In vacanza senza figli: 5 motivi (+1) per viaggiare in coppia (almeno ogni tanto)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vacanze senza bambini? Probabile e non impossibile. Tutto sta a capire di quale categoria si fa parte: genitori ansiosi che “non lascio mio figlio nemmeno per un giorno e manco se dovessero pagarmi oro” o genitori del tipo “che vuoi che sia se mollo mio figlio al primo che passa…”.

E allora il punto è questo: se poco poco siete in preda allo stress, ne avete fin sopra i capelli e, soprattutto, vi state accorgendo che ‘sti ragazzetti che vi ritrovate per casa vi stanno portando via tutte le forze e le funzioni vitali, rendono impossibile una passata rapida di smalto o una doccia che superi i 3 minuti, beh non c’è nulla di male se organizzate un viaggetto in due. Come i vecchi tempi.

Premesso, ovvio, che io sono una fan del concetto “un po’ di tempo per se stessi ci vuole“, visto e considerato che il tempo che il mio lavoro mi concede per stare sufficientemente coi lillipuziani basta ad associarmi alla immagine di donna frustrata e stanca h24. D’altronde, quando non ci sono (o non ci siamo) so perfettamente che i bimbi sono in buone mani e che si sono scordati di me (di noi) non appena varcata la soglia di casa, non fosse altro per l’anarchia più totale che regna in mia (nostra) assenza.

Insomma, di motivi di una vacanza in coppia senza bambini ne ho trovati almeno 5, ditemi voi se ce ne sono degli altri:

Ferie!

Che vostro figlio abbia 14 mesi o 14 anni, è molto probabile che la maggior parte della vostra vita sinora sia stata dedicata alla cura dei suoi bisogni: dalla cibaria al vestiario, dal cambio pannolini allo shopping con adolescenti brufolitici, dall’istruzione all’educazione. 365 giorni all’anno. Non ci sono altri posti di lavoro dove si sgobba così duramente e per così tanto tempo. Un periodo di “ferie”non è quello che ci vuole?

Solo in due…

Sulla base di una mia informalissima ricerca tra amiche, ho scoperto che la maggior parte di loro vede i proprio mariti circa 4 ore al giorno. Due di queste ore le spendono coi bambini e gli altri 2 coinvolgono tra cena e messa a letto dei pupi. La maggior parte delle interazioni tra moglie e marito, poi, durante il giorno avvengono tramite WhatsApp, durante la cena si sta più che altro a pregare il Padreterno che i bambini mangino tutto e in fretta. Questo, probabilmente, vi farà che poco poco tornare a essere una coppia vi manca…

Anche i bambini finiranno per divertirsi

Sperimentare modi diversi di vivere anche solo per qualche giorno è sempre fonte di divertimento, figuriamoci per i pargoli. Che sia semplicemente casa dei nonni o un campo estivo, i pupetti vi faranno un muso così non appena avranno notizia che andrete fuori senza di loro, ma state sicuri che, mentre voi due siete in vacanza, loro si divertiranno come pazzi.

Lo si fa per la famiglia 😉

Già perché, e lo sapete meglio di me, per i bimbi è fondamentale vivere nell’armonia dei propri genitori. E se per recuperare quest’armonia mamma e papà hanno bisogno di qualche giorno tutto per loro perché negarglielo?

Ah, ma sono anche una donna!

Proprio quella! Quella che ha dimenticato cosa voglia dire indossare un vestitino caruccio e un paio di tacchi, truccarsi senza sbavature e uscire senza l’incubo di un gelato spiattellato sulla camicetta. Un week end fuori può anche farci riscoprire, allora, il vecchio ruolo che avevamo messo un po’ da parte: quello di compagna e amante!

Detto ciò, non vuol dire che i bambini non vi mancheranno in una mini-vacanza. Ma anche questo è un bene. È un bene staccare la spina e non sentire urla e lagne. Non che nella nostra vita di tutti i giorni ci siano solo quelle, per carità! Ma a volte stanchezza e stress posso portarci a dare peso solo agli isterismi quotidiani, facendoci invece dimenticare quanto fortunate siamo. Ecco, allora, qualche giorno “libero” solo in coppia avrà anche questo magico potere: rammentarci quanto sia speciale la vita coi nostri bambini!

Alla prossima

Germana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook