Budino di tapioca, succo di mele e fiori freschi: senza glutine nè zucchero

Questo budino che sta diventando uno dei miei dolci preferiti, in un momento in cui non posso consumare né glutine, né latticini, né lieviti e cerco di ridurre al minimo l’uso di dolcificanti.

La tapioca, l’amido ricavato dalla radice della manioca, da un punto di vista nutrizionale, è costituita prevalentemente carboidrati (23.9 g per tazza di amido, per un totale di 105 calorie), è povera di grassi saturi, proteine e sodio e non contiene né vitamine né sali minerali, né fibra.

b2ap3_thumbnail_IMG_4338.jpg

Il succo di mela limpido è dolce e leggermente acidulo e non ha bisogno di zuccheri aggiunti. Lo stesso si può fare con il succo d’uva ad esempio, o con una tisana di vostro gradimento. Potete diluirlo con acqua se per voi il succo è troppo dolce, mentre se utilizzate un centrifugato fatto da voi, mettete in ammollo prima le perle in poca acqua e aggiungete sul momento il centrifugato di mela con una spruzzata di succo di limone, subito prima di cuocere il budino.

Questo budino gelatinoso fatto con le perle di tapioca, si prepara in pochi minuti ed ora che la primavera è finalmente arrivata, possiamo arricchire i nostri dolci e le insalate con i fiori freschi, come le primule e le violette, che porteranno profumo, colore e allegria in tavola.

Ingredienti per 1 porzione

  • Succo di mele – 1 bicchiere (250ml)
  • 4 chucchiai di perle di tapioca (60g circa)
  • fiori freschi a piacere

b2ap3_thumbnail_8a.jpg

Mettete a bagno le perle di tapioca nel succo di mela o la sera prima di fare il budino, o almeno per 2 ore. Mettete poi sia le perle che il liquido in un tegame antiaderente e portate ad ebollizione, mescolando continuamente fino a quando le perle sono trasparenti e il succo di mela si è addensato.

b2ap3_thumbnail_IMG_4697a.jpg

Come vedete dalla foto, il mio budino è colorato, e per farlo diventare rosa ho diviso il composto in due parti e ed una ho aggiunto un cucchiaio di succo di rapa rossa.

Bagnate l’interno del bicchiere e appoggiate al vetro i fiori appena colti, e poi versate il composto leggermente intiepidito a strati, in modo che i fiori restino immersi nella gelatina, ma visibili dall’esterno.

b2ap3_thumbnail_68b.jpg

Fare raffreddare e servire a temperatura ambiente o freddo.

Buon Appetito!

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook