Food Maps: mappe dal mondo fatte con il cibo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ispirati dalla passione per i viaggi, Henry Hargreaves e Caitlin Levin hanno deciso di prendere gli alimenti tipici e più conosciuti di ogni paese per crearne splendide mappe.

Ispirati dalla passione per i viaggi, Henry Hargreaves e Caitlin Levin hanno deciso di prendere gli alimenti tipici e più conosciuti di ogni paese – le spezie per l’India, i pomodori per l’Italia, i kiwi per la Nuova Zelanda – e crearne delle splendide mappe.

“Queste mappe mostrano come il cibo abbia viaggiato nel mondo, trasformandosi e diventando parte dell’identità culturale di un luogo”, dicono in un’intervista.

«Sono state ispirate dalla nostra passione per il viaggio, perché esplorare i nuovi posti attraverso il cibo che mangi è spesso il modo migliore per entrare nella complessa identità culturale di quel luogo».

Il risultato è un bellissimo gioco artistico con una precisa filosofia di fondo, come loro stessi desiderano sottolineare: “Questo progetto parla di come il cibo unisca le persone, le tenga insieme e le aiuti a comunicare. Qualcosa che speriamo possano fare anche le nostre mappe”.

b2ap3_thumbnail_2_20140515-000024_1.jpg

b2ap3_thumbnail_11_20140515-000044_1.jpg

b2ap3_thumbnail_1_20140515-000022_1.jpg

b2ap3_thumbnail_4_20140515-000026_1.jpg

b2ap3_thumbnail_8_20140515-000040_1.jpg

b2ap3_thumbnail_7_20140515-000037_1.jpg

b2ap3_thumbnail_5_20140515-000031_1.jpg

b2ap3_thumbnail_6_20140515-000034_1.jpg

b2ap3_thumbnail_9_20140515-000042_1.jpg

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook