Il bosco cambia veste.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In questa primavera bizzarra, in cui si mescolano giorni di neve, pioggia e sole cocente mi ritrovo ad ammirare a bocca aperta la natura che cambia veste, silenziosa spettatrice della nostra frenesia.

Negli ultimi giorni ho macinato chilometri e chilometri in macchina da nord a sud, mentre fuori dal finestrino scorrevano veloci ettari sconfinati di boschi appena abbandonati dalla neve. Sempreverdi infreddoliti, foglie gialle ricolme d’acqua ai piedi degli alberi lungo la strada. Un’aria umida che sapeva di terra.

Pian piano fuori dal finestrino il paesaggio si è fatto più verde, sono comparsi i fiori, i prati brillavano come smeraldi al sole.

Ieri infine, passeggiando sotto il sole di mezzogiorno lungo un viale alberato, ho alzato gli occhi e ho visto sopra di me un tappeto profumato di fiori bianchi e rosa, che qui e lì lasciava intravvedere il cielo azzurro.

Mi è tornato allora in mente questo video, visto ormai parecchio tempo fa: un timelapse creato da Samuel Orr, la cui lente ha catturato – discreta – il silenzioso cambio delle stagioni nel bosco di fronte a casa. La natura vive attorno a noi, senza clamore, grande ed imperturbabile di fronte ai nostri piccoli capricci. Nonostante tutto.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook