Come ti riciclo gli scarti dei centrifugati: Torta di carote e nocciole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I centrifugati rappresentano una buona e salutare abitudine per consumare frutta e verdura. Certo però che specie in questo momento è davvero un peccato gettare via il composto che resta dopo il centrifugato. E allora eccomi qui a proporvi una gustosa ricetta con la quale ho riutilizzato gli "scarti" del centrifugato di carota che mi sono preparata per uno spuntino. A voi!

Come conservare al meglio le fragole

Una buona e salutare centrifuga, che sia di frutta, verdura o entrambe, rappresenta un’idea davvero gustosa per la colazione, una merenda e perché no, un aperitivo. Ma di questi tempi, è davvero un peccato gettare via il composto che rimane nel raccoglitore dopo la centrifuga non solo perché è ricco di fibre e dunque merita di essere trattato con rispetto, ma anche perché può essere impiegato in cucina nelle preparazioni più diverse, sia dolci che salate! Pensate a come questo composto può essere un ottimo ingrediente delle polpette al posto del pane ammollato nel latte, di muffin, plum cake, sorbetti, torte rustiche e pane. Ed ecco che la ricetta che sto per proporvi, nasce proprio dall’esigenza di riutilizzare gli “scarti” della mia centrifuga di carote bevuta nel pomeriggio. A voi!

b2ap3_thumbnail_centrifugato.jpg

Torta di carote e nocciole

Ingredienti:

250 g di farina (150 g bianca e 100 g integrale)

100 g di zucchero di canna

1 bustina di lievito

50 g di olio di semi di mais

15 nocciole sgusciate

1 cucchiaino di cannella

1 pizzico di noce moscata

250 ml di succo di arancia

La polpa di 3 carote grandi

Scorza di limone grattuggiata

b2ap3_thumbnail_polpa-carote.jpg

Procedimento:

In una terrina, mescolate le polveri (farina, zucchero, lievito) e aromatizzate con la cannella, la noce moscata e la scorza del limone nella quantità che più vi piace. Aggiungete l’olio di semi di mais e il succo di arancia sempre mescolando e fino ad ottenere un impasto morbido e lavorabile, regolatevi un po’ sulla quantità. Tritate le nocciole e aggiungetele al composto insieme alla polpa di carote. Oliate lo stampo da torta e spolveratelo con un po’ di pane grattugiato, versate l’impasto. Cuocetela nel forno preriscaldato a 180° per circa 30 min. Servitela spolverata con dello zucchero a velo.

E’ una torta che per via della polpa di carota, rimane molto morbida e dunque può essere gustata non solo a colazione, ma anche nel pomeriggio come salutare spuntino!

Alla prossima

Stefania

Seguitemi anche su Facebook!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook