Smetto di comprare tutto ciò che so fare!

b2ap3_thumbnail_fatto-in-casa.jpg

Devo dire che me l’aspettavo: l’autoproduzione è diventata un fenomeno molto diffuso. Per questo motivo i libri con i consigli per come praticarla sono ormai tanti, forse troppi. Ma non tutti sono Stefania Rossini, e spesso si vedono persone che si improvvisano auto-produttrici, vuoi perché entusiasmate dal nuovo stile di vita, o perché desiderose (per scopi personali) di cavalcare l’onda del buonsenso.

Non è il caso di Lucia Cuffaro, presidente del circolo Mdf di Roma,fondatrice dell’associazione “Massimina.it” (che opera per la bonifica della discarica di Malagrotta), curatrice del blog www.autoproduciamo.it e della rubrica “Chi fa da sé”, in onda ogni domenica mattina su Rai Uno a Unomattina In Famiglia. E ora anche autrice. “Fatto in casa. Smetto di comprare tutto ciò che so fare“, edizioni Macro, è un libro che è andato esaurito prima della sua stessa uscita. La prima ristampa, infatti, è stata fatta il giorno dopo la sua uscita (4mila copie andate a ruba in poche ore). Il motivo? La genuinità del suo messaggio, la competenza in materia dell’autrice e, non da ultimo, la protesta costruttiva che comunica, attraverso il ritrovato Saper Fare.

Il Saper Fare “si basa sul recupero di alcune preziose capacità pratiche andate perdute negli ultimi decenni, da quando la società occidentale ha abbracciato il modello di sviluppo consumistico, ad altissimo impatto sull’ambiente, basato sul frenetico consumo di prodotti usa e getta, concepiti per durare il meno possibile ed essere rapidamente sostituiti, trasformandosi così in rifiuti costosi da smaltire, gravati da imballaggi ingombranti e altamente inquinanti”, viene spiegato sul sito dell’Università del Saper Fare: “è una sorta di rivoluzione culturale, insomma, che presenta una quantità incalcolabile di vantaggi: zero imballaggi, meno trasporti, più indipendenza”.

Il libro, dopo la prefazione di Maurizio Pallante, parte dall’Autoproduzione in tavola per poi procedere alla cosmesi naturale, passando per l’igiene personale abbinato a quello dell’anima, fino a giungere ai detersivi naturali “senza macchie di coscienza”. Gli ultimi due capitoli sono dedicati rispettivamente ai rimedi naturali per curare i disturbi più comuni e all’orto sul balcone e la cura delle piante. “Pagina dopo pagina, si capisce che questo testo è anche un piccolo manuale di sopravvivenza e di vie di libertà dalla schiavitù di un mercato impazzito e malato che ci vorrebbe proni ad acquistare tutto, meno che la nostra libertà”, scrive giustamente Alessandro Lauro sul sito www.decrescitafelice.it: “Libro consigliatissimo, dunque. Vista anche l’imminenza del Natale, regaliamoci e regaliamo possibilità di libertà”.

Perché in sostanza è proprio di questo che parla il libro di Lucia: libertà. La stessa autrice, in effetti, si chiede: “Un gesto semplice come auto-produrre un dado granulare può essere rivoluzionario? Un progetto come l’Università del Saper Fare nel suo piccolo forse lo è”. E mi rivela: “Credo che sia la rabbia a spingermi a dedicare parte della mia giornata ad autoprodurre… rabbia per il sentirsi impotenti nei confronti di un sistema che attraverso tecniche di persuasione ci impone di comprare prodotti non sicuri per la nostra salute e impattanti in modo devastante per l’ambiente”. In effetti, anche secondo me l’auto-produzione è una delle risposte più rivoluzionarie che si possano dare alle storture di questo sistema. “Far da sé ci rende più liberi e informati – aggiunge Lucia – Ed è questa consapevolezza, assieme a valori di condivisone e recupero della tradizione, che cerco di trasmettere alle tante persone che, curiose e appassionate, partecipano ai vari laboratori di autoproduzione”. E che ora stanno correndo in libreria a prendere questo suo primo “manuale”.

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

tuvali
seguici su Facebook