Cremina di soia al rum, vaniglia e cardamomo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In questi giorni sto parlando molto di vaniglia, e mi è venuta voglia di sentirne l’aroma anche sulle papille gustative, oltre che dal naso. Avendo poco tempo, ecco un dolce piacevole e veloce da preparare. E sopratutto profumatissimo! Da mangiare rigorosamente una volta che si è raffreddato… resistete, il sapore cambia completamente e il retrogusto del latte di soia sparisce.

Con queste dosi ottenete due ciotole di cremine a due gusti:

Rum e vaniglia – Rum, vaniglia e cardamomo.

Ingredienti

  • 500 ml di latte di soia biologico al naturale
  • 80 g di zucchero di canna grezzo
  • 30 g di maizena
  • 1 bicchierino da liquore di rum (4 o 5 cucchiai)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 2 capsule di cardamomo

Rum, vaniglia e cardamomo

immagine

Il procedimento è molto semplice: stemperare con poco latte di soia la maizena, fino a scioglierla completamente senza grumi, e unitela al resto del latte, allo zucchero, al rum e tutti i semini del baccello di vaniglia, che avrete aperto e “lavato” nel latte.

Fate cuocere a fuoco moderato mescolando continuamente. Non essendoci uova non c’è bisogno di portare la crema a bollore, e appena si addensa e si attacca bene al cucchiaio è pronta, ma fatelo se avete dei bambini, in modo che l’alcol del rum evapori. A questo punto una parte della crema è pronta, io messo la metà in una ciotola a raffreddare, mentre l’altra parte l’ho rimessa sul fuoco bassissimo e ho aggiunto i semi di due capsule di cardamomo. Hanno un sapore molto forte e rinfrescante. Se vi piace, per sentirlo meglio potete metterli direttamente nel latte di soia insieme alla vaniglia prima della cottura.

Io preferisco una cosa moderata, quindi li ho lasciati cuocere a fuoco lento nella crema per qualche minuto e poi l’ho scodellata e fatta raffreddare. L’aroma del cardamomo si sentirà benissimo, ma non coprirà tutto il resto. Il colore giallino è dato dallo zucchero di canna e dal rum.

Ora non resta che mangiare… buon appetito!

immagine

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze Naturali, è specializzata in Botanica ed Etnobotanica ed Alimurgia. È stata per anni docente universitaria e nelle scuole di ogni ordine e grado, ha visitato tutto il mondo possibile e negli ultimi 10 anni ha sviluppato un’attività privata di divulgazione per avvicinare il pubblico al mondo delle piante, tramite corsi ed attività pratiche di erboristeria casalinga e cucina naturale a base di piante spontanee e officinali. Ora ha la sua azienda agricola "Arte Botanica", dove produce liquori, dolci e preparati a base di piante officinali e fiori.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook