Giornata mondiale dell’alimentazione: in Sardegna compra e mangia sardo!

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione che, per quest’anno, avrà come tema le cooperative agricole. “Le cooperative agricole nutrono il mondo” è infatti la dicitura ufficiale di questa edizione, proprio per sottolineare il ruolo fondamentale che esse svolgono per migliorare la sicurezza alimentare e per eliminare la fame nel mondo, come riporta il sito della FAO.

In un’ottica più ristretta, come nello stile di questo blog, vi segnalo dunque l’iniziativa nata in Sardegna ad opera di Sardegnafilieracorta che, in occasione di questa giornata, intende sensibilizzare i consumatori sull’importanza di acquistare e mangiare prodotti locali, promuovendo la Giornata dell’Alimentazione Sarda. Lo dico sempre e lo ripeto: la filiera corta è il miglior modo per sostenere le economie del territorio in cui viviamo e, spesso, anche l’unico per mangiare prodotti freschi, di stagione e biologici, a prezzi sicuramente inferiori rispetto a quelli della grande distribuzione.

Quando acquistiamo nei grandi supermercati, infatti, a trarne ricchezza sono le grandi aziende e tutti gli intermediari del processo produttivo e distributivo, ma non di certo i produttori che stanno alla fonte.

Altro aspetto, di certo non meno importante, è che mangiare locale contribuisce a ridurre drasticamente l’inquinamento causato dal trasporto delle merci, soprattutto quando queste devono attraversare addirittura il mare per arrivare in una terra come la Sardegna. Una terra che, invece, ha nella cultura gastronomica uno dei punti di forza e che, a parte qualche raro esempio, offre tranquillamente tutti i prodotti alimentari di cui si ha bisogno.

Per questo approfittiamo di questa Giornata dell’Alimentazione per comprare cibo sardo (o del territorio in cui vivete) e per divulgare questa buona pratica, che dovrebbe e potrebbe essere la normalità, tra più persone possibili. Per l’occasione, Sardegnafilieracorta ha creato una rete di produttori e punti vendita che offriranno in tutta l’isola degustazioni e prodotti scontati, per far conoscere a più persone possibili le bontà della nostra terra, la biodiversità e le specialità gastronomiche che la contraddistinguono.

Per brevità vi segnalo solo gli appuntamenti di Sassari, ma potete trovare gli altri cliccando qui.

Salumeria Multineddu, via Principessa Maria 70, venerdì 19:

Degustazione dei seguenti formaggi dell’azienda Mario Piras di Ozieri:

– Formaggio di pecora CHENT’ANNOS, prodotto con caglio vegetale degustazione e offerta euro 9,90 al kg. anziché 12,50

– Formaggio vaccino GREVIERA DI OZIERI, degustazione e offerta euro 12,90

– Pane carasau e guttiau panificio Il Forno di Oliena, degustazione e sconto 5%

– Lardo speziato del Salumificio Ittirese, degustazione e sconto 10%.

Queste offerte sono valide tutta la settimana, ma l’evento di venerdì 19 (dalle ore 18,30 alle ore 21,00) prevede, al costo di 5 euro, un vassoio con con i seguenti prodotti: mozzarella di bufala sarda, panadas di Oschiri, prosciutto crudo e melone, bicchiere di vino cantina di Calasetta.

Salumeria da Adelaide, via Capo d’oro 1 (centro storico):

Propone per tutta la settimana uno sconto del 10 % su tutti i prodotti sardi: salumi, vini, pasta, pane, pelati.

La Casa Delle Bontà di Manuela Puledda, via amendola 42/D:

Propone per tutta la settimana degustazioni di prodotti sardi, salsiccia, dolci, formaggio, pane carasau.

Oltre ai formaggi e ai salumi, ricordiamoci però dell’importanza del consumo di frutta e verdura nel nostro regime alimentare: prodotti che possiamo facilmente procurarci, locali e di stagione, attraverso i GAS, nei Mercati Campagna Amica della Coldiretti o, i più fortunati, direttamente dagli agricoltori della zona.

Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

tuvali
seguici su Facebook