Clorofilla

Zenzero, un rimedio da portare in valigia

immagine

Sapevate che lo zenzero (Zingiber officinale) è un incredibile rimedio naturale contro la nausea, il mal d'auto e il mal di Mare?

È una delle piante più importanti per la medicina tradizionale asiatica e africana, favorisce la digestione e la sua capacità di contrastare lo sviluppo di batteri, è uno dei motivi per cui quando mangiate sushi o sashimi (pesce crudo) al ristorante giapponese, viene sempre servito zenzero in sottili fette conservate sottaceto (Gari).

La sua funzione antimaldimare l'ho scoperta durante una vacanza in Nuova Zelanda: prima di salire sulla barca che ci avrebbe portato a vedere le balene, un cartello suggeriva a tutti di comprare con pochi spiccioli due pastiglie di zenzero da inghiottire prima di partire.

Colpita dal'offerta di un rimedio naturale, sono stata fortunata ad essere curiosa e ansiosa di mettere alla prova poteri curativi delle piante: mentre quasi tutti gli altri turisti vomitavano al punto che, anche i leggendari giapponesi faticavano a scattare foto alle tanto agognate balene, io ero lì felice a godermi le onde e lo spettacolo.

immagine

Lo zenzero non è una radice, ma un rizoma, e se lo trovate bio, non trattato con chissà quale sostanza o raggio gamma che ne impedisca il germogliamento, basta tenerlo qualche giorno in un sacchetto di plastica: vedrete formarsi i bottoncini verdi che annunciano lo sviluppo delle foglie. A quel punto basta interrarlo e innaffiarlo senza asciare ristagni, come se coltivaste degli iris. Utilizzando un vaso più grande del rizoma, questo pian piano crescerà, permettendovi, dopo qualche mese, di avere il vostro personale raccolto.

Avete diversi modi per utilizzarlo:

  • I più coraggiosi possono masticare un pezzetto di rizoma fresco;
  • Prendere due pastiglie di zenzero essiccato in polvere prima del viaggio, circa 30 minuti prima;
  • Comprare o preparare in casa dei canditi con il rizoma tagliato a listarelle e cotto nello zucchero, da consumare prima o durante il viaggio (sono buonissimi);
  • Mettere due gocce di olio essenziale di zenzero in acqua e poi su un fazzoletto e respirare l'aroma durante il viaggio o qualche decina di minuti prima di partire.
  • consumare una bevanda a base di Ginger, il nome inglese di questa pianta!

Puoi seguirmi su Facebook, google+, Pinterest oTwitter. Puoi trovarmi su Instagram come Isypedia

Isy

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Vino biologico sì... ma col tappo giusto!
Miam O Fruit: rigenerate le vostre cellule con fru...
 

Commenti 22

Ospite - katia il 25 07 2012

che interessante, grazie per l'informazione.....

0
che interessante, grazie per l'informazione.....
Ospite - islabela il 25 07 2012

Grazie a te per l'attenzione!

0
Grazie a te per l'attenzione!
Ospite - loredana il 26 07 2012

ciao vorrei sapere,se il rimedio del mal d'auto con l'olio essenziale sul fazzoletto potrei usarlo con la mia cagnolina che soffre tanto il mal d'auto grazie

0
ciao vorrei sapere,se il rimedio del mal d'auto con l'olio essenziale sul fazzoletto potrei usarlo con la mia cagnolina che soffre tanto il mal d'auto grazie
Ospite - islabela il 26 07 2012

Io per cani e gatti, che hanno un olfatto molto più sviluppato del nostro eviterei di utilizzare gli oli essenziali così da vicino...dovresti prima controllare se gradisce l'olio, vedendo che reazione ha all'odore in una situazione piacevole, in casa. Poi magari se lo gradisce ne metti qualche goccia nell'abitacolo dell'auto prima di partire in modo da non traumatizzarla. Oppure, potresti provare con le pastiglie di zenzero che vendono per gli esseri umani e a seconda del peso del cane decidere se dare mezza, una o due compresse (per le persone di solito si usano compresse dai 100 ai 600 mg e con diverse concentrazioni) dovresti chiedere al tuo veterinario quanto dargliene. Ci sono anche medicinali per bambini a base di Zenzero (uno si chiama Nausil se non sbaglio e sono gocce da aggiungere all'acqua) e puoi provare anche con quelli dandogli le dosi sempre a seconda del peso. Non credo che apprezzerebbe un pezzo di rizoma fresco da sgranocchiare purtroppo.

0
Io per cani e gatti, che hanno un olfatto molto più sviluppato del nostro eviterei di utilizzare gli oli essenziali così da vicino...dovresti prima controllare se gradisce l'olio, vedendo che reazione ha all'odore in una situazione piacevole, in casa. Poi magari se lo gradisce ne metti qualche goccia nell'abitacolo dell'auto prima di partire in modo da non traumatizzarla. Oppure, potresti provare con le pastiglie di zenzero che vendono per gli esseri umani e a seconda del peso del cane decidere se dare mezza, una o due compresse (per le persone di solito si usano compresse dai 100 ai 600 mg e con diverse concentrazioni) dovresti chiedere al tuo veterinario quanto dargliene. Ci sono anche medicinali per bambini a base di Zenzero (uno si chiama Nausil se non sbaglio e sono gocce da aggiungere all'acqua) e puoi provare anche con quelli dandogli le dosi sempre a seconda del peso. Non credo che apprezzerebbe un pezzo di rizoma fresco da sgranocchiare purtroppo.
Ospite - silvia il 29 07 2012

So' che fa bene per chi soffre di allergie primaverili, io è 1 anno circa che tutti i giorni 1o2 volte ne mangio un pezzetto e quest'anno non ho preso nemmeno una pastigli .Delle volte ho prurito alla gola e un pò di rinite, prurito agli occhi ma una cosa sopportabilissima, non gli dò importanza.

0
So' che fa bene per chi soffre di allergie primaverili, io è 1 anno circa che tutti i giorni 1o2 volte ne mangio un pezzetto e quest'anno non ho preso nemmeno una pastigli .Delle volte ho prurito alla gola e un pò di rinite, prurito agli occhi ma una cosa sopportabilissima, non gli dò importanza.
Ospite - angelica il 29 07 2012

ciaio, grazie per l'info... :-)
una domanda ma una volta che si formano i bottoncini verdi si puo' continuare a mangiare lo zenzero o no?
grazie per la risposta...

0
ciaio, grazie per l'info... :-) una domanda ma una volta che si formano i bottoncini verdi si puo' continuare a mangiare lo zenzero o no? grazie per la risposta...
Ospite - islabela il 31 07 2012

Certo, non ci sono problemi, anzi, significa che il rizoma è vitale e non morto. Le gemme però più crescono più tolgono succo al rizoma, tienilo in frigo se vuoi evitare che si sviluppino in fretta, oppure toglile via.

0
Certo, non ci sono problemi, anzi, significa che il rizoma è vitale e non morto. Le gemme però più crescono più tolgono succo al rizoma, tienilo in frigo se vuoi evitare che si sviluppino in fretta, oppure toglile via.
Ospite - islabela il 31 07 2012

Grazie per la dritta!

0
Grazie per la dritta!
Ospite - Claudia il 03 08 2012

Per piantarlo e fare un piccolo 'vivaio', si può tagliare a pezzi come con le patate ?
Grazie

0
Per piantarlo e fare un piccolo 'vivaio', si può tagliare a pezzi come con le patate ? Grazie
Ospite - islabela il 06 08 2012

Si può tagliare a pezzi, ma dato che è un fusto è meglio tagliarlo in corrispondenza dei nodi, dove si restringe, e sempre in "verticale", ovvero devi vedere la sezione tonda interna. Le patate invece essendo tuberi le tagli un po' come vuoi, basta che ci sia una gemma. Spero di essere stata chiara....

0
Si può tagliare a pezzi, ma dato che è un fusto è meglio tagliarlo in corrispondenza dei nodi, dove si restringe, e sempre in "verticale", ovvero devi vedere la sezione tonda interna. Le patate invece essendo tuberi le tagli un po' come vuoi, basta che ci sia una gemma. Spero di essere stata chiara....
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 20 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook