Avere figli porta a fare troppe rinunce!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

C’è chi pensa che si debba smettere di avere figli, perché la crescita della popolazione mondiale sta causando troppi problemi a livello ambientale. Beh io la ritengo un po’ un’idiozia, almeno per il momento (quando saremo 20 miliardi ne riparleremo), e penso che i problemi sociali che derivano da un eccessivo invecchiamento della popolazione siano ben peggiori di quelli ambientali dovuti più ai nostri sprechi e sovra-consumi, che alle nascite.

E ho scelto la paternità.

Me lo avevano detto in molti, e più volte ero stato messo in guardia. Stai attento, che quando avrai figli tutto cambierà, verrà sempre prima lui (o lei). Non sarà più come prima. E così è stato: notti insonni, pannolini, orari improbabili, poppate, coliche, aria nel pancino. E poi ancora dentini, raffreddori, pappe, pappine ecc. ecc. Risultato: stanchezza cronica e vita sociale praticamente azzerata.

Dopo un anno e qualche mese, decido allora di concedermi una serata di pausa. Con un amico, che ha fatto poco prima di me la stessa esperienza, opto per una uscita come quelle di quando si era più ggiovani (con due g): aperitivo, un boccone in qualche locale più o meno cool e continuazione a oltranza in un club di una zona ex-industriale con musica minimal techno house “a palla” fino a mattina (avrei preferito l’elettronica alla Gesaffelstein, ma vabbé).

Me lo aspettavo, in realtà, ma non a questi livelli. Già alla coda all’ingresso ero più annoiato di quando, alla stessa ora, mi ero ritrovato nell’ultimo anno ad assistere alla prima poppata. A quella del primo cambio di pannolino notturno avevo già gettato la spugna, e all’ennesima 35/40enne con i Ray Ban che – immersa in una recita tutta sua – fingeva di divertirsi come una pazza, me ne sarei voluto tornare a casa.

Il teatrino che avevo lasciato, del resto, era bene o male lo stesso di un anno, anzi di una quindicina di anni prima. A parte ovviamente una nuova piaga sociale che ai tempi non esisteva: il selfie da condividere via social, ovvero la smania di fare e farsi foto per fare vedere ad altri quanto ci si diverte, più che la voglia di divertirsi in sé…

E così, nel tripudio di musica e rumori, super-alcoolici a tot euro al centilitro, flirt ingessati e scene pietose nel bagno degli uomini per raccattare una pillola caduta proprio in fianco a me mentre guardavo un vespasiano ancora più pallido e annoiato di me, la nostalgia di casa era già fuori controllo.

Sarò invecchiato precocemente?, mi sono chiesto. Com’è che a soli 36 anni preferirei essere a letto da ore, invece che darmi a questo costoso e stancante divertimento di plastica? Possibile che sia già così disabituato alla “vita sociale“?

Ma la risposta è arrivata da sola: la mia vita sociale, in questo momento, è quella con mia moglie e il mio bimbo, o con chi sta vivendo un percorso di vita simile al nostro. E i dubbi di perdersi qualcosa se non si fa tardi il venerdì o il sabato notte svaniscono all’istante, quando penso alla soddisfazione che mi dà invece avere in braccio il mio cucciolo. O anche solo una semplice cena a casa con amici – quelle in cui alle nove è già tardissimo, perché i piccoli devono dormire!

Io e il mio compagno di vita sociale notturna, in macchina, non ci siamo detti nulla a riguardo. Ma conoscendolo, scommetto qualunque cifra sul fatto che stesse facendo lo stesso ragionamento: avere figli porta a fare troppe rinunce! A partire da quella dell’illusione di prolungare in eterno un’improbabile adolescenza.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook