Nove cibi "senza" data di scadenza

b2ap3_thumbnail_download1_20140128-014545_1.jpg

Difficilmente usiamo l'aggettivo "simpatico" per descrivere un ragno. Eppure è stata la prima parola che mi è venuta in mente guardando le incredibili foto di Thomas Shahan.

Sono ragni particolari, quelli fotografati, comunemente chiamati ragni saltatori.

Non usano la ragnatela, ma sfruttano la loro capacità visiva: la particolare disposizione degli occhi permette loro di avere un campo visivo di quasi 360 gradi.

Sono i ragni con la vista migliore e, probabilmente, anche quelli con le espressioni più buffe.

b2ap3_thumbnail_download2_20140128-014909_1.jpgb2ap3_thumbnail_download3.jpgb2ap3_thumbnail_download5.jpgb2ap3_thumbnail_download4.jpg

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

Vota:
Cucina macrobiotica: il Miso
Emissioni di CO2 delle automobili: almeno un terzo...
 

Commenti 35

Ospite - ladycat80 il Giovedì, 16 Maggio 2013 15:17
grazie

bellissimo articolo grazie per tutte le dritte. io mi ricordo che la mia migliore amica diceva anche il thè in bustina che non scade, ma non ricordo se cera un tempo o no.
grazie e buon proseguimento :*

1
[b][i]bellissimo articolo grazie per tutte le dritte. io mi ricordo che la mia migliore amica diceva anche il thè in bustina che non scade, ma non ricordo se cera un tempo o no. grazie e buon proseguimento :*[/i][/b]
Clorofilla il Giovedì, 04 Luglio 2013 11:32
Scusa il ritardo, vedo solo adesso...

Il te, le tisane e le erbe essiccate in generale non scadono, al massimo se mal conservate perdono proprietà, profumo e colore, ma male non fanno...basta che non siano tenute all'umido, rischiando di sviluppare muffe.

0
Il te, le tisane e le erbe essiccate in generale non scadono, al massimo se mal conservate perdono proprietà, profumo e colore, ma male non fanno...basta che non siano tenute all'umido, rischiando di sviluppare muffe.:)
Ospite - Sara il Giovedì, 04 Luglio 2013 09:20
Miele

Avendo fatto un apposito corso di degustazione, posso dire che sarebbe opportuno evitare di scaldare tutto il barattolo del miele, se serve scioglierlo è bene farlo solo per la quantità desiderata altrimenti le continue "cotture" ne alterano le proprietà.

1
Avendo fatto un apposito corso di degustazione, posso dire che sarebbe opportuno evitare di scaldare tutto il barattolo del miele, se serve scioglierlo è bene farlo solo per la quantità desiderata altrimenti le continue "cotture" ne alterano le proprietà.
Clorofilla il Giovedì, 04 Luglio 2013 11:27

Grazie Sara, ho fatto lo stesso corso anche io e concordo, grazie per il consiglio!

0
Grazie Sara, ho fatto lo stesso corso anche io e concordo, grazie per il consiglio!
Ospite - Dino Carrozzo il Giovedì, 04 Luglio 2013 10:44
Dino (WollyWinjka)

Essendo interessato in prima persona, mi risulta che anche il cacao non abbia scadenza, e quindi anche il cioccolato (quello puro, non il surrogato).
Può perdere aroma, profumo, sapore, ma non si deteriora.
Patisce il caldo, ma perde solo lucentezza e colore finché non lo si rifonde.
Giusto?
In ogni caso ottimo articolo. Un sacco di roba viene buttata via essendo ancora buona! Ricordiamo che il pianeta non muore, si adatta. E' l'attuale vita sul pianeta che è a rischio!

1
Essendo interessato in prima persona, mi risulta che anche il cacao non abbia scadenza, e quindi anche il cioccolato (quello puro, non il surrogato). Può perdere aroma, profumo, sapore, ma non si deteriora. Patisce il caldo, ma perde solo lucentezza e colore finché non lo si rifonde. Giusto? In ogni caso ottimo articolo. Un sacco di roba viene buttata via essendo ancora buona! Ricordiamo che il pianeta non muore, si adatta. E' l'attuale vita sul pianeta che è a rischio!
Clorofilla il Giovedì, 04 Luglio 2013 11:30
Grazie

Al cacao non avevo pensato... Per il cacao in polvere anche io credo non ci siano problemi, ma il burro di cacao che contiene il cioccolato in tavoletta, non irrancidisce con il tempo facendo cambiare il gusto?

0
Al cacao non avevo pensato... Per il cacao in polvere anche io credo non ci siano problemi, ma il burro di cacao che contiene il cioccolato in tavoletta, non irrancidisce con il tempo facendo cambiare il gusto?
Ospite - Claudia il Giovedì, 04 Luglio 2013 12:00

Riguardo ai superalcolici: non vanno a male, ma se la bottiglia non è a tenuta più che ermetica, l'alcool tende a evaporare, perché è ESTREMAMENTE volatile. Inoltre, se si tratta di amari a base di erbe, è possibile che anche quel minimo di aria presente nella bottiglia a lungo andare ossidi le sostanze estratte dalle erbe tramite l'infusione in alcool.

Riguardo agli amidi: poiché la maggior parte dei batteri e delle muffe si NUTRONO di amido e glucosio in genere, occorre che questi prodotti restino il più possibile lontani dalla più piccola presenza di umidità (cosa assai difficile da fare in casa, anche nei cosiddetti "Luoghi freschi e asciutti"). In caso contrario, batteri e muffe non ci metteranno molto a colonizzare il sacchetto.

Terzo: siete davvero sicuri che l'aceto non si rovini? A me, anche conservato ben chiuso e "in luogo fresco e asciutto" (ma esiste un posto del genere dentro casa, e soprattutto in cucina o anche nella dispensa?), ha sempre, e sottolineo SEMPRE fatto dei depositi, che non so se sono dovuti a muffe, ma di certo non lo rendono appetibile.

0
Riguardo ai superalcolici: non vanno a male, ma se la bottiglia non è a tenuta più che ermetica, l'alcool tende a evaporare, perché è ESTREMAMENTE volatile. Inoltre, se si tratta di amari a base di erbe, è possibile che anche quel minimo di aria presente nella bottiglia a lungo andare ossidi le sostanze estratte dalle erbe tramite l'infusione in alcool. Riguardo agli amidi: poiché la maggior parte dei batteri e delle muffe si NUTRONO di amido e glucosio in genere, occorre che questi prodotti restino il più possibile lontani dalla più piccola presenza di umidità (cosa assai difficile da fare in casa, anche nei cosiddetti "Luoghi freschi e asciutti"). In caso contrario, batteri e muffe non ci metteranno molto a colonizzare il sacchetto. Terzo: siete davvero sicuri che l'aceto non si rovini? A me, anche conservato ben chiuso e "in luogo fresco e asciutto" (ma esiste un posto del genere dentro casa, e soprattutto in cucina o anche nella dispensa?), ha sempre, e sottolineo SEMPRE fatto dei depositi, che non so se sono dovuti a muffe, ma di certo non lo rendono appetibile.
Clorofilla il Giovedì, 04 Luglio 2013 13:23

Buongiorno Claudia! Grazie per le puntualizzazioni, certo che se le cose sono conservate nel modo migliore il discorso vale, altrimenti, non ha senso. Che le sostanze in infusione nell'alcool si ossidino non mi sembra un gran problema, se non dal punto di vista estetico. L'aceto non ha muffe al suo interno, ma batteri, http://it.wikipedia.org/wiki/Madre_dell'aceto, se si forma la cosiddetta "madre" sul fondo, basta filtrarlo se vi infastidisce l'estetica. Dato che vedo che è molto interessata alle muffe, qui trova un articolo che ho scritto in merito: http://www.greenme.it/spazi-verdi/clorofilla/599-la-muffa-nel-cibo-quando-e-pericolosa
Buona giornata

0
Buongiorno Claudia! Grazie per le puntualizzazioni, certo che se le cose sono conservate nel modo migliore il discorso vale, altrimenti, non ha senso. Che le sostanze in infusione nell'alcool si ossidino non mi sembra un gran problema, se non dal punto di vista estetico. L'aceto non ha muffe al suo interno, ma batteri, http://it.wikipedia.org/wiki/Madre_dell'aceto, se si forma la cosiddetta "madre" sul fondo, basta filtrarlo se vi infastidisce l'estetica. Dato che vedo che è molto interessata alle muffe, qui trova un articolo che ho scritto in merito: http://www.greenme.it/spazi-verdi/clorofilla/599-la-muffa-nel-cibo-quando-e-pericolosa Buona giornata
Ospite - Dino il Giovedì, 04 Luglio 2013 12:09
Dino (WollyWinka)

Che si irrancidisca non mi risulta. Al burro di cacao, l'industria arriva a dare anche 4/5 anni di scadenza (consumare preferibilmente...)
Però è un buon spunto da approfondire.
Quello che fa cambiare gusto al cioccolato è il fatto che col caldo il burro si scioglie e si separa dal cacao e dallo zucchero nella tavoletta. Quindi non percepiamo più il gusto unico del cioccolato o del cacao ma i gusti separati di cacao burro e zucchero. (questo se stiamo parlando di cioccolato senza altri grassi aggiunti, quindi di cioccolato puro)
Il burro di cacao non ha di suo un gran sapore, è pressochè insapore, infatti può essere utilizzato in cucina anche per friggere o cuocere (ha un punto di fumo più altro degli altri olii o grassi) ma non da' sapore come ad esempio il burro vaccino.
scusatemi per lo spazio rubato, ma parlare del cioccolato mi appassiona troppo!
Dino

1
Che si irrancidisca non mi risulta. Al burro di cacao, l'industria arriva a dare anche 4/5 anni di scadenza (consumare preferibilmente...) Però è un buon spunto da approfondire. Quello che fa cambiare gusto al cioccolato è il fatto che col caldo il burro si scioglie e si separa dal cacao e dallo zucchero nella tavoletta. Quindi non percepiamo più il gusto unico del cioccolato o del cacao ma i gusti separati di cacao burro e zucchero. (questo se stiamo parlando di cioccolato senza altri grassi aggiunti, quindi di cioccolato puro) Il burro di cacao non ha di suo un gran sapore, è pressochè insapore, infatti può essere utilizzato in cucina anche per friggere o cuocere (ha un punto di fumo più altro degli altri olii o grassi) ma non da' sapore come ad esempio il burro vaccino. scusatemi per lo spazio rubato, ma parlare del cioccolato mi appassiona troppo! Dino
Clorofilla il Giovedì, 04 Luglio 2013 13:29

Grazie davvero per le informazioni Dino! Quindi basterebbe conservarlo al fresco ed eventualmente scioglierlo nuovamente e mescolare per ripristinare la testura iniziale. Mi hai fatto davvero incuriosire!!

0
Grazie davvero per le informazioni Dino! Quindi basterebbe conservarlo al fresco ed eventualmente scioglierlo nuovamente e mescolare per ripristinare la testura iniziale. Mi hai fatto davvero incuriosire!!:)
Ospite - Dino il Giovedì, 04 Luglio 2013 15:04
dino (WollyWinka)

Esattamente. Il cioccolato può essere risciolto e rilavorato in pratica infinite volte. Quindi, ad esempio, con le uova di pasqua che avanzano, si possono fare cioccolatini o tavolette a altre uova di pasqua. Basta seguire gli accorgimenti per lo scioglimento e la tempratura del cioccolato.

1
Esattamente. Il cioccolato può essere risciolto e rilavorato in pratica infinite volte. Quindi, ad esempio, con le uova di pasqua che avanzano, si possono fare cioccolatini o tavolette a altre uova di pasqua. Basta seguire gli accorgimenti per lo scioglimento e la tempratura del cioccolato.
Ospite - grazia il Giovedì, 04 Luglio 2013 13:14
Ciao!

ciao

1
Ospite - tiziana il Giovedì, 04 Luglio 2013 16:42

vorrei sapere se il gelato scade tenuto nel congelatore

0
vorrei sapere se il gelato scade tenuto nel congelatore
Clorofilla il Domenica, 07 Luglio 2013 19:17

Anche i cibi congelati hanno una scadenza, devi soprattutto fare attenzione alla temperatura riportata come ottimale per la osservazione. Spesso i comuni congelatori non la raggiungono.

0
Anche i cibi congelati hanno una scadenza, devi soprattutto fare attenzione alla temperatura riportata come ottimale per la osservazione. Spesso i comuni congelatori non la raggiungono.
Ospite - Alessia il Domenica, 07 Luglio 2013 16:13

Essendone coinvollta in prima persona vorrei aggiungere l'olio all'elenco. Per legge dobbiamo mettere una scadenza a due anni, ma fintanto che le lattine, le bottiglie vengono correttamente conservate (al buio e lontano da fonti di calore) l'olio non subirà alterazioni.
Quello che accade è un cambiamento nel gusto: l'amaro e il piccante che si sentono nell'olio nuovo col tempo tendono a scomparire.

1
Essendone coinvollta in prima persona vorrei aggiungere l'olio all'elenco. Per legge dobbiamo mettere una scadenza a due anni, ma fintanto che le lattine, le bottiglie vengono correttamente conservate (al buio e lontano da fonti di calore) l'olio non subirà alterazioni. Quello che accade è un cambiamento nel gusto: l'amaro e il piccante che si sentono nell'olio nuovo col tempo tendono a scomparire.
Clorofilla il Domenica, 07 Luglio 2013 19:18

Grazie Alessia!

0
Grazie Alessia!
Ospite - helli55 il Domenica, 07 Luglio 2013 18:01
data di scadenza

Salve,
piu' che della data di scadenza mi preoccuperei degli acquisti. Perche' comperare quello che non si ha intenzione di consumare almeno in un anno ? I liquiri o distillati non son certo attaccati da batteri ma non pensiamo al decadimento di cio' che contengono oltre all'alcool... gli elementi che hanno vita biologica non sono eterni anche se ben conservati ma si modificano. Parimenti il discorso vale per l'olio, che anche se usato come conservante irrancisisce e si deteriora.
Il cioccolato, se non consumato entro un anno, non attendiamo ma facciamone dono entro qualche mese a qualcuno che lo consumera' certamente, facendo magari piu' che felice qualche bimbo che non stara' a sottilizzare se ha forma d'uovo di pasqua o d'altro.
In questa maniera non metteremo mai a rischio la nostra salute e consumeremo sempre prodotti freschi, oltre a mettere equilibrio alla nostra spesa che spesso risulta insensata.
Vorrei sapere cosa ne pensate

1
Salve, piu' che della data di scadenza mi preoccuperei degli acquisti. Perche' comperare quello che non si ha intenzione di consumare almeno in un anno ? I liquiri o distillati non son certo attaccati da batteri ma non pensiamo al decadimento di cio' che contengono oltre all'alcool... gli elementi che hanno vita biologica non sono eterni anche se ben conservati ma si modificano. Parimenti il discorso vale per l'olio, che anche se usato come conservante irrancisisce e si deteriora. Il cioccolato, se non consumato entro un anno, non attendiamo ma facciamone dono entro qualche mese a qualcuno che lo consumera' certamente, facendo magari piu' che felice qualche bimbo che non stara' a sottilizzare se ha forma d'uovo di pasqua o d'altro. In questa maniera non metteremo mai a rischio la nostra salute e consumeremo sempre prodotti freschi, oltre a mettere equilibrio alla nostra spesa che spesso risulta insensata. Vorrei sapere cosa ne pensate
Clorofilla il Domenica, 07 Luglio 2013 19:24

A me viene in mente che mia nonna faceva i liquori ogni anno, e più invecchiavano, più erano buoni. Che preparava le conserve e surgelava i prodotti freschi nella quantità da consumare nel corso di un anno, o dell'inverno.
Ma di alcune cose sempre aveva una grande scorta, perché lei aveva patito la fame urlante la guerra e anche dopo e come molti anziani, avere la dispensa piena era rassicurante. Un po' questa cosa me l'ha trasmessa. Con i Tempi che corrono, non so se sia una cosa completamente sbagliata...

0
A me viene in mente che mia nonna faceva i liquori ogni anno, e più invecchiavano, più erano buoni. Che preparava le conserve e surgelava i prodotti freschi nella quantità da consumare nel corso di un anno, o dell'inverno. Ma di alcune cose sempre aveva una grande scorta, perché lei aveva patito la fame urlante la guerra e anche dopo e come molti anziani, avere la dispensa piena era rassicurante. Un po' questa cosa me l'ha trasmessa. Con i Tempi che corrono, non so se sia una cosa completamente sbagliata...
Ospite - LUCIA il Giovedì, 22 Agosto 2013 14:33

qualcuno sa se il malto di riso o di mai s puo' scadere? ho aperto un vasetto intatto e' ha fatto uno strano bzzzz..come se fosse fermentato??

0
qualcuno sa se il malto di riso o di mai s puo' scadere? ho aperto un vasetto intatto e' ha fatto uno strano bzzzz..come se fosse fermentato??
Clorofilla il Giovedì, 22 Agosto 2013 16:05

Anche se non scade può fermentare, hai ragione, te ne accorgi perché appena lo metti sulla lingua é frizzantino e dall'odore

0
Anche se non scade può fermentare, hai ragione, te ne accorgi perché appena lo metti sulla lingua é frizzantino e dall'odore
Ospite - eugenia satta il Giovedì, 22 Agosto 2013 15:23
eusatta

avete dimenticato i legumi secchi che sono eterni

1
avete dimenticato i legumi secchi che sono eterni
Ospite - Lucia il Giovedì, 22 Agosto 2013 16:40
malto

quindi cosa faccio lo butto??

0
quindi cosa faccio lo butto?? :(
Ospite - tizy il Sabato, 24 Agosto 2013 17:42
cioccolata

la cioccolata in frigo in estateeee

0
la cioccolata in frigo in estateeee:)
Ospite - Massimiliano (esperto di sopravvivenza) il Lunedì, 14 Ottobre 2013 16:56
concordo

Concordo, i legumi secchi sono praticamente eterni. Ne hanno ritrovati di interi in alcuni vasi romani, ok forse quelli non sono più commestibili... Ma il fatto che non si fossero completamente dissolti, ammuffiti o altro, è la prova che per almeno 20 o 30 anni saranno buoni, a patto che vengano conservati sotto vuoto o comunque lontani dall'umidità. A questo proposito, ormai è sempre più di moda prepararsi alle ipotetiche "fini del mondo" (ma anche a guerre, rivoluzioni, invasioni aliene, infestazioni di morti viventi...) e gli "apocalittici" fanno scorte che durano decenni... Andando più nel reale (benchè prepararsi ad ogni imprevisto non sia poi così sbagliato) parecchi anni fa, i miei genitori che allora vivevano in un paesino di montagna, rimasero bloccati per una nevicata enorme per ben 15 giorni! fino all'arrivo dell'esercito... Li salvarono (loro come altri) le scorte alimentari non deperibili... (erano senza elettricità...) preparare una piccola scorta, è una buona cosa. E per evitare di tenere il tutto aggiornato e sotto sorveglianza e aggiornare di volta in volta le scadenze e i prodotti, si fa prima a stipare roba che dura decenni, penso. [email protected]

0
Concordo, i legumi secchi sono praticamente eterni. Ne hanno ritrovati di interi in alcuni vasi romani, ok forse quelli non sono più commestibili... Ma il fatto che non si fossero completamente dissolti, ammuffiti o altro, è la prova che per almeno 20 o 30 anni saranno buoni, a patto che vengano conservati sotto vuoto o comunque lontani dall'umidità. A questo proposito, ormai è sempre più di moda prepararsi alle ipotetiche "fini del mondo" (ma anche a guerre, rivoluzioni, invasioni aliene, infestazioni di morti viventi...) e gli "apocalittici" fanno scorte che durano decenni... Andando più nel reale (benchè prepararsi ad ogni imprevisto non sia poi così sbagliato) parecchi anni fa, i miei genitori che allora vivevano in un paesino di montagna, rimasero bloccati per una nevicata enorme per ben 15 giorni! fino all'arrivo dell'esercito... Li salvarono (loro come altri) le scorte alimentari non deperibili... (erano senza elettricità...) preparare una piccola scorta, è una buona cosa. E per evitare di tenere il tutto aggiornato e sotto sorveglianza e aggiornare di volta in volta le scadenze e i prodotti, si fa prima a stipare roba che dura decenni, penso. [email protected]
Ospite - Chiara il Sabato, 18 Gennaio 2014 19:20
miele

Io avrei un unico appunto sul miele. È vero che non scade e non diventa mai nocivo. Tutt'al più cristallizza. È vero però che dopo 36 mesi il miele perde le sue proprietà che lo rendono un alimento così prezioso facendolo diventare semplicemente un dolcificante. Ovviamente parlo del miele 'artigianale' trattato come si deve dagli apicoltori, non quello industriale che essendo pastorizzato le proprietà le ha perse in partenza.

1
Io avrei un unico appunto sul miele. È vero che non scade e non diventa mai nocivo. Tutt'al più cristallizza. È vero però che dopo 36 mesi il miele perde le sue proprietà che lo rendono un alimento così prezioso facendolo diventare semplicemente un dolcificante. Ovviamente parlo del miele 'artigianale' trattato come si deve dagli apicoltori, non quello industriale che essendo pastorizzato le proprietà le ha perse in partenza.
Ospite - Cri il Giovedì, 09 Ottobre 2014 11:22
MIELE

Ma allora quello che si compra non serve a nulla?? Non ho l' apicoltore!!!!!
Grazie,
Cri

0
Ma allora quello che si compra non serve a nulla?? Non ho l' apicoltore!!!!!:(:( Grazie, Cri
Ospite - msriella il Sabato, 31 Gennaio 2015 17:53
alghe

Qualcuno , per cortesia , mi sa indicare la reale scadenza delle alghe (ovviamente allo stato secco )? grazie

0
Qualcuno , per cortesia , mi sa indicare la reale scadenza delle alghe (ovviamente allo stato secco )? grazie:)
Clorofilla il Lunedì, 02 Febbraio 2015 12:45

Io credo che, dato che sono essiccate, siano tra i cibi che si conservano tranquillamente, se non vengono in contatto con umidità.

0
Io credo che, dato che sono essiccate, siano tra i cibi che si conservano tranquillamente, se non vengono in contatto con umidità.
Ospite - cossuca il Sabato, 14 Febbraio 2015 16:55

bottiglie aperte di liquori come l'alchermes o il marsala all'uovo, ben chiuse, quanto possono durare. grazie molte

0
bottiglie aperte di liquori come l'alchermes o il marsala all'uovo, ben chiuse, quanto possono durare. grazie molte
Clorofilla il Lunedì, 06 Luglio 2015 11:07

Glin alcolici chiusi non hanno scadenza

0
Glin alcolici chiusi non hanno scadenza :)
Ospite - Carin il Domenica, 08 Marzo 2015 08:34

Salve articolo è molto interessante..il mio dubbio è il glucosio,visto che anch'esso fa parte dei zucchero può essere usato oltre la scadenza?

0
Salve articolo è molto interessante..il mio dubbio è il glucosio,visto che anch'esso fa parte dei zucchero può essere usato oltre la scadenza?
Clorofilla il Lunedì, 06 Luglio 2015 11:08

Ciao Carin, vedo solo ora...il glucosio è zucchero concentrato, non ha problemi a conservarsi

0
Ciao Carin, vedo solo ora...il glucosio è zucchero concentrato, non ha problemi a conservarsi:)
Ospite - antonella il Domenica, 05 Luglio 2015 19:37
Sto bevendo thè scaduto da 20 anni !!

Mi sono state regalate confezioni di thè in bustine scadute da 20 anni, da una persona che molti anni fa commerciava in thè. Alle mie perplessità, mi ha detto che da anni lo consuma, perchè il thè non scade mai, se ben conservato. Quindi mi sono convinta e lo sto consumando da mesi e mesi, senza alcun problema.
Anche lo yogurth si può consumare ben dopo la data di scadenza, anche 1 mese.

1
Mi sono state regalate confezioni di thè in bustine scadute da 20 anni, da una persona che molti anni fa commerciava in thè. Alle mie perplessità, mi ha detto che da anni lo consuma, perchè il thè non scade mai, se ben conservato. Quindi mi sono convinta e lo sto consumando da mesi e mesi, senza alcun problema. Anche lo yogurth si può consumare ben dopo la data di scadenza, anche 1 mese.
Ospite - Daniela il Domenica, 10 Gennaio 2016 06:57
La vaniglia?

Ciao, innanzi tutto grazie, l'articolo è interessantissimo. A tal proposito volevo chiedere, ho trovato in casa delle stecche di vaniglia che avevo portato da un viaggio alle Antille diversi anni fa , credo il 2009. Le stecche di vaniglia scadono? Potranno essere utilizzate? E invece per lo sciroppo d'acero, se non è stato congelato ma è allo stato liquido e scaduto, devo buttarlo?

0
Ciao, innanzi tutto grazie, l'articolo è interessantissimo. A tal proposito volevo chiedere, ho trovato in casa delle stecche di vaniglia che avevo portato da un viaggio alle Antille diversi anni fa , credo il 2009. Le stecche di vaniglia scadono? Potranno essere utilizzate? E invece per lo sciroppo d'acero, se non è stato congelato ma è allo stato liquido e scaduto, devo buttarlo?
Ospite - Anarchicca il Venerdì, 29 Gennaio 2016 15:47
Anarchicca :-)

Ciao!!! se l'aceto fa la "madre" vuol dire che e' di ottima qualita', cosi' vale per l'olio extravergine, mai buttare la madre ( che tra l'altro e' squisita sui crostini!) ma rabboccare con altro olio x migliorane la qualita', sempre evo, ovviamente..
per quello che riguarda il miele invece, sempre che sia senza antibiotici (come quello dei supermercati), credo ci vogliano decenni , stando stretti, prima che perda le proprieta', se ben conservato...parlo x esperienza personale! al ritorno da un viaggio in Turchia 30 anni fa circa, ho messo del miele comprato la' in cantina, poi me ne son scordata!
l'anno scorso, tormentata da un raffreddore fetentissimo, mi e' venuto in mente che "forse" avevo qualcosa in cantina per prepararmi la classica pozione timo rosso e miele..Zacchete! l'ho ritrovato in perfetto stato, pur se cristallizzato, e usato subito...2 ore e stavo gia' meglio, 4 ore ed ero guarita!
il timo rosso non funziona se il miele non e' attivo...quindi... :-)

0
Ciao!!! se l'aceto fa la "madre" vuol dire che e' di ottima qualita', cosi' vale per l'olio extravergine, mai buttare la madre ( che tra l'altro e' squisita sui crostini!) ma rabboccare con altro olio x migliorane la qualita', sempre evo, ovviamente.. per quello che riguarda il miele invece, sempre che sia senza antibiotici (come quello dei supermercati), credo ci vogliano decenni , stando stretti, prima che perda le proprieta', se ben conservato...parlo x esperienza personale! al ritorno da un viaggio in Turchia 30 anni fa circa, ho messo del miele comprato la' in cantina, poi me ne son scordata! l'anno scorso, tormentata da un raffreddore fetentissimo, mi e' venuto in mente che "forse" avevo qualcosa in cantina per prepararmi la classica pozione timo rosso e miele..Zacchete! l'ho ritrovato in perfetto stato, pur se cristallizzato, e usato subito...2 ore e stavo gia' meglio, 4 ore ed ero guarita! il timo rosso non funziona se il miele non e' attivo...quindi... :-)
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 22 Agosto 2017