Sì ai tappetini colorati. Ma con attenzione.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ bello arredare la cameretta dei più piccini con giochi colorati e tappetini che gli consentano di divertirsi in maniera educativa, come i tappeti puzzle che possono essere assemblati in modi diversi e aiutano ad imparare numeri e colori.

E’ possibile trovarne di ogni forma e fantasia, ma occorre fare attenzione e distinguere quelli privi di sostanze tossiche da altri potenzialmente dannosi. Sembra incredibile, ma un oggetto di gioco e d’arredo di questa tipologia può nascondere una minaccia per la salute dei bambini.

Ho letto con stupore la storia di un tappetino puzzle per bambini: era stato tolto dal mercato per le opportune analisi e accertamenti poiché si sospettava che contenesse formammide, un ammide dell’acido formico, incolore e lievemente odorante di ammoniaca, che il Ministero della Salute definisce “sostanza tossica, soprattutto per via inalatoria, anche se l’esposizione orale, come l’accidentale ingestione di alcune piccole parti, può avere un ruolo, considerando l’abitudine dei bambini piccoli di portare alla bocca e succhiare/masticare oggetti. L’esposizione per la via cutanea al momento sembra la meno rilevante”. Eseguiti gli esami necessari dagli enti competenti, il prodotto è stato in seguito riammesso sul mercato, dato che i valori di formammide sono risultati inferiori a quelli indicati come “non rischiosi per la salute”. Ciò significa che si tratta di un oggetto sicuramente innocuo? Forse, ma non è certo. Sorgono sinceri dubbi quando si legge che il produttore dovrà scrivere con evidenza: “ATTENZIONE: dopo l’apertura della confezione e prima di utilizzare il presente articolo, areare per almeno 24 ore”.

Non abbiamo gli strumenti per capire se questo prodotto è davvero pericoloso e molte sono le discussioni ancora aperte in merito, ma è certo che tutto ciò ci colpisce, ci preoccupa e ci spinge più che mai a porre grande attenzione prima del prossimo acquisto. Utili a questo scopo sono i “10 Buoni Consigli” nella guida del Ministero della salute (http://goo.gl/eWMwca).

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook