La pasta madre come stile di vita

pasta madre

La pasta madre come stile di vita. È questa l'idea rivoluzionaria che mi è venuta in mente frequentando per poche ore un contadino cinquantenne delle mia zona.Ma andiamo con ordine. Cosa c'entrano farina, acqua un po' di miele o zucchero e dei sani batteri, con la nostra vita? Molto più di quanto possiamo immaginare.

 

Per prima cosa mettiamo da parte le proprietà organiche che questo mix di enzimi può apportare alle nostre vite. Di questo vi è abbondante letteratura. Piuttosto cerchiamo di scendere un tantino in profondità e capire cosa c'è "dietro" la pasta madre.
La cosa importante da sapere è che la pasta madre o lievito madre non è stata inventata ora. Anzi è antica quasi quando il mondo. E questo dovrebbe dirci già quanto importante sia. Fino al cosiddetto boom economico, che tanto benessere doveva regalarci, il lievito madre veniva trasmesso da madre in figlia, come un sapere prezioso e da tramandare. Quasi come un tesoro di inestimabile valore. E in effetti avere del buon pane sulle nostre tavole, non era e non è cosa così scontata e piccola.

Ma non finisce qui. Anzi, dobbiamo ancora iniziare. Chi ha sperimentato in casa l'uso del lievito madre sa benissimo alcune cose.
Primo fra tutto sa che esso richiede una cura e un'attenzione quotidiana e costante. È un giornaliero mettersi in gioco da parte di chi vuole nutrire se stesso e i suoi cari con del pane sano e genuino. Questo prendersi cura del lievito madre è anche un sano esercizio alla pazienza. Un rispettare i tempi, un non adulterare gli elementi naturali con apporti chimici esterni.

Una piccola scuola di vita perché ci insegna anche a non consumarlo tutto, a tenerne da parte un pezzo se si vuole già oggi avere un pegno per il futuro. Ecco il pane fatto con pasta madre mi sembra una buona metafora per questi nostri tempi. Abbiamo spesso, per decenni, preferito pane lievitato con surrogati. Abbiamo alimentato le nostre vite senza la pazienza della giusta lievitazione, rendendole "simili" a quelle di qualità ma non pienamente di qualità. Proprio come il pane fatto con "scorciatoie" che è "quasi" come quello naturale, ma mai "come quello".

Siam cresciuti e abbiamo fatto crescere generazioni - spesso in buona fede - come fossero del pane secco o indurito. Vi abbiamo messo lievito di veloce lievitazione ma di durata scarsa e di qualità inferiore.

Ci siamo fatti una piccola ubriacatura di benessere a basso costo. Ci può stare e l'importante è saper e voler rimediare. Ancora di più è volerlo.

E da dove partire? Direi dal farsi alcune salutari domande, magari un po' scomode ma come si dice? "per aspera ad Astra", no? Dove è finita, nel nostro quotidiano, la qualità della vita? Dove e' finita l'arte vera dell'insegnare a vivere da esseri umani in questo mondo?

Il lievito naturale nella sua piccolezza è capace di crescere dismisura. Basta osservarlo lievitare. Non a caso da sempre il lievito e usato come metafora e simbolo per indicare la possibilità di spostare enormi masse.

Ma noi, di questo lievito che è simbolo offertoci dalla natura della qualità di vita, che ne abbiamo fatto? Siamo in grado di recuperarlo e di trasmetterlo? Vi è in gioco,la qualità della nostra vita, la nostra gioia e quella delle generazioni immediatamente a venire.

Tutta questa cultura e sapienza è possibile ancora recuperarla, basta appunto volerlo.
Ma ora lasciate che vi sveli il segreto dei segreti, quello che può permetterci di rimetterci sempre in carreggiata. La regola che ho imparato è questa: per imparare bisogna soprattutto osservare la natura, restarvi in contatto e osservare. Li c'è tutto quello che i libri possono solo accennare.

Buona rivoluzione a tutti.

Vota:
Amo il nord!
I fotografi che hanno realizzato gli scatti più fa...
 

Commenti 10

Ospite - mario il Giovedì, 19 Febbraio 2015 08:00

Sono pienamente d'accordo partiamko dal lievito madre per una piccola rivoluzione che inizi da noi stessi e coinvolga chi ci sta vicino. E' da poco tempo che ho riscoperto il lievito madre che mia madre, ricordo da piccolo, conservava gelosamente come qualcosa di sacro, di magico, ora cerco di inculcare questo anche ai miei due ragazzi che da soli hanno apprezzato il buon sapore di un pane e una pizza fatta con le proprie mani... Prossimi passi? Riciclo, saponi fatti in casa, kefir, e... Decrescita felice.

0
Sono pienamente d'accordo partiamko dal lievito madre per una piccola rivoluzione che inizi da noi stessi e coinvolga chi ci sta vicino. E' da poco tempo che ho riscoperto il lievito madre che mia madre, ricordo da piccolo, conservava gelosamente come qualcosa di sacro, di magico, ora cerco di inculcare questo anche ai miei due ragazzi che da soli hanno apprezzato il buon sapore di un pane e una pizza fatta con le proprie mani... Prossimi passi? Riciclo, saponi fatti in casa, kefir, e... Decrescita felice.
Ospite - Alessandro Lauro il Venerdì, 20 Febbraio 2015 17:25

Grazie Mario, è proprio questo lo spirito con cui ho scritto. Ed è per Persone (la P maiuscola è voluta) come te, che scrivo e amo scrivere.
Spero, anzi sono certo, che i tuoi ragazzi si appassioneranno al saper fare. E sarà un grande arricchimento per loro e per voi tutti.
Alessandro Lauro

0
Grazie Mario, è proprio questo lo spirito con cui ho scritto. Ed è per Persone (la P maiuscola è voluta) come te, che scrivo e amo scrivere. Spero, anzi sono certo, che i tuoi ragazzi si appassioneranno al saper fare. E sarà un grande arricchimento per loro e per voi tutti. Alessandro Lauro
Ospite - maria rivelazione il Sabato, 21 Febbraio 2015 13:03
grazie

è proprio così, son d'accordo in tutto e per tutto. questo è un approccio poetico alla vita. grazie per quanto hai scritto. sempre più persone devono (devono!) prendere coscienza di questo.

1
è proprio così, son d'accordo in tutto e per tutto. questo è un approccio poetico alla vita. grazie per quanto hai scritto. sempre più persone devono (devono!) prendere coscienza di questo.
SVerdi20 il Lunedì, 23 Febbraio 2015 10:38
Grazie a te

Grazie Maria. Il tuo scrivere mi sprona a fare sempre meglio, convinto di essere sulla strada giusta e con ottimi compagni di viaggio

0
Grazie Maria. Il tuo scrivere mi sprona a fare sempre meglio, convinto di essere sulla strada giusta e con ottimi compagni di viaggio
Ospite - rita rossi il Lunedì, 23 Febbraio 2015 07:26

sono pienamente d'accordo. La storia ha sempre molto da insegnarci e questo e' un piccolo rito importante che ci aiuta ad aver cura di noi, delle persone che amiamo, nel futuro di tutti i giorni

1
sono pienamente d'accordo. La storia ha sempre molto da insegnarci e questo e' un piccolo rito importante che ci aiuta ad aver cura di noi, delle persone che amiamo, nel futuro di tutti i giorni
SVerdi20 il Lunedì, 23 Febbraio 2015 10:43
Riti fondamentali

Rita, si la pasta madre, e tanti altri, sono riti importanti che possono riunire anche le famiglie intorno a qualcosa di concreto, sapiente ed utile. Oltre che naturale. Cosa desideriamo di più in un tempo...malato?

0
Rita, si la pasta madre, e tanti altri, sono riti importanti che possono riunire anche le famiglie intorno a qualcosa di concreto, sapiente ed utile. Oltre che naturale. Cosa desideriamo di più in un tempo...malato?
Ospite - Nicola Manicone il Mercoledì, 25 Febbraio 2015 12:49

come se bastasse a cambiare stile di vita ..... questi slogan, mi fanno sorridere.
L'artico inizia bene e sembra voler prendere il verso giusto, quello di uno stile di vita armonioso, ma poi si perde quando sfiora argomentazioni new age e finisce con la parola "rivoluzione" ....

0
come se bastasse a cambiare stile di vita ..... questi slogan, mi fanno sorridere. L'artico inizia bene e sembra voler prendere il verso giusto, quello di uno stile di vita armonioso, ma poi si perde quando sfiora argomentazioni new age e finisce con la parola "rivoluzione" ....
SVerdi20 il Giovedì, 26 Febbraio 2015 09:48

Grazie Nicola del commento e delle osservazioni. Ne tengo conto preziosamente.
Non amo le etichette e la new age non è tra i miei pensieri. La rivoluzione si. A patto che la si intenda in modo costruttivo e reale e cioè a partire da se stessi. "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" diceva Gandhi, che non è sicuramente new age e credo sia un percorso valido.
Grazie ancora.

0
Grazie Nicola del commento e delle osservazioni. Ne tengo conto preziosamente. Non amo le etichette e la new age non è tra i miei pensieri. La rivoluzione si. A patto che la si intenda in modo costruttivo e reale e cioè a partire da se stessi. "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" diceva Gandhi, che non è sicuramente new age e credo sia un percorso valido. Grazie ancora.
Ospite - Silvia, nutrizionista per passione il Giovedì, 26 Febbraio 2015 08:50
La mia Muddica

Sì, è bello tornare alle antiche sane tradizioni, ma pochi sono disposti a farlo. Circa un anno fa ho fatto nascere "Muddica", la mia pasta madre, e nelle settimane successive ne ho donato un pezzetto a persone appassionate di cucina che ritenevo cultrici dell'alimentazione sana e naturale. Ebbene, già dopo poche settimane nessuna di loro aveva più quella "creatura", l'hanno lasciata morire perché troppo impegnativa! Preferiscono, come dici tu, le scorciatoie perché non comportano dedizione e pazienza, e il prodotto si ottiene in maniera facile e veloce. Muddica ormai fa parte della famiglia e viene con me anche in vacanza!

1
Sì, è bello tornare alle antiche sane tradizioni, ma pochi sono disposti a farlo. Circa un anno fa ho fatto nascere "Muddica", la mia pasta madre, e nelle settimane successive ne ho donato un pezzetto a persone appassionate di cucina che ritenevo cultrici dell'alimentazione sana e naturale. Ebbene, già dopo poche settimane nessuna di loro aveva più quella "creatura", l'hanno lasciata morire perché troppo impegnativa! Preferiscono, come dici tu, le scorciatoie perché non comportano dedizione e pazienza, e il prodotto si ottiene in maniera facile e veloce. Muddica ormai fa parte della famiglia e viene con me anche in vacanza!
SVerdi20 il Giovedì, 26 Febbraio 2015 10:21
Bellissimo

Silvia, è bellissimo quello che hai fatto e fai. Si, certo non tutti sanno cogliere la preziosità e fa parte del gioco. Anche io, noi abbiamo sperimentato quello che dici. Ma sono certo che anche tu come noi sperimenti anche l'opposto: che tanti coltivano e crescono la pasta madre come un vero essere vivente.
Grazie ancora per il contributo e complimenti per le tue iniziative!

0
Silvia, è bellissimo quello che hai fatto e fai. Si, certo non tutti sanno cogliere la preziosità e fa parte del gioco. Anche io, noi abbiamo sperimentato quello che dici. Ma sono certo che anche tu come noi sperimenti anche l'opposto: che tanti coltivano e crescono la pasta madre come un vero essere vivente. Grazie ancora per il contributo e complimenti per le tue iniziative!
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 18 Novembre 2017