Quando dalle bombe nasce la vita: in Palestina crescono fiori dai contenitori dei gas lacrimogeni [FOTO]

Quando dalle bombe nasce la vita- in Palestina crescono fiori dai contenitori dei gas lacrimogeni

Una storia di resistenza pacifica in Palestina, nel villaggio di Bil'in, vicino Ramallah.

In un luogo consacrato alla guerra, una donna ha creato un giardino in cui pianta fiori nei candelotti dei gas lacrimogeni, lanciati dai soldati israeliani durante alcuni scontri.

Prendersi cura di una piantina che deve crescere in mezzo a mille difficoltà è un gesto al tempo stesso commovente e meraviglioso.

Una storia simbolica, che racconta un'altra faccia del conflitto.

Un messaggio di pace, che è un inno alla vita, fatto da persone che piantano meravigliosi semi di speranza.

Leggi anche:

Un secondo al giorno: la guerra negli occhi dei bambini. Il video di Save the Children

I Kibbutz Israeliani: villaggi collettivi verdi e solidali

1

2

3

4

5

6

8

9

10

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

15 cose da fare con le scatole di cartone che riem...
Ecco come sarebbero le citta' senza l'inquinamento...
 

Commenti 1

Ospite - HollyB il 31 05 2014
Correzione ......

La Palestina non c'e' nessuna guerra. Per fare una guerra ci vuole almeno due partecipanti, e la Palestina non avendo un esercito, ne' marina, aerei, carri armati o bombe nucleare, non e' in grado di partecipare a nessuna guerra, anche volendo.

Israele invece possiede tutte queste cose e le usa tutti i giorni contro il popolo palestinese (meno le bombe nucleare, ovviamente). Quello che c'e' in Palestina non si puo chiamare guerra, ma un occupazione militare brutale che dura da quasi 50 anni. Con l'aggravante dello sfruttamento del territorio occupato, cosa proibito dalle Convenzione di Ginevra. Infatti Israele ha costruito migliai di villaggi nei territori occupati, e piu di 500,000 coloni illegali ci abitano, rovinando cosi l'ambiente e rubando la terra e l'acqua ai palestinese.

Le parole sono importante.

0
La Palestina non c'e' nessuna guerra. Per fare una guerra ci vuole almeno due partecipanti, e la Palestina non avendo un esercito, ne' marina, aerei, carri armati o bombe nucleare, non e' in grado di partecipare a nessuna guerra, anche volendo. Israele invece possiede tutte queste cose e le usa tutti i giorni contro il popolo palestinese (meno le bombe nucleare, ovviamente). Quello che c'e' in Palestina non si puo chiamare guerra, ma un occupazione militare brutale che dura da quasi 50 anni. Con l'aggravante dello sfruttamento del territorio occupato, cosa proibito dalle Convenzione di Ginevra. Infatti Israele ha costruito migliai di villaggi nei territori occupati, e piu di 500,000 coloni illegali ci abitano, rovinando cosi l'ambiente e rubando la terra e l'acqua ai palestinese. Le parole sono importante.
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 21 Settembre 2018
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram