Guarire con i colori

Cromoterapia alimentare: quando benessere e appetito si incontrano a tavola

b2ap3_thumbnail_5porzioni.jpg

“L’appetito vien guardando….” Eh si, perché anche a tavola l’occhio vuole la sua parte!

Stiamo per abbandonare l’estate che con le sue tinte vivaci e variopinte, si è imposta su tutto quello che ci circonda e in modo particolare sul cibo offrendoci prodotti carichi di colori brillanti. La vista, o per meglio dire il colore, ci predispone o meno a gustare un alimento dandoci indicazioni sulla qualità e la freschezza del prodotto. D’altronde la scienza parla chiaro: il nostro cervello associa al colore dei cibi sensazioni diverse, secondo un processo mentale che ci lega a vissuti positivi o negativi del passato.

E quando un alimento si presenta con un colore insolito, diverso da quello convenzionale, siamo portati a guardarlo con diffidenza e talvolta disgusto. Prima ancora di assaggiarlo, già il colore ci fornisce delle indicazioni primarie sul cibo: se è verde, il nostro cervello si predispone ad un sapore acerbo, se ha un colore tendente al marrone,è marcio. Ed ecco che dunque ci aspetteremo un sapore acidulo, aspro o dolce. D’altro canto, i colori hanno una grande influenza sul nostro stato d’animo e come ho già detto più volte, la cromoterapia ha radici antichissime poiché l’uomo ha sempre dato grossa importanza agli effetti del colore sulla salute. Già presso gli antichi Egizi, i Romani e i Greci era pratica comune curare vari disturbi con l’elioterapia, cioè l’esposizione alla luce del sole; nell’ayurveda, a ciascun chakra viene abbinato un colore;

b2ap3_thumbnail_salad.jpg

Oggi la Cromoterapia risulta essere una valida terapia integrativa ad altre medicine, anche al fine di potenziarne gli effetti. Le varie tecniche con cui viene praticata, hanno come comune denominatore l’assorbimento del colore da parte del nostro organismo al fine di riportarlo in equilibrio: attraverso irradiazioni luminose, l’acqua solarizzata, la meditazione, gli abiti, la luce solare, il massaggio e anche attraverso gli alimenti con i loro colori naturali. A tavola, spesso il colore fa da padrone e influenza anche la scelta di un cibo piuttosto che un altro in relazione al nostro stato d’animo. Soprattutto la frutta e la verdura, ricche di fitonutrienti, esercitano una spiccata azione visiva-attrattiva e svolgono importanti funzioni per la salute del corpo. Sembra che il nostro organismo abbia una intelligenza innata che lo porta a scegliere i vegetali ricchi di quelle sostanze di cui necessita. Proprio gli anglosassoni hanno coniato il motto “Five a Day” per indicare il consumo di almeno cinque porzioni di frutta e verdura di diverso colore per assicurare al nostro corpo tutti i nutrienti essenziali.

b2ap3_thumbnail_rice.jpg

Conoscere il significato che si nasconde dietro al colore di frutta e verdura, ci consente di capire molte cose: i cibi che vanno dal colore indaco al violetto sono ricchi di magnesio, e di altri elementi di sostegno alle funzioni cerebrali, sono ottimi per calmare l’appetito; al contrario, il colore rosso di certi alimenti ha una funzione di stimolo, anche dell’appetito; Chi mangia troppo velocemente dovrebbe consumare molti cibi verdi. Il verde, infatti, riporta alla stabilità ed è un buon colore antivoracità; tutta la verdura a foglia verde contiene clorofilla, luteina, carotenoidi, magnesio, folati (o vitamina B9) e vitamina C utili nel prevenire malattie del cuore e tumori e preziosi per sistema nervoso, vista e pressione sanguigna, mentre chi ha problemi di digestione, per favorire l’assimilazione del cibo dovrebbe orientarsi sull’arancione, ma anche sul giallo che migliora la produzione di succhi gastrici e riduce le tensioni addominali.

b2ap3_thumbnail_beans.jpg

Il nero, ricco di mistero, ha una forte valenza erotica, nonostante simbolicamente sia il colore che assorbe ed annulla l’energia. Negli ultimi anni i cibi di colore nero o comunque molto scuro sono stati riconosciuti come salutari. Il giallo sembra essere il colore preferito dai golosi. Trasmette energia, allegria, senso di benessere, estroversione e lucidità cosciente.Il bianco è il colore della semplicità e della depurazione, quindi ci riporta a cibi basici come latte e riso. Finocchio, cipolla, e cavolo bianco, sedano rapa, indivia belga, mela, pera e banana contengono tra gli altri flavonoidi, vitamina C e selenio utili al cuore ed alle ossa. Per concludere…si mangia prima con gli occhi!...e dunque l’appetito vien guardando!

Seguitemi anche su Facebook

Stefania

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

trocathlon320

Trocathlon

Come vendere e acquistare attrezzatura sportiva usata per aiutare l'ambiente

Bagni derivativi: strumenti utili e come praticarl...
La Nasa lavora agli orti spaziali
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 20 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram