b2ap3_thumbnail_428991_402067853214351_1539414004_n.jpg

Torta di farina di castagne, riso e mele: non il solito castagnaccio!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il periodo delle castagne fresche è ormai passato, ma ora possiamo ancora godercele, comprando farina di castagne e castagne secche da trasformare in piatti dolci e salati.

Anticamente le castagne erano chiamate “pane d’albero”, una definizione, che la dice lunga sull’importanza che questo frutto ha avuto nell’alimentazione di tante persone, che, soprattutto in collina ed in montagna, sopravvivevano ai lunghi inverni cibandosi di prodotti come polenta e prodotti da forno confezionati con la farina di castagne.

La castagna è un’ottima fonte di calorie e di importanti elementi nutritivi tra cui zuccheri, vitamine (B1, B2, PP e K ,A, C ed E), e minerali (Calcio,Fosforo, Magnesio, Potassio).

immagine

La farina di castagne non contiene glutine, ha un sapore dolce e si ottiene dalla macinatura delle castagne secche. Ieri ho deciso di fare una torta utilizzandola, ma il classico castagnaccio non mi andava, quindi, ecco un’esperimento nuovo, testato su amici e parenti, che si è rivelato ottimo! E non contiene nè latticini, nè glutine, nè lievito, e non ha il retrogusto amarognolo che a volte ha il castagnaccio.

Torta di riso e castagne alle mele

immagine

Ingredienti:

  • 100 g farina di castagne
  • 100 g di farina di riso
  • 3 uova
  • 3 mele sbucciate e tagliate a cubetti.
  • 5 cucchiai di miele
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 bicchiere di olio di semi di girasole o mais
  • 1/2 bicchiere di latte di soia
  • 1/2 bicchiere di rum

Il procedimento è facile: preriscaldate il forno a 200°, mischiate bene tutti gli ingredienti e infornate per circa 1 h, controllando la cottura con uno stuzzicadenti. Quando esce pulito la torta è cotta.

immagine

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze Naturali, è specializzata in Botanica ed Etnobotanica ed Alimurgia. È stata per anni docente universitaria e nelle scuole di ogni ordine e grado, ha visitato tutto il mondo possibile e negli ultimi 10 anni ha sviluppato un’attività privata di divulgazione per avvicinare il pubblico al mondo delle piante, tramite corsi ed attività pratiche di erboristeria casalinga e cucina naturale a base di piante spontanee e officinali. Ora ha la sua azienda agricola "Arte Botanica", dove produce liquori, dolci e preparati a base di piante officinali e fiori.
Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook