Medioeval Trail: 1000 Km a piedi tra i borghi più belli del centro Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Unʼautentica avventura, nel cuore del nostro Paese, è quella che il 27 settembre ha intrapreso Attila Dalla Palma: 1000 chilometri attraverso i borghi più belli di Toscana, Lazio, Umbria e Marche, lungo stradine e sentieri che prima del XX secolo rappresentavano la rete di connessioni per la mobilità di uomini e cose.

Un viaggio, rigorosamente a piedi, in un ambiente naturale e tradizionale tra i più suggestivi al mondo, ricco di un passato che rischia di essere dimenticato dalla frenesia di giornate spesso troppo piene di “impegni” e “vuote” di emozioni.

Attila ha deciso di organizzare, prima di tentare avventure lontane, un viaggio alla scoperta dei nostri territori. Alla riscoperta della sua terra, partendo da quelli che sono considarati i più bei borghi medioevali d’Italia, luoghi preziosi e spesso nascosti, a volte addirittura ignorati, dalle grandi vie di comunicazione.

Un viaggio lungo 1000 chilometri, che separano Firenze da Bolsena, Assisi, Norcia, per poi risalire lungo la dorsale appenninica marchigiana, costellata di piccoli grandi tesori arroccati sul culmine di dolci colline.

Un viaggio in completa autosufficienza, contando solo sulle proprie risorse, fisiche e oggettive, fatte di quei pochi oggetti contenuti nello zaino. Il percorso raggruppa una summa di quelli che sono considerati i più bei borghi medioevali dell’Italia centrale, che verranno raggiunti seguendo strade secondarie, sentieri e mulattiere che si snodano tra le campagne e le valli dellʼAppennino.

In quaranta giorni Attila cercherà di attraversare da nord a sud il territorio toscano, scendendo lungo la Via Cassia attraverso la meravigliosa Val d’Orcia, per poi piegare verso est in territorio umbro sulle tracce del cammino di San Francesco, risalendo quindi verso nord nell’entroterra marchigiano, in quelli che fino allʼunità dʼItalia erano possedimenti pontifici.

Pur muovendosi in autosufficienza, Attila riesce ogni giorno ad aggiornare il suo sito,  in cui racconta – attraverso foto, testi e video – gli incontri, i paesaggi e le impressioni della sua avventura.

Buon cammino, Attila!

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook