b2ap3_thumbnail_Malala-Yousaf-discorso-premio-nobel-pace.jpg

Lo splendido discorso di Malala Yousaf, la ragazza che a soli 17 anni vince il Nobel per la Pace

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

É la seconda volta che il nome della giovane attivista pakistana Malala Yousaf fa il giro dei notiziari di tutto il mondo. La prima volta due anni fa, quando a soli 15 anni fu vittima di un attentato che per poco non le costò la vita. Ma riuscì a sopravvivere alle pallottole che i talebani le spararono alla testa. E così, la scorsa settimana il suo nome ha fatto di nuovo notizia, diventando la persona più giovane nella storia a vincere un Premio Nobel.

Leggi anche: Malala e Kailash, due nobel per la pace paladini dei diritti dei bambini

Lei si trovava a scuola quando ha saputo di aver vinto il premio, ed rimasta lì per il resto della giornata. Ma quando ha affrontato la stampa, il suo discorso è stato così profondo che si fatica a credere provenga da una ragazza di appena 17 anni.

Una ragazza non può essere una schiava ha detto, “ma ha il diritto di vivere la propria vita.”

Ha raccontato che dopo aver scoperto di essere stata onorata con il premio si è sentita “più forte e più coraggiosa, perché questo premio non è solo un pezzo di ferro, una medaglia che si usura con il tempo, o un premio da tenere nella propria cameretta, ma un forte incoraggiamento ad andare avanti e a credere in me stessa.”

È un discorso che vale la pena ascoltare per intero, che può infondere in tutti noi un po’ di saggezza, da parte di qualcuno che, pur essendo solo un adolescente, ha già fatto così tanto.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
eBay

Work out: i migliori attrezzi per allenare a casa tutti i muscoli

Speciale Creme Solari

Creme solari: come sceglierle e a cosa fare attenzione

Germinal Bio

5 colazioni sane per rendere gustosi i tuoi fiocchi d’avena

MSC

Pesca sostenibile: perché è così importante per tutti noi e per il nostro Pianeta

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook