizione ebraica, veniva utilizzato durante i rituali di purificazione. In Libano si crede che questa miscela di spezie essiccate sia in grado di rinforzare la mente ed infatti, prima degli esami, i ragazzi sono soliti consumare sandwich insaporiti di zaatar. In Egitto, Libano, Turchia e Giordania viene impiegato per aromatizzare delle pizzette stile arabo (manakish) e, miscelato ad olio d’oliva, anche carni, verdure e un formaggio tipico, il labne, ottenuto dallo yogurt.

Le proprietà di questo condimento, derivano proprio dai molteplici effetti terapeutici delle spezie, soprattutto della famiglia delle Labiatee, che entrano nella sua composizione: al timo sono riconosciute proprietà antibatteriche, digestive e disinfettanti; il sesamo è una fonte preziosa di minerali come calcio, magnesio, fosforo, potassio e vitamine; la maggiorana dal sapore più delicato dell’origano è ricca di vitamina C ed è indicata nella cura dell’emicrania; la santoreggia è un ottimo disinfettante intestinale ed è indicata anche per le affezioni polmonari; il finocchio e il cumino sono digestivi e carminativi; il sommacco, che è un frutto di colore rosso intenso dal sapore acidulo e fruttato, ha una spiccata azione antiossidante; infine l’issopo diuretico, disinfettante ed espettorante, ottimo contro la cistite e le affezioni dell’apparato respiratorio.

Ma ora ecco la mia ricetta, potete comunque trovarne diverse.

Za’atar

Ingredienti

100 g di semi di sesamo tostati

1 cucchiaio di sale integrale

1 cucchiaino di semi di finocchio bio

4 cucchiai di origano (ho usato quello che si vende in rametti)

1 cucchiaio di semi di cumino

1 cucchiaio di sommacco (l’ho trovato in questi negozietti che vendono alimenti etnici)

Una bella manciata di timo fresco del mio balcone (che ho lasciato poi essiccare)

Preparazione

E’molto semplice, basta miscelare gli ingredienti ben essiccati e riporli in un barattolo chiuso al buio, pronto da utilizzare all’occorrenza. Al momento dell’uso, basta diluirlo con pochi bicchieri di olio evo e lasciarlo riposare per un’oretta affinché prenda sapore.

E’ possibile trovarlo già pronto nei negozi tipo Castroni, sotto il nome di “condimento libanese”, ma volete mettere la soddisfazione di regolare voi la quantità di erbe in base alle vostre preferenze?

Potete utilizzare questo condimento come più vi piace, non solo per le carni e il pesce alla griglia, ma anche sulle verdure in padella, nelle patate al forno, nella salsa di pomodoro, persino spalmato sul pane tostato insieme all’olio! Io oggi vi propongo la ricetta delle famose focaccine note anche come manakish

b2ap3_thumbnail_manakish1.jpg

Ingredienti

2 cucchiai di olio

1 tazzina di acqua tiepida

3 tazzine di farina

1 cucchiaino di zucchero

½ panetto di lievito fresco

Za’atar

b2ap3_thumbnail_manaish.jpg

Preparazione

Ho sciolto il lievito con lo zucchero in una tazzina di acqua tiepida, poi ho versato il tutto in una ciotola più grande insieme alla farina e ho mescolato ben bene. Ho aggiunto 2 cucchiai di olio e ho impastato il tutto fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e privo di grumi. Ho formato una palla, che ho avvolto nella pellicola e l’ho lasciata lievitare per un’oretta. Ho suddiviso l’impasto in 2 parti e ho formato delle focaccine basse. Ho miscelato lo za’atar con l’olio evo fino ad ottenere un composto non troppo liquido che ho spennellato sulle focaccine. Le ho infornate a 180 ° nel forno ben caldo per circa 20 min. facendo attenzione a non farle diventare troppo colorite.

Alla prossima!

Stefania

Seguitemi anche su Facebook

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

trocathlon320

Trocathlon

Come vendere e acquistare attrezzatura sportiva usata per aiutare l'ambiente

African Ceremonies: riti e culture in via d'estinz...
Le incredibili sculture fatte dalle api [FOTO]
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 21 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram