Irlanda: 6 meravigliosi posti da vedere che nessuno conosce

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi non ha ancora visitato l’Irlanda, deve sapere che due cose sono fondamentali: una mappa e la volontà di spostarsi continuamente (ma anche una giacca a vento!), anche giorno per giorno. L’isola, infatti, non è solo Dublino, ma tanto tanto altro. Cosa vedere allora in Irlanda?

Io e Mister F l’isola l’abbiamo girata in auto, ma anche in treno (o in bici!) vale la pena spostarsi. Come muoversi in Irlanda? Beh, le reti ferroviarie principali sono Irish Rail nella Repubblica e Northern Ireland Railways nell’Irlanda del Nord, e se il viaggio si pianifica in anticipo è possibile anche acquistare i biglietti online (anzi, sono disponibili anche biglietti turistici e per la famiglia, che sono decisamente più economici se avete intenzione di viaggiare parecchio sull’isola).

In ogni caso, l’Irlanda è tutta da vedere e qua e là noi abbiamo scovato posti davvero paradisiaci.

Inis Oirr (delle Isole Aran)

Inis Oirr (Inisheer) è la più piccola delle tre isole Aran e si trova a 8 km al largo della costa della contea di Clare (ovest dell’Irlanda). Già di per sé queste isole sono ricche di mitologia, lingua e patrimonio irlandese, ma le spiagge che si estendono verso l’Atlantico danno un tocco di magia.

Pensate che Inis Oirr ha avuto la rete elettrica permanente solo nel 1997. È uno spettacolo di prati tappezzati di fiori di campo e genziane, un continuum di sabbia dorata e acque cristalline che offrono anche piacevoli nuotate e panorami mozzafiato del Connemara, mentre la sponda orientale vale la visita del relitto di una nave e soprattutto la vista mozzafiato sulle scogliere di Moher e sul Burren.

È l’isola più “deserta” fra le tre, per cui fa per voi se volete un giorno di quiete e di romanticismo!

COME SI ARRIVA A INIS OIRR

Prima di partire informatevi bene sulla frequenza dei traghetti: alcune compagnie operano, infatti, solo in alta stagione. Si può arrivare sia da Rossaveal (a 40km a ovest di Galway) con due compagnie (la Island Ferries e la Queen of Aran II); sia da Doolin con la Doolin Ferry Company. Per tutte le destinazioni, è meglio che vi informiate presso gli uffici del turismo, dove si fanno in quattro per darvi una mano 😉

Waterville

Ci siamo trovati qui per puro caso, raggiungendo da Cork il Ring of Kerry. Tra costoni frastagliati e coste decisamente più tranquille, siamo arrivati in un alberghetto vista Oceano che l’indomani ci avrebbe offerto una deliziosa colazione irlandese. Waterville è un posto un po’ nostalgico, ma ha dalla sua un aspetto tipico irlandese un po’ selvaggio, paesaggi molto belli nei dintorni, colline che digradano nel mare e una simpatica statua di Charlie Chaplin (la famiglia veniva qui al mare negli anni ’60)! Qui anche una cena a base di salmone alla griglia e una montagna di french fries!

immagine

Slieve Liegue

Turisticamente sono meno famose delle Cliffs of Moher (che si trovano nella contea di Clare), ma queste scogliere qui – le Slieve Liegue, le Sliabh Liag in gaelico irlandese – non hanno proprio nulla da invidiare e regalano una vista mozzafiato. Alte più di 600 metri, si trovano nel Donegal e lascia senza parole il versante meridionale, quello che cade direttamente nell’Oceano Atlantico, formando un’impressionante scogliera marina.

COME SI ARRIVA ALLE SLIEVE LIEGUE

È un po’ complicato perché si attraversano strade strette e scoscese. Si deve percorrere la strada che collega Killybegs a Glencolmcille girando, al villaggio di Carrick, per la piccola cittadina di Teelin, appena sotto la montagna.

The Dark Hedges – Irlanda del Nord

L’Irlanda del Nord non è solo Belfast e Giant’s Causeway, la “strada del Gigante” tutelata dall’Unesco, ma è una miriade di piccole chicche. Nei pressi di Bregagh Road, lungo una strada secondaria del villaggio di Armoy, c’è questo sentiero incantato, dove degli alberi piantati nel ‘700 si sono sviluppati fino a intrecciare i propri rami in modo artistico e creando così un effetto davvero unico e quasi soprannaturale. Pare sia ora una delle località più fotografate del mondo e la sua popolarità è dovuta anche diverse scene di Game Of Thrones girate proprio qui.

immagine

Secondo alcune leggende, il sentiero sarebbe infestato dal fantasma della Grey Lady, una dama in morta nella tenuta in circostanze misteriose…

COME SI ARRIVA AL THE DARK HEDGES

Percorrete 50 miglia in direzione nord-ovest a partire da Belfast e dirigetevi verso la strada costiera di Antrim.

Loughareema – Irlanda del Nord

Ovvero il lago che scompare “The Vanishing Lake“. Siamo ancora in Irlanda del Nord e questo lago si trova nella località di Ballycastle, nella contea di Antrim. La sua caratteristica è quella di scomparire completamente in maniera anche rapida ed è per questo che anche attorno al lago Loughareema si sono cotruiti miti, leggende e racconti di fantasmi.

Ma una spiegazione tecnica alla sparizione del lago ci sarebbe: esso si troverebbe al di sopra di un letto all’interno del quale vi è un una cavità che conduce ad un canale naturale che, quando non è ostruito dalla torba, rende possibile il totale assorbimento delle acque.

immagine

COME SI ARRIVA

Si arriva usufruendo della A2 (la cosiddetta Seacoast Road) che porta a Ballycastle.

p.s. Se vi trovate a Ballycastle a fine agosto, potete fare un salto all’Oul Lammas Fair, una delle più antiche fiere irlandesi, tra centinaia di pony e cavalli, musica, balli e birra a fiumi.

Spiaggia di Benone – Irlanda del Nord

Una spiaggia così … grande l’ho vista solo anni dopo in Danimarca… Se è a Belfast che siete diretti, prima di arrivare a Coleraine e percorrendo la A2 nella Contea di Londonderry, seguite le indicazioni di un campeggio (che tra l’altro ha anche piazzole per i camper). Si dispiegherà davanti ai vostri occhi un paesaggio infinito: è la Benone Strand. Chilometri di spiaggia bianca in lungo e in largo che la rendono una delle spiagge più lunghe d’Irlanda. È popolare tutto l’anno per una serie di attività e manifestazioni con una splendida vista lungo la costa nord, fino Inishowen in Donegal e la Scozia. Noi l’abbiamo vista al tramonto e non volevamo andare più via.

immagine

p.s. Ricordatevi che da maggio a settembre su questa spiaggia non possono accedervi i cani. Ma online è comunque consultabile una mappa dei punti e degli spiazzi liberi per i nostri amici a quattro zampe.

L’Irlanda è tutto questo e molto molto altro. Io vi ho solo offerto qualche meta che a noi è rimasta particolarmente nel cuore. Ma l’Irlanda, tutta, dalla costa all’entroterra, è una meraviglia continua al sapor di “Full Irish Breakfast“, di Guinness e di whiskey, di stufati e di capesante fresche.

immagine

immagine

L’Irlanda è ospitalità, ogni giorno abbiamo cambiato posto dove dormire e ogni giorno c’è stato qualcuno estremamente cortese che ci ha accolti o ci ha dato mille consigli. L’Irlanda è dei pub dove non puoi fare a meno di entrare, tra ballate tristi e danze scatenate. È dei paesaggi selvaggi, delle leggende e del vento.

L’Irlanda, quando ci vai, è un po’ anche tua. E non vedi l’ora di ritornarci.

immagine

“Il cielo d’Irlanda ha i tuoi occhi se guardi lassù ti annega di verde e ti copre di blu ti copre di verde e ti annega di blu”

Alla prossima

Germana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook