Mousse per il corpo cioccolato e vaniglia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi vi propongo una ricetta facilissima utile per chi vuole approcciarsi alle emulsioni ed è alle primissime armi. Non ho registrato il video perché sono molto impegnata nell’organizzazione dei prossimi corsi e il tempo non basta mai.

Tornando a noi: cosa sono le emulsioni? Sono creme per il viso e per il corpo che contengono acqua e olio, affini alla nostra pelle, che è ricoperta di un film idro-acido-lipidico. Per fare in modo che acqua e olio leghino senza dividersi c’è bisogno di un emulsionante. Se non avete mai realizzato una crema in emulsione, questa è sicuramente una buona ricetta da cui partire per iniziare.

Per realizzarla occorrono dieci minuti e pochissimi ingredienti e attrezzature.

Le dosi per realizzare 50 grammi di mousse sono:

Fase A

  • Acqua distillata 21,5 g

Fase B

Fase C

Per prima cosa pesiamo gli ingredienti e mettiamo in un piccolo bicchiere la Fase A (quindi l’acqua) e in un altro bicchiere la Fase B (olio, burro e emulsionante). Riscaldiamo a bagnomaria le due fasi finché l’emulsionante si sarà sciolto. Togliamo dal bagnomaria e misuriamo con un termometro per verificare che le due fasi siano alla stessa temperatura e, se lo sono, versiamo lentamente la Fase A nella Fase B (quindi l’acqua negli oli). Mescoliamo con le fruste elettriche e dopo qualche minuto vedremo la nostra crema addensarsi e schiarirsi: l’emulsione è pronta. Per ottenere una mousse dobbiamo continuare a mescolare per incorporare aria; inoltre più il composto si raffredderà più la consistenza aumenterà e otterremo una bella crema montata.

Al raggiungimento della consistenza desiderata, aggiungiamo gli ingredienti della Fase C (estratto di cacao, essenza di vaniglia e conservante) e mescoliamo di nuovo per qualche secondo. A questo punto dobbiamo misurare il pH della nostra preparazione che deve essere compreso tra 5,5 e 6,5: se è troppo acido basifichiamo con una goccia di sodio idrossido; al contrario dobbiamo acidificare con una o due gocce di acido lattico. Abbiamo finito e possiamo travasare la mousse in un contenitore; la crema si conserva per tre mesi a temperatura ambiente.

Questa mousse, oltre ad essere bella, profumata e idratante, non contiene sostanze attive particolari, ma se volete potete aggiungerle per ottenere l’effetto di cui avete bisogno (antirughe, anticellulite, lenitivo eccetera), così come potete utilizzare qualche goccia di olio essenziale in sostituzione dell’essenza di vaniglia.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook