Tanto “sociale” al Salone del Libro di Torino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dalla scrittura migrante alla violenza sulle donne, passando per mafia, solidarietà, famiglia e fine vita. Sono tanti i temi cari all’associazionismo protagonisti della ventiseiesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che si svolgerà dal 16 al 20 maggio. Tra i padiglioni del Lingotto Fiere, spazio anche a volumi che raccontano la disabilità e a laboratori per ragazzi.

Il Salone nasce nel 1988 da un’idea di due torinesi: il libraio Angelo Pezzana e l’imprenditore Guido Accornero. Fin dalla prima edizione si caratterizza per un tema annuale, un filo conduttore che unisce i convegni più importanti. A inaugurare il Salone è il poeta russo Josif Brodskij, premio Nobel 1987. Nel 1999 il Salone viene rilevato da Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino e prende il nome di Fiera del Libro, per poi tornare alla denominazione originaria nel 2010. La promozione e il progetto culturale sono affidati alla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Presidente è Rolando Picchioni, direttore editoriale lo scrittore Ernesto Ferrero.

Tra i personaggi più attesi c’è Sahar Delijani, figlia di militanti politici iraniani, nata in un carcere di Teheran nel 1983, in cui erano stati imprigionati i genitori. Nel 1996 la famiglia riesce a rifugiarsi in America, e oggi Sahar vive a Torino con il marito italiano. Dalla dittatura khomeinista alla “primavera verde” del 2009, il suo intenso romanzo “L’albero dei fiori viola” intreccia i destini di donne iraniane separate dalla violenza della storia ma accomunate dalla fedeltà delle loro radici.

sahar-delijani

Il programma completo dell’evento è, come sempre, pieno di iniziative interessanti, consultabili sul sito ufficiale:

http://www.salonelibro.it/programma.html

Anche quest’anno, doppo il successo della scorsa edizione, il Salone si racconta in diretta Twitter con l’hashtag ufficiale #SalTo13

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook