Giochi belli, divertenti, sani e rispettosi dell’ambiente

 

 

b2ap3_thumbnail_Giochi-belli-divertenti-sani-e-rispettosi-dellambiente.jpg

In genere, scegliendo un gioco per i bambini, dedichiamo attenzione a quanto possa essere divertente, alle valenze pedagogiche e all’estetica simpatica e attrattiva. Ma ci chiediamo anche di che cosa è fatta la macchinina con cui il bimbo giocherà o l’animaletto che sicuramente prima o poi metterà in bocca per mordicchiarlo? Anche l’acquisto di un gioco comporta scelte attente sia verso i bambini che verso l’ambiente: proviamo a chiederci se i materiali utilizzati sono risorse rinnovabili, prodotti con minimo impatto ambientale e chiediamoci anche se sono naturali, atossici e innocui per il bimbo o la bimba a cui li regaleremo.

Guardando il mercato, vediamo che la produzione di giocattoli ecofriendly è in crescita e l’offerta è decisamente ampia. Ci sono ad esempio bellissime macchinine da corsa e originali camion per la raccolta differenziata, realizzati in plastica totalmente riciclata e atossica (l’azienda americana Green Toys ad esempio ricicla i contenitori del latte usati nella creazione dei propri giochi). Se pensiamo ai giochi in legno invece, troviamo fra le altre cose, tanti insetti e animaletti caratterizzati da un design fresco e spassoso. Il bruco snodabile (di Boikido) per esempio, fa parte di una linea green realizzata solo con legno certificato FSC (Forest Stewardship Council), vernici a base d'acqua e inchiostro a base di soia. Anche per i giochi morbidi di gomma è possibile fare una scelta eco. Ci sono infatti pupazzetti in caucciù e colorante alimentare ideati apposta per rispondere alle esigenze del bebè: la gomma naturale è più morbida, richiama la pelle umana e ha un profumo naturale che stimola l’olfatto del bimbo. E naturalmente è importante anche il packaging che deve essere minimale e di materiali completamente riciclabili.

Quello che si nota a malincuore però, è che si tratta principalmente di giochi d’importazione. All’estero, la sensibilità verso i prodotti ecofriendly per bambini è molto più sviluppata rispetto all’Italia e la gamma di articoli è ampia, variegata e con prezzi competitivi rispetto agli altri giocattoli. In Italia invece, la produzione è marginale e sono rare le aziende che hanno fatto una scelta verso i materiali naturali perché purtroppo è ancora scarsa una cultura eco, matura e responsabile. E’ momento di cominciare a fare piccoli passi, magari iniziando proprio dai bambini…


 

 

Vota:
F35 o occupazione utile?
Il bosco cambia veste.
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 25 Giugno 2017